IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Articoli e appuntamenti suggeriti

Come giocare bene con qualcuno? - Erickson 1

Come giocare bene con qualcuno?

Quali sono gli elementi importanti per un'esperienza di gioco positiva

Quando cerchiamo un buon gioco, non ci interessa tanto il gioco che faremo quanto avere l’occasione di giocare bene insieme.

Se osserviamo abbastanza spesso, con abbastanza persone appartenenti a comunità di gioco diverse, scopriremo che in realtà non ci interessa neanche se sono giochi fisici o mentali, competitivi o cooperativi. Un gioco vale l’altro.

Scopriremo perfino che il tipo di attività che intraprendiamo non importa granché. Anche se sei stanco o pensieroso, potresti comunque goderti tantissimo una sfiancante partita a calcio. Dato che ormai le basi della tua fiducia e della tua sicurezza si sono estese al punto che non dipendono più da un gioco in particolare o da una comunità di gioco in particolare, sei disponibile a giocare a qualsiasi cosa. Anche se all’inizio ti senti stanco o solo o annoiato. Non importa, perché sei disponibile a giocare e sai che andrà bene qualunque attività, che ce la farai in qualunque gioco. E questo perché sai che l’energia non sta nel gioco ma nel giocare con le persone.

E così torniamo alla disponibilità di fondo. Ma ora sembra che la disponibilità crei altra disponibilità, che ora ricerchiamo attivamente quello che all’inizio non eravamo disposti a fare. Diventiamo disponibili a fare qualcosa che non avevamo nemmeno voglia di fare. Sospendiamo perfino il giudizio sul fatto che un gioco possa piacerci o meno finché ci ritroviamo a farlo. 

Sospendiamo perfino il timore e i preconcetti verso le persone con cui giochiamo. Tutto questo è iniziato nel momento in cui abbiamo cominciato a cercare un gioco a cui potevamo giocare

bene insieme, e si è consolidato nel momento in cui ci siamo resi conto che le persone con cui giochiamo sono importanti quanto il gioco che facciamo con loro — almeno altrettanto importanti.

Abbiamo già avviato la nostra comunità di gioco. Abbiamo giocato insieme, tu e io, e abbiamo trovato un modo di giocare bene insieme. Abbiamo stabilito l’intenzione. Ormai ci sentiamo al sicuro l’uno con l’altro — almeno mentre palleggiamo.

Ancora non siamo disponibili a giocare a qualsiasi cosa. Non abbiamo ancora stabilito tra noi una familiarità abbastanza profonda da trascendere il gioco che stiamo facendo. Abbiamo trovato la nostra unione in un gioco e non ce la sentiamo di metterla a rischio.

Abbiamo giocato bene. Solo che non abbiamo giocato abbastanza.

Questo testo è tratto dal libro Buon gioco di Bernard De Koven.

Bernard De Koven
Leggi anche...
Ti potrebbero interessare...

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."