IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Iscrizione Corso online
€ 195,00
Vale 156 punti Erickson

Corso pratico di Educazione emotiva

La gestione del gruppo classe e la promozione dell’Intelligenza Emotiva a scuola.

Dal 04 febbraio 2020 50 ore

La Scuola è luogo dove bambini e ragazzi imparano non solo lo studio delle materie scolastiche, ma anche a socializzare, a sperimentarsi come individui nel mondo con le loro insicurezze, frustrazioni e difficoltà proprie della fase evolutiva. Per...

La Scuola è luogo dove bambini e ragazzi imparano non solo lo studio delle materie scolastiche, ma anche a socializzare, a sperimentarsi come individui nel mondo con le loro insicurezze, frustrazioni e difficoltà proprie della fase evolutiva. Per questo risulta utile creare le condizioni necessarie che favoriscano l’apprendimento e al contempo aiutare i docenti al compito di questo duplice mandato: programma didattico e programma di vita.
Infatti sempre più di frequente i docenti si trovano a dover affrontare problematiche di varia natura all’interno del gruppo classe. Nei bambini si riscontra una difficoltà nella gestione della rabbia e della frustrazione con relative conseguenze comportamentali difficili da gestire. Negli adolescenti il disagio sembra essere caratterizzato più che in passato da dipendenza patologica di vario tipo (non solo l’abuso di sostanze ma anche dai media digitali, ricerca del rischio e disturbi alimentari).
Il corso offre degli strumenti pratici da utilizzare con la classe o con piccoli gruppi di bambini e adolescenti. Saranno presentate tecniche educative, organizzate sotto forma di attività trasversali all’insegnamento, che aiuteranno il docente a gestire il gruppo nella comunicazione, nella soluzione di conflitti e a insegnare ai propri alunni abilità empatiche e di gestione emotiva.
Un lavoro costante e duraturo nel tempo allenerà bambini e ragazzi a riconoscere, vivere e gestire le proprie emozioni, abilità considerata un fattore protettivo contro disagio psicologico.
Per partecipare al corso è necessario che il corsista lavori con un gruppo di bambini o ragazzi per poter sperimentare nella pratica le attività proposte. Il corsista deve inoltre dare la sua disponibilità al confronto con gli altri partecipanti al fine di utilizzare la condivisione dei lavori come ulteriore strumento di apprendimento.

La Scuola è luogo dove bambini e ragazzi imparano non solo lo studio delle materie scolastiche, ma anche a socializzare, a sperimentarsi come individui nel mondo con le loro insicurezze, frustrazioni e difficoltà proprie della fase evolutiva. Per...

La Scuola è luogo dove bambini e ragazzi imparano non solo lo studio delle materie scolastiche, ma anche a socializzare, a sperimentarsi come individui nel mondo con le loro insicurezze, frustrazioni e difficoltà proprie della fase evolutiva. Per questo risulta utile creare le condizioni necessarie che favoriscano l’apprendimento e al contempo aiutare i docenti al compito di questo duplice mandato: programma didattico e programma di vita.
Infatti sempre più di frequente i docenti si trovano a dover affrontare problematiche di varia natura all’interno del gruppo classe. Nei bambini si riscontra una difficoltà nella gestione della rabbia e della frustrazione con relative conseguenze comportamentali difficili da gestire. Negli adolescenti il disagio sembra essere caratterizzato più che in passato da dipendenza patologica di vario tipo (non solo l’abuso di sostanze ma anche dai media digitali, ricerca del rischio e disturbi alimentari).
Il corso offre degli strumenti pratici da utilizzare con la classe o con piccoli gruppi di bambini e adolescenti. Saranno presentate tecniche educative, organizzate sotto forma di attività trasversali all’insegnamento, che aiuteranno il docente a gestire il gruppo nella comunicazione, nella soluzione di conflitti e a insegnare ai propri alunni abilità empatiche e di gestione emotiva.
Un lavoro costante e duraturo nel tempo allenerà bambini e ragazzi a riconoscere, vivere e gestire le proprie emozioni, abilità considerata un fattore protettivo contro disagio psicologico.
Per partecipare al corso è necessario che il corsista lavori con un gruppo di bambini o ragazzi per poter sperimentare nella pratica le attività proposte. Il corsista deve inoltre dare la sua disponibilità al confronto con gli altri partecipanti al fine di utilizzare la condivisione dei lavori come ulteriore strumento di apprendimento.

