IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Libro
€ 15,30 -15% € 18,00
-15%
Vale 15 punti Erickson

La mediazione familiare intergenerazionale

Riflessioni a più voci sulla sperimentazione attuata presso il Comune di Ragusa

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed...

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed emergono nuove, a volte gravose, esigenze di assistenza.

L’incontro strutturato con un mediatore imparziale può permettere di superare transizioni anche complesse, giungendo a una ridefinizione dei ruoli e riassegnando a ognuno compiti specifici e adeguati ai nuovi bisogni. La realtà contraddittoria delle relazioni tra generazioni in famiglia può dunque essere indagata e affrontata con un approccio relazionale, grazie al quale il rapporto tra nonni, figli adulti e nipoti supera gli attriti ed esita in un sostegno reciproco. In questa prospettiva possono essere fornite risposte concrete anche alle esigenze di famiglie indigenti.

A partire dalla innovativa esperienza messa in pratica presso il Comune di Ragusa, viene sviluppata una riflessione a più voci in connessione con casi concreti e analoghe sperimentazioni innovative in Italia e in Europa. L’acquisizione di competenze nella mediazione dei conflitti intergenerazionali può concretamente risultare una preziosa risorsa per assistenti sociali, operatori socio-sanitari e educatori che operano nella pubblica amministrazione o in enti/cooperative che si occupano di anziani. Il volume si rivolge dunque a tutti i professionisti del sociale.

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed...

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed emergono nuove, a volte gravose, esigenze di assistenza.

L’incontro strutturato con un mediatore imparziale può permettere di superare transizioni anche complesse, giungendo a una ridefinizione dei ruoli e riassegnando a ognuno compiti specifici e adeguati ai nuovi bisogni. La realtà contraddittoria delle relazioni tra generazioni in famiglia può dunque essere indagata e affrontata con un approccio relazionale, grazie al quale il rapporto tra nonni, figli adulti e nipoti supera gli attriti ed esita in un sostegno reciproco. In questa prospettiva possono essere fornite risposte concrete anche alle esigenze di famiglie indigenti.

A partire dalla innovativa esperienza messa in pratica presso il Comune di Ragusa, viene sviluppata una riflessione a più voci in connessione con casi concreti e analoghe sperimentazioni innovative in Italia e in Europa. L’acquisizione di competenze nella mediazione dei conflitti intergenerazionali può concretamente risultare una preziosa risorsa per assistenti sociali, operatori socio-sanitari e educatori che operano nella pubblica amministrazione o in enti/cooperative che si occupano di anziani. Il volume si rivolge dunque a tutti i professionisti del sociale.

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed...

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed emergono nuove, a volte gravose, esigenze di assistenza.

L’incontro strutturato con un mediatore imparziale può permettere di superare transizioni anche complesse, giungendo a una ridefinizione dei ruoli e riassegnando a ognuno compiti specifici e adeguati ai nuovi bisogni. La realtà contraddittoria delle relazioni tra generazioni in famiglia può dunque essere indagata e affrontata con un approccio relazionale, grazie al quale il rapporto tra nonni, figli adulti e nipoti supera gli attriti ed esita in un sostegno reciproco. In questa prospettiva possono essere fornite risposte concrete anche alle esigenze di famiglie indigenti.

A partire dalla innovativa esperienza messa in pratica presso il Comune di Ragusa, viene sviluppata una riflessione a più voci in connessione con casi concreti e analoghe sperimentazioni innovative in Italia e in Europa. L’acquisizione di competenze nella mediazione dei conflitti intergenerazionali può concretamente risultare una preziosa risorsa per assistenti sociali, operatori socio-sanitari e educatori che operano nella pubblica amministrazione o in enti/cooperative che si occupano di anziani. Il volume si rivolge dunque a tutti i professionisti del sociale.

Libro
€ 15,30 -15% € 18,00
-15%
Vale 15 punti Erickson

Descrizione

Libro

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed...

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed emergono nuove, a volte gravose, esigenze di assistenza.

L’incontro strutturato con un mediatore imparziale può permettere di superare transizioni anche complesse, giungendo a una ridefinizione dei ruoli e riassegnando a ognuno compiti specifici e adeguati ai nuovi bisogni. La realtà contraddittoria delle relazioni tra generazioni in famiglia può dunque essere indagata e affrontata con un approccio relazionale, grazie al quale il rapporto tra nonni, figli adulti e nipoti supera gli attriti ed esita in un sostegno reciproco. In questa prospettiva possono essere fornite risposte concrete anche alle esigenze di famiglie indigenti.

A partire dalla innovativa esperienza messa in pratica presso il Comune di Ragusa, viene sviluppata una riflessione a più voci in connessione con casi concreti e analoghe sperimentazioni innovative in Italia e in Europa. L’acquisizione di competenze nella mediazione dei conflitti intergenerazionali può concretamente risultare una preziosa risorsa per assistenti sociali, operatori socio-sanitari e educatori che operano nella pubblica amministrazione o in enti/cooperative che si occupano di anziani. Il volume si rivolge dunque a tutti i professionisti del sociale.

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed...

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed emergono nuove, a volte gravose, esigenze di assistenza.

L’incontro strutturato con un mediatore imparziale può permettere di superare transizioni anche complesse, giungendo a una ridefinizione dei ruoli e riassegnando a ognuno compiti specifici e adeguati ai nuovi bisogni. La realtà contraddittoria delle relazioni tra generazioni in famiglia può dunque essere indagata e affrontata con un approccio relazionale, grazie al quale il rapporto tra nonni, figli adulti e nipoti supera gli attriti ed esita in un sostegno reciproco. In questa prospettiva possono essere fornite risposte concrete anche alle esigenze di famiglie indigenti.

