IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:

Gli operatori che lavorano nel contesto della disabilità hanno il compito di coniugare due importanti dimensioni: da un lato il sostegno alla fragilità, che rischia di sfociare in protezione paternalistica, dall’altro la promozione dell’autonomia della persona con disabilità.

Fino a qualche tempo fa la prima dimensione era preponderante a scapito della creazione di una vita indipendente e autonoma della persona con disabilità che iniziava ad approcciarsi alla vita adulta.

Questo percorso formativo desidera condividere con operatori e operatrici coinvolti in questo ambito la visione della persona con disabilità come soggetto titolare di diritti, capace di prendere decisioni sulla propria vita e anzi unica voce realmente competente rispetto alla propria storia e alle proprie necessità.

Nei vari moduli verranno affrontati diversi aspetti legati a questo approccio così da poter portarlo nei propri servizi e nei vari interventi al fine di renderli davvero efficaci. Ci sarà inoltre la possibilità di personalizzare il proprio percorso potendo così venire incontro a bisogni formativi specifici del singolo partecipante e della singola partecipante.

Obiettivi

Fornire degli strumenti che permettano alle operatrici e agli operatori un nuovo approccio che permetta di promuovere l’autonomia della persona con disabilità, ragionando nell’ottica della co-progettazione di percorsi per la vita indipendente delle persone con disabilità, valorizzando le loro competenze esperienziali nella costruzione del percorso di vita, in primis la persona stessa, protagonista del suo percorso.

Destinatari

  • Assistenti sociali, educatori professionali, operatore socioassistenziali/socio sanitari, infermieri.
  • Operatori che si occupano di persone adulte con disabilità educatori, assistenti sociali, assistenti personali e altri operatori che lavorano nell'ambito della disabilità adulta o che desiderano trovare occupazione in questo ambito.

Rimani aggiornato

Lasciaci la tua mail per restare aggiornato sulle prossime edizioni del master.

Struttura

Il Master si articola in 150 ore di attività formativa divise in:

81

ore

di formazione in modalità diretta streaming

12

ore

di supervisione professionale di gruppo

57

ore

studio e approfondimento individuale

Il master ha una struttura modulare, il corsista dovrà frequentare 9 moduli costruendo il proprio percorso nel seguente modo:

  • 6 moduli obbligatori
  • 3 moduli a scelta su 7 moduli proposti

Prova finale e attestato

Sarà rilasciato l’attestato Erickson che certifica le competenze acquisite, previa la frequenza di almeno il 75% delle ore di lezione in diretta streaming (il format del Master richiede la partecipazione in modalità sincrona).

Moduli obbligatori

  • La relazione d’aiuto
  • Il ruolo della famiglia e la relazione con i suoi membri
  • Progettazione personalizzatae co-progettazione
  • Il lavoro d’equipe nei servizi per la disabilità
  • Le persone con disabilità come soggetti di diritto e la critica intersezionale
  • Insegnare le abilità di autonomia

Moduli a scelta

  • Aspetti specifici della salute mentale della persona con disabilità
  • I comportamenti problema nell’età adulta
  • Il ruolo del lavoro nella costruzione di un percorso di vita adulta
  • Il ruolo del Disability Manager
  • Affettività e sessualità
  • L’ambiente e la tecnologia a supporto della persona con disabilità
  • La persona con disabilità è un cittadino! La partecipazione nella e per la comunità

Direzione Scientifica:

 
Elena Cabiati
Dario Ianes

È co-fondatore del Centro Studi Erickson di Trento, per il quale cura alcune collane, tra cui le Guide e i Materiali. Autore di vari articoli e libri e direttore della rivista “DIDA”.

Rimani aggiornato

Lasciaci la tua mail per restare aggiornato sulle prossime edizioni del master.