La Scuola è luogo dove bambini e ragazzi imparano non solo lo studio delle materie scolastiche, ma anche a socializzare, a sperimentarsi come individui nel mondo con le loro insicurezze, frustrazioni e difficoltà proprie della fase evolutiva. Per...

La Scuola è luogo dove bambini e ragazzi imparano non solo lo studio delle materie scolastiche, ma anche a socializzare, a sperimentarsi come individui nel mondo con le loro insicurezze, frustrazioni e difficoltà proprie della fase evolutiva. Per questo risulta utile creare le condizioni necessarie che favoriscano l’apprendimento e al contempo aiutare i docenti al compito di questo duplice mandato: programma didattico e programma di vita.
Infatti sempre più di frequente i docenti si trovano a dover affrontare problematiche di varia natura all’interno del gruppo classe. Nei bambini si riscontra una difficoltà nella gestione della rabbia e della frustrazione con relative conseguenze comportamentali difficili da gestire. Negli adolescenti il disagio sembra essere caratterizzato più che in passato da dipendenza patologica di vario tipo (non solo l’abuso di sostanze ma anche dai media digitali, ricerca del rischio e disturbi alimentari).
Il corso offre degli strumenti pratici da utilizzare con la classe o con piccoli gruppi di bambini e adolescenti. Saranno presentate tecniche educative, organizzate sotto forma di attività trasversali all’insegnamento, che aiuteranno il docente a gestire il gruppo nella comunicazione, nella soluzione di conflitti e a insegnare ai propri alunni abilità empatiche e di gestione emotiva.
Un lavoro costante e duraturo nel tempo allenerà bambini e ragazzi a riconoscere, vivere e gestire le proprie emozioni, abilità considerata un fattore protettivo contro disagio psicologico.
Per partecipare al corso è necessario che il corsista lavori con un gruppo di bambini o ragazzi per poter sperimentare nella pratica le attività proposte. Il corsista deve inoltre dare la sua disponibilità al confronto con gli altri partecipanti al fine di utilizzare la condivisione dei lavori come ulteriore strumento di apprendimento.

Iscrizione Corso online
€ 195,00
Vale 156 punti Erickson

contenuti

Modulo 1 – Introduzione all’Educazione Emotiva
Contenuti: Cos’è l’Educazione Emotiva. Cos’è l’Empatia. I Neuroni Specchio. Ricerche nazionali e internazionali sull’Educazione Emotiva. Raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in...

Modulo 1 – Introduzione all’Educazione Emotiva
Contenuti: Cos’è l’Educazione Emotiva. Cos’è l’Empatia. I Neuroni Specchio. Ricerche nazionali e internazionali sull’Educazione Emotiva. Raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in ambito educativo.
Obiettivi:
Riconoscere l’importanza e l’utilità dell’Educazione Emotiva nella Scuola come fattore di prevenzione dal disagio psicologico ed emotivo.
Identificare le caratteristiche dell’Empatia e discriminare altre modalità di comunicazione che non interessano quella empatica.
Rintracciare i collegamenti fra benessere emotivo e funzionamento cerebrale (cenni di neurofisiologia).
Ricordare le raccomandazioni dell’OMS sulla prevenzione a Scuola legate a interventi scolastici di prevenzione.
Comparare la propria esperienza scolastica con quella attuale, dapprima nella veste di alunno e successivamente nella veste di insegnante, al fine di allenare l’empatia con i propri alunni.

Modulo 2 – Educazione Emotiva in pratica: la tecnica del Rispecchiamento Emotivo
Contenuti: Il Rispecchiamento Emotivo. Le Regole. Trappole che ostacolano la comunicazione empatica.
Obiettivi:
Riconoscere la differenza fra Empatia e Rispecchiamento Emotivo sul piano teorico
Riconoscere l’importanza che L’Empatia ed il Rispecchiamento Emotivo hanno per una comunicazione efficace fra alunni e alunno-insegnante.
Riconoscere l’importanza e il ruolo che l’Empatia ed il Rispecchiamento Emotivo hanno nella prevenzione del disagio emotivo e psicologico (gestione delle emozioni, ansia, dipendenza patologica)
Riconoscere e usare la patica comunicativa del Rispecchiamento Emotivo per trasmettere empatia all’interlocutore dal punto di vista verbale e comportamentale, allenandosi attraverso l’esercitazione proposta nel modulo e la condivisione dei lavori nel forum.

