IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Libro
€ 16,15 -5% € 17,00
-5%
Vale 16 punti Erickson

Diventare grandi

La condizione adulta delle persone con disabilità intellettiva

Un volume indispensabile per tutti coloro che operano, anche nell'infanzia e nell'adolescenza, con le persone con disabilità, che invita a guardare con fiducia e in modo progettuale alla possibilità che per tutti ci sia la possibilità di "diventare grandi".

Un volume indispensabile per tutti coloro che operano, anche nell'infanzia e nell'adolescenza, con le persone con disabilità, che invita a guardare con fiducia e in modo progettuale alla possibilità che per tutti ci sia la possibilità di "diventare grandi".

Un volume indispensabile per tutti coloro che operano, anche nell'infanzia e nell'adolescenza, con le persone con disabilità, che invita a guardare con fiducia e in modo progettuale alla possibilità che per tutti ci sia la possibilità di "diventare grandi".

Libro
€ 16,15 -5% € 17,00
-5%
Vale 16 punti Erickson

Descrizione

Libro

Nell’immaginario collettivo le persone con disabilità intellettiva sono da sempre gli «eterni ragazzi», i Peter Pan da trattenere in un’infanzia perenne all’interno di luoghi senza storia e senza tempo, come a The Never Land.

Tuttavia, le esperienze di inclusione scolastica, ...

Nell’immaginario collettivo le persone con disabilità intellettiva sono da sempre gli «eterni ragazzi», i Peter Pan da trattenere in un’infanzia perenne all’interno di luoghi senza storia e senza tempo, come a The Never Land.

Tuttavia, le esperienze di inclusione scolastica, lavorativa e sociale hanno iniziato a scalfire l’ostinato divieto culturale che impediva il loro accesso al mondo degli adulti. Le biografie di un numero crescente di persone con disabilità intellettiva, infatti, ci raccontano che la loro adultità comincia a esistere, è reale ed è sotto i nostri occhi.

Ma in che modo questa nuova condizione esistenziale si manifesta? C’è uno «stile» particolare che accomuna le persone con disabilità intellettiva? Il loro essere adulti coincide o si differenzia dall’immagine, peraltro sempre più sfuocata, dell’adulto «normotipico»? Cosa può facilitare il loro accesso ai ruoli che la società assegna agli adulti? Quali sfide questa «rivoluzione antropologica» pone alle famiglie, alla scuola, ai servizi, alla comunità e alle stesse persone con disabilità?

Nell’immaginario collettivo le persone con disabilità intellettiva sono da sempre gli «eterni ragazzi», i Peter Pan da trattenere in un’infanzia perenne all’interno di luoghi senza storia e senza tempo, come a The Never Land.

Tuttavia, le esperienze di inclusione scolastica, ...

Nell’immaginario collettivo le persone con disabilità intellettiva sono da sempre gli «eterni ragazzi», i Peter Pan da trattenere in un’infanzia perenne all’interno di luoghi senza storia e senza tempo, come a The Never Land.

Tuttavia, le esperienze di inclusione scolastica, lavorativa e sociale hanno iniziato a scalfire l’ostinato divieto culturale che impediva il loro accesso al mondo degli adulti. Le biografie di un numero crescente di persone con disabilità intellettiva, infatti, ci raccontano che la loro adultità comincia a esistere, è reale ed è sotto i nostri occhi.

Ma in che modo questa nuova condizione esistenziale si manifesta? C’è uno «stile» particolare che accomuna le persone con disabilità intellettiva? Il loro essere adulti coincide o si differenzia dall’immagine, peraltro sempre più sfuocata, dell’adulto «normotipico»? Cosa può facilitare il loro accesso ai ruoli che la società assegna agli adulti? Quali sfide questa «rivoluzione antropologica» pone alle famiglie, alla scuola, ai servizi, alla comunità e alle stesse persone con disabilità?

Nell’immaginario collettivo le persone con disabilità intellettiva sono da sempre gli «eterni ragazzi», i Peter Pan da trattenere in un’infanzia perenne all’interno di luoghi senza storia e senza tempo, come a The Never Land.

Tuttavia, le esperienze di inclusione scolastica, ...

Nell’immaginario collettivo le persone con disabilità intellettiva sono da sempre gli «eterni ragazzi», i Peter Pan da trattenere in un’infanzia perenne all’interno di luoghi senza storia e senza tempo, come a The Never Land.

Tuttavia, le esperienze di inclusione scolastica, lavorativa e sociale hanno iniziato a scalfire l’ostinato divieto culturale che impediva il loro accesso al mondo degli adulti. Le biografie di un numero crescente di persone con disabilità intellettiva, infatti, ci raccontano che la loro adultità comincia a esistere, è reale ed è sotto i nostri occhi.

Ma in che modo questa nuova condizione esistenziale si manifesta? C’è uno «stile» particolare che accomuna le persone con disabilità intellettiva? Il loro essere adulti coincide o si differenzia dall’immagine, peraltro sempre più sfuocata, dell’adulto «normotipico»? Cosa può facilitare il loro accesso ai ruoli che la società assegna agli adulti? Quali sfide questa «rivoluzione antropologica» pone alle famiglie, alla scuola, ai servizi, alla comunità e alle stesse persone con disabilità?

Libro
ISBN: 9788859021582
Data di pubblicazione: 06/2020
Numero Pagine: 176
Formato: 17x24cm
Libro

Introduzione – Lettera a Enrico Montobbio

Parte prima - Il viaggio di Peter Pan
La vita non è un gioco
Peter Pan abita ancora qui?
Chi ben comincia...
Si diventa grandi cominciando da piccoli
Non ci sono più gli adulti di una volta

Parte seconda - Via dall’Isola che non c’è
Elogio dell’imprevisto (e non solo)
Cinque suggerimenti per aiutare Peter Pan a diventare grande

Postfazione (di Franca Olivetti Manoukian)
Letture per orientarsi

Autismo e disabilità Disabilità Disabilità intellettiva
Libro
ISBN: 9788859021582
Data di pubblicazione: 06/2020
Numero Pagine: 176
Formato: 17x24cm
Libro

Introduzione – Lettera a Enrico Montobbio

Parte prima - Il viaggio di Peter Pan
La vita non è un gioco
Peter Pan abita ancora qui?
Chi ben comincia...
Si diventa grandi cominciando da piccoli
Non ci sono più gli adulti di una volta

Parte seconda - Via dall’Isola che non c’è
Elogio dell’imprevisto (e non solo)
Cinque suggerimenti per aiutare Peter Pan a diventare grande

Postfazione (di Franca Olivetti Manoukian)
Letture per orientarsi

Autismo e disabilità Disabilità Disabilità intellettiva

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."