A partire dalla innovativa esperienza messa in pratica presso il Comune di Ragusa, viene sviluppata una riflessione a più voci in connessione con casi concreti e analoghe sperimentazioni innovative in Italia e in Europa. L’acquisizione di competenze nella mediazione dei conflitti intergenerazionali può concretamente risultare una preziosa risorsa per assistenti sociali, operatori socio-sanitari e educatori che operano nella pubblica amministrazione o in enti/cooperative che si occupano di anziani. Il volume si rivolge dunque a tutti i professionisti del sociale.

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed...

La pratica della mediazione familiare consente di accompagnare la trasformazione delle relazioni in famiglia evitando che attriti e conflitti erodano i legami. È il caso di famiglie con persone anziane e/o non autosufficienti: i rapporti cambiano ed emergono nuove, a volte gravose, esigenze di assistenza.

L’incontro strutturato con un mediatore imparziale può permettere di superare transizioni anche complesse, giungendo a una ridefinizione dei ruoli e riassegnando a ognuno compiti specifici e adeguati ai nuovi bisogni. La realtà contraddittoria delle relazioni tra generazioni in famiglia può dunque essere indagata e affrontata con un approccio relazionale, grazie al quale il rapporto tra nonni, figli adulti e nipoti supera gli attriti ed esita in un sostegno reciproco. In questa prospettiva possono essere fornite risposte concrete anche alle esigenze di famiglie indigenti.

A partire dalla innovativa esperienza messa in pratica presso il Comune di Ragusa, viene sviluppata una riflessione a più voci in connessione con casi concreti e analoghe sperimentazioni innovative in Italia e in Europa. L’acquisizione di competenze nella mediazione dei conflitti intergenerazionali può concretamente risultare una preziosa risorsa per assistenti sociali, operatori socio-sanitari e educatori che operano nella pubblica amministrazione o in enti/cooperative che si occupano di anziani. Il volume si rivolge dunque a tutti i professionisti del sociale.

Libro
ISBN: 9788859017868
Data di pubblicazione: 12/2018
Numero Pagine: 227
Formato: 17x24cm
Libro

Premessa (G. Digrandi)
Introduzione. Un’innovazione nata quasi per caso (C. Marzotto)

CAP. 1 Le relazioni intergenerazionali, tra risorsa e vincolo (D. Bramanti)
CAP. 2 Genesi e storia della sperimentazione di mediazione familiare intergenerazionale (G. Digrandi)
CAP. 3 Analisi comparata di un caso con il modello teorico-operativo elaborato presso il Comune di Ragusa (G. Digrandi)
CAP. 4 Mediazione intergenerazionale e amministrazione di sostegno (L. Pisacane)
CAP. 5 Mediazione tra le generazioni a Ragusa e alcuni sviluppi possibili (M. Regni)
CAP. 6 Appunti di viaggio e riflessioni sulle mediazioni intergenerazionali osservate (S. Morando)
CAP. 7 Racconti di un aspirante mediatore. Dalle sorgenti iblee della mediazione familiare intergenerazionale alle valli alpine e alle risaie vercellesi (A. Lux)
CAP. 8 Dialogo con i lettori e prove di lavoro (C. Marzotto, G. Digrandi e i nostri colleghi lettori)
CAP. 9 Note metodologiche (C. Marzotto)
CAP. 10 La mediazione intergenerazionale in Gran Bretagna (L. Parkinson)
CAP. 11 Mediazione intergenerazionale in Francia per la continuità dei legami tra nonni e nipoti (A. Scrive)
CAP. 12 La mediazione familiare intergenerazionale con nuclei in difficoltà economica. L’esperienza del Comune di Ragusa (G. Digrandi)

Lavoro sociale Tutela dei minori
Libro
ISBN: 9788859017868
Data di pubblicazione: 12/2018
Numero Pagine: 227
Formato: 17x24cm
Libro

Premessa (G. Digrandi)
Introduzione. Un’innovazione nata quasi per caso (C. Marzotto)

CAP. 1 Le relazioni intergenerazionali, tra risorsa e vincolo (D. Bramanti)
CAP. 2 Genesi e storia della sperimentazione di mediazione familiare intergenerazionale (G. Digrandi)
CAP. 3 Analisi comparata di un caso con il modello teorico-operativo elaborato presso il Comune di Ragusa (G. Digrandi)
CAP. 4 Mediazione intergenerazionale e amministrazione di sostegno (L. Pisacane)
CAP. 5 Mediazione tra le generazioni a Ragusa e alcuni sviluppi possibili (M. Regni)
CAP. 6 Appunti di viaggio e riflessioni sulle mediazioni intergenerazionali osservate (S. Morando)
CAP. 7 Racconti di un aspirante mediatore. Dalle sorgenti iblee della mediazione familiare intergenerazionale alle valli alpine e alle risaie vercellesi (A. Lux)
CAP. 8 Dialogo con i lettori e prove di lavoro (C. Marzotto, G. Digrandi e i nostri colleghi lettori)
CAP. 9 Note metodologiche (C. Marzotto)
CAP. 10 La mediazione intergenerazionale in Gran Bretagna (L. Parkinson)
CAP. 11 Mediazione intergenerazionale in Francia per la continuità dei legami tra nonni e nipoti (A. Scrive)
CAP. 12 La mediazione familiare intergenerazionale con nuclei in difficoltà economica. L’esperienza del Comune di Ragusa (G. Digrandi)

Lavoro sociale Tutela dei minori

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."