Modulo 3: Educazione Emotiva in pratica: strumenti e attività di Educazione Emotiva per il gruppo classe.
Obiettivi:
Riconoscere i segnali fisici e comportamentali di un attacco di ansia;
Discriminare i segnali di un attacco di panico e quelli di un attacco di ansia;
Intervenire efficacemente durante un attacco di panico/ansia di un alunno;
Discriminare le attività legate alla prevenzione (da utilizzare a lungo termine) e quelle legate all’emergenza (problem-solving) per utilizzarle nelle situazioni appropriate;
Contenuti: Educazione Emotiva in pratica. Attività di Educazione Emotiva per il gruppo classe. Ansia e attacchi di panico. Indicazioni per la gestione dell’ansia a scuola.

Modulo 4: Allenamento e sperimentazione delle attività di Educazione Emotiva

Obiettivi:
Utilizzare le attività di Educazione Emotiva proposte nel corso nella propria classe di alunni
Riflettere sul proprio operato durante e a fine sperimentazione, sulle difficoltà riscontrate nel gruppo e sul proprio stile educativo adottato.
Attuare un programma di prevenzione pratica sugli attacchi di panico a scuola.
Contenuti:
Questo modulo non prevede materiali di studio e sarà prettamente pratico. Durante il periodo previsto per lo svolgimento del modulo, i corsisti si concentreranno nella sperimentazione delle tecniche nella loro classe di alunni e potranno utilizzare due forum (dedicati a questa esercitazione): Forum di confronto sulle esperienze con gli altri corsisti, Forum di confronto diretto con il Tutor che monitorerà il lavoro.

Modulo 1 – Introduzione all’Educazione Emotiva
Contenuti: Cos’è l’Educazione Emotiva. Cos’è l’Empatia. I Neuroni Specchio. Ricerche nazionali e internazionali sull’Educazione Emotiva. Raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in...

Modulo 1 – Introduzione all’Educazione Emotiva
Contenuti: Cos’è l’Educazione Emotiva. Cos’è l’Empatia. I Neuroni Specchio. Ricerche nazionali e internazionali sull’Educazione Emotiva. Raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in ambito educativo.
Obiettivi:
Riconoscere l’importanza e l’utilità dell’Educazione Emotiva nella Scuola come fattore di prevenzione dal disagio psicologico ed emotivo.
Identificare le caratteristiche dell’Empatia e discriminare altre modalità di comunicazione che non interessano quella empatica.
Rintracciare i collegamenti fra benessere emotivo e funzionamento cerebrale (cenni di neurofisiologia).
Ricordare le raccomandazioni dell’OMS sulla prevenzione a Scuola legate a interventi scolastici di prevenzione.
Comparare la propria esperienza scolastica con quella attuale, dapprima nella veste di alunno e successivamente nella veste di insegnante, al fine di allenare l’empatia con i propri alunni.

Modulo 2 – Educazione Emotiva in pratica: la tecnica del Rispecchiamento Emotivo
Contenuti: Il Rispecchiamento Emotivo. Le Regole. Trappole che ostacolano la comunicazione empatica.
Obiettivi:
Riconoscere la differenza fra Empatia e Rispecchiamento Emotivo sul piano teorico
Riconoscere l’importanza che L’Empatia ed il Rispecchiamento Emotivo hanno per una comunicazione efficace fra alunni e alunno-insegnante.
Riconoscere l’importanza e il ruolo che l’Empatia ed il Rispecchiamento Emotivo hanno nella prevenzione del disagio emotivo e psicologico (gestione delle emozioni, ansia, dipendenza patologica)
Riconoscere e usare la patica comunicativa del Rispecchiamento Emotivo per trasmettere empatia all’interlocutore dal punto di vista verbale e comportamentale, allenandosi attraverso l’esercitazione proposta nel modulo e la condivisione dei lavori nel forum.

Modulo 3: Educazione Emotiva in pratica: strumenti e attività di Educazione Emotiva per il gruppo classe.
Obiettivi:
Riconoscere i segnali fisici e comportamentali di un attacco di ansia;
Discriminare i segnali di un attacco di panico e quelli di un attacco di ansia;
Intervenire efficacemente durante un attacco di panico/ansia di un alunno;
Discriminare le attività legate alla prevenzione (da utilizzare a lungo termine) e quelle legate all’emergenza (problem-solving) per utilizzarle nelle situazioni appropriate;
Contenuti: Educazione Emotiva in pratica. Attività di Educazione Emotiva per il gruppo classe. Ansia e attacchi di panico. Indicazioni per la gestione dell’ansia a scuola.

