IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Articoli e appuntamenti suggeriti

Le persone che vivono in condizioni di marginalità sono maestri di umanità - Erickson 1

Le persone che vivono in condizioni di marginalità sono maestri di umanità

Evitare progetti calati dall’alto, ma favorire ascolto e confronto

Il Relational Social Work può essere un aiuto concreto quando si lavora con persone che vivono in condizioni di marginalità. Questo approccio, infatti, consente di coinvolgerle come collaboratori a diversi livelli, cambiando la prospettiva dell’intervento.

Non ci si limita più a mettere in campo progetti d’aiuto calati dall’alto del sapere esperto degli operatori, che confermerebbe una loro posizione di marginalità, ma ci si pone in una posizione di ascolto pieno, che possa dare loro parola e permetta di costruire una relazione autentica. Le esperienze che hanno vissuto, infatti, li rendono maestri di umanità.

Nel video l’intervento di Chiara Panciroli del Centro di Ricerca Relational Social Work dell’Università Cattolica di Milano.

Leggi anche...
Ti potrebbero interessare...

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."