Modulo 4: Allenamento e sperimentazione delle attività di Educazione Emotiva

Obiettivi:
Utilizzare le attività di Educazione Emotiva proposte nel corso nella propria classe di alunni
Riflettere sul proprio operato durante e a fine sperimentazione, sulle difficoltà riscontrate nel gruppo e sul proprio stile educativo adottato.
Attuare un programma di prevenzione pratica sugli attacchi di panico a scuola.
Contenuti:
Questo modulo non prevede materiali di studio e sarà prettamente pratico. Durante il periodo previsto per lo svolgimento del modulo, i corsisti si concentreranno nella sperimentazione delle tecniche nella loro classe di alunni e potranno utilizzare due forum (dedicati a questa esercitazione): Forum di confronto sulle esperienze con gli altri corsisti, Forum di confronto diretto con il Tutor che monitorerà il lavoro.

Modulo 1 – Introduzione all’Educazione Emotiva
Contenuti: Cos’è l’Educazione Emotiva. Cos’è l’Empatia. I Neuroni Specchio. Ricerche nazionali e internazionali sull’Educazione Emotiva. Raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in...

Modulo 1 – Introduzione all’Educazione Emotiva
Contenuti: Cos’è l’Educazione Emotiva. Cos’è l’Empatia. I Neuroni Specchio. Ricerche nazionali e internazionali sull’Educazione Emotiva. Raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in ambito educativo.
Obiettivi:
Riconoscere l’importanza e l’utilità dell’Educazione Emotiva nella Scuola come fattore di prevenzione dal disagio psicologico ed emotivo.
Identificare le caratteristiche dell’Empatia e discriminare altre modalità di comunicazione che non interessano quella empatica.
Rintracciare i collegamenti fra benessere emotivo e funzionamento cerebrale (cenni di neurofisiologia).
Ricordare le raccomandazioni dell’OMS sulla prevenzione a Scuola legate a interventi scolastici di prevenzione.
Comparare la propria esperienza scolastica con quella attuale, dapprima nella veste di alunno e successivamente nella veste di insegnante, al fine di allenare l’empatia con i propri alunni.

Modulo 2 – Educazione Emotiva in pratica: la tecnica del Rispecchiamento Emotivo
Contenuti: Il Rispecchiamento Emotivo. Le Regole. Trappole che ostacolano la comunicazione empatica.
Obiettivi:
Riconoscere la differenza fra Empatia e Rispecchiamento Emotivo sul piano teorico
Riconoscere l’importanza che L’Empatia ed il Rispecchiamento Emotivo hanno per una comunicazione efficace fra alunni e alunno-insegnante.
Riconoscere l’importanza e il ruolo che l’Empatia ed il Rispecchiamento Emotivo hanno nella prevenzione del disagio emotivo e psicologico (gestione delle emozioni, ansia, dipendenza patologica)
Riconoscere e usare la patica comunicativa del Rispecchiamento Emotivo per trasmettere empatia all’interlocutore dal punto di vista verbale e comportamentale, allenandosi attraverso l’esercitazione proposta nel modulo e la condivisione dei lavori nel forum.

Modulo 3: Educazione Emotiva in pratica: strumenti e attività di Educazione Emotiva per il gruppo classe.
Obiettivi:
Riconoscere i segnali fisici e comportamentali di un attacco di ansia;
Discriminare i segnali di un attacco di panico e quelli di un attacco di ansia;
Intervenire efficacemente durante un attacco di panico/ansia di un alunno;
Discriminare le attività legate alla prevenzione (da utilizzare a lungo termine) e quelle legate all’emergenza (problem-solving) per utilizzarle nelle situazioni appropriate;
Contenuti: Educazione Emotiva in pratica. Attività di Educazione Emotiva per il gruppo classe. Ansia e attacchi di panico. Indicazioni per la gestione dell’ansia a scuola.

Modulo 4: Allenamento e sperimentazione delle attività di Educazione Emotiva

Obiettivi:
Utilizzare le attività di Educazione Emotiva proposte nel corso nella propria classe di alunni
Riflettere sul proprio operato durante e a fine sperimentazione, sulle difficoltà riscontrate nel gruppo e sul proprio stile educativo adottato.
Attuare un programma di prevenzione pratica sugli attacchi di panico a scuola.
Contenuti:
Questo modulo non prevede materiali di studio e sarà prettamente pratico. Durante il periodo previsto per lo svolgimento del modulo, i corsisti si concentreranno nella sperimentazione delle tecniche nella loro classe di alunni e potranno utilizzare due forum (dedicati a questa esercitazione): Forum di confronto sulle esperienze con gli altri corsisti, Forum di confronto diretto con il Tutor che monitorerà il lavoro.


Le esercitazioni proposte nel corso hanno l’obiettivo di insegnare al docente a guardare una situazione di conflitto o le difficoltà comportamentali dell’alunno con una chiave riflessiva e strategica piuttosto che giudicante e punitiva. Sarà allenata quindi l’abilità metacognitiva di riflettere su una situazione, sul senso che ha e sulla strategia da utilizzare per raggiungere l’obiettivo educativo, piuttosto che passare all’azione che potrebbe bloccare la comprensione del problema.
Attraverso le attività di Educazione Emotiva da utilizzare in classe, gli alunni acquisiranno con il tempo la medesima competenza. Si eserciteranno sul riconoscimento delle emozioni proprie e degli altri, sull’abilità empatica e sulla gestione delle problematiche in classe. Imparare a gestire le proprie emozioni vuol dire, infatti, possedere l’abilità metacognitiva di riflettere sui propri stati mentali e modulare le reazioni emotive.

Docenti dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di secondo grado, educatori, pedagogisti, psicologi.

I compiti del corsista saranno di leggere i materiali proposti nei moduli, realizzare un elaborato scritto, analizzare casi-studio proposte dal Tutor, sperimentare nella propria classe attività educative, ricercare risorse video sul web, visionare i filmati proposti finalizzati a consolidare l’apprendimento.

Per ogni modulo sono presenti delle esercitazioni, il tutor per ogni attività svolta dai corsisti fornirà feedback personalizzati e proporrà ulteriori approfondimenti. I forum saranno l’occasione per la condivisione degli elaborati e lo scambio infragruppo. Il tutor è a disposizione quotidianamente per dare indicazioni teoriche e pratiche, rispondere a quesiti fornendo la propria competenza in materia.

Le esercitazioni proposte nel corso hanno l’obiettivo di insegnare al docente a guardare una situazione di conflitto o le difficoltà comportamentali dell’alunno con una chiave riflessiva e strategica piuttosto che giudicante e punitiva. Sarà allenata quindi l’abilità metacognitiva di riflettere su una situazione, sul senso che ha e sulla strategia da utilizzare per raggiungere l’obiettivo educativo, piuttosto che passare all’azione che potrebbe bloccare la comprensione del problema.
Attraverso le attività di Educazione Emotiva da utilizzare in classe, gli alunni acquisiranno con il tempo la medesima competenza. Si eserciteranno sul riconoscimento delle emozioni proprie e degli altri, sull’abilità empatica e sulla gestione delle problematiche in classe. Imparare a gestire le proprie emozioni vuol dire, infatti, possedere l’abilità metacognitiva di riflettere sui propri stati mentali e modulare le reazioni emotive.

Docenti dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di secondo grado, educatori, pedagogisti, psicologi.

I compiti del corsista saranno di leggere i materiali proposti nei moduli, realizzare un elaborato scritto, analizzare casi-studio proposte dal Tutor, sperimentare nella propria classe attività educative, ricercare risorse video sul web, visionare i filmati proposti finalizzati a consolidare l’apprendimento.

Per ogni modulo sono presenti delle esercitazioni, il tutor per ogni attività svolta dai corsisti fornirà feedback personalizzati e proporrà ulteriori approfondimenti. I forum saranno l’occasione per la condivisione degli elaborati e lo scambio infragruppo. Il tutor è a disposizione quotidianamente per dare indicazioni teoriche e pratiche, rispondere a quesiti fornendo la propria competenza in materia.

Autrice e Tutor: Francesca Mencaroni
Il corso ha una durata di circa 2 mesi.
Ogni modulo si conclude con un'esercitazione da consegnare entro le date prestabilite.


Autrice e Tutor: Francesca Mencaroni
Il corso ha una durata di circa 2 mesi.
Ogni modulo si conclude con un'esercitazione da consegnare entro le date prestabilite.



Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.

Formatori

Ti potrebbero interessare

;

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."