Uno solo, ben fatto

Leggere tra le righe l'autolesionismo

Erickson Advantages

Il volume affronta l’autolesionismo attraverso la voce di ragazzi e ragazze che si infliggono volontariamente tagli e lesioni come espressione di un disagio profondo, ingestibile, per esprimere il quale non riescono a trovare una via migliore.

Leggi di più
Scegli
Non Disponibile
Solo %1 rimasto/i
Acquistabile con Carta del Docente
12,83 € -5% di sconto 13,50 €
Ricevi punti Erickson Per ogni prodotto acquistato ricevi punti Erickson che puoi utilizzare per ottenere sconti sui tuoi prossimi acquisti.
Aggiungi alla lista desideri

A casa tua in 24/48 ore

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

In questo libro

Contenuti e indice

Indice

Mettersi in ascolto dell’umano (Scuola Holden)
Tra le righe con gli adolescenti (S. Vicari)
Un giorno butterai via tutto quanto (A. Mhimid)
Tra le righe con Marta (S. Vicari)
Vai a capirli tu, ’sti boomer (M. Piran)
Tra le righe con Simone (S. Vicari)
Gli alberi hanno iniziato a fiorire (A. Mhimid)
Tra le righe con Angela (S. Vicari)
Guida pratica in cinque passi

Continua a leggere

Tematiche

Marta, Simone e Angela hanno età differenti, vengono da famiglie diverse, conducono vite che non si somigliano. Eppure, hanno in comune qualcosa, qualcosa che purtroppo condividono con moltissimi altri coetanei: compiono atti di autolesionismo, infliggono dolore e segni al proprio corpo per trovare sollievo da una sofferenza interiore che non riescono a comunicare e per cui non riescono a chiedere aiuto.

Le condotte autolesive sono cresciute del 75% negli ultimi dieci anni, e ancora più a seguito della pandemia, nella fascia di età che va dai 9 ai 17 anni. Si tratta di un comportamento indice di una sofferenza profonda ma poco visibile, e per questa ragione particolarmente difficile da individuare da parte degli adulti, benché lasci tracce evidenti sul corpo. Condotte di questo tipo hanno una diffusione sempre più preoccupante, considerata anche la possibilità di spettacolarizzazione offerta dalle funzionalità più sfuggenti dei social network.

Il volume Uno solo, ben fatto, di Stefano Vicari, primario di neuropsichiatria infantile e tra i più celebri professionisti del settore, inquadra il fenomeno da un punto di vista scientifico ma con un linguaggio semplice e comprensibile, aiutandoci a capire cosa può scatenarlo, come riconoscerlo e intervenire tempestivamente. Il volume è scritto in collaborazione la Scuola Holden che dà voce alle storie di Marta, Simone e Angela in tre intensi racconti, accompagnati da bellissime illustrazioni.

Uno solo, ben fatto è un libro per molti: per chi, da genitore o familiare, ha bisogno di comprendere e intercettare la richiesta di aiuto di un figlio, per chi, come psicologo, educatore o insegnante, lavora con i giovani e ha sempre più necessità di strumenti e risorse aggiornati, e anche per chi in prima persona sta soffrendo, e può trovare in queste pagine la forza di guardarsi e la possibilità di non sentirsi più solo.

Leggere tra le righe
Leggere tra le righe e una serie editoriale dedicata alla salute mentale di bambini, bambine e adolescenti. Frutto della collaborazione tra le Edizioni Erickson e la Scuola Holden, si rivolge a chiunque sia interessato, per ragioni personali (genitori, adolescenti), così come per motivi professionali (psicologi, educatori, insegnanti), a conoscere da vicino le forme e i sintomi di alcuni dei disturbi psicologici più ricorrenti e frequenti nelle giovani generazioni.

Specifiche prodotto

  • Il libro, nella versione ebook, è realizzato in formato pdf e protetto con social watermarking.
  • Può essere letto su tutti i dispositivi in cui sia presente un applicativo in grado di leggere i file pdf.
  • Non è stampabile.
  • Per maggiori informazioni vedi la Guida alla lettura degli E-BOOK.

Autori e autrici

Stefano Vicari

Stefano Vicari

Autore

È Professore Ordinario di Neuropsichiatria Infantile alla Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e Primario presso l’Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile dell’IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Socio fondatore dell’Istituto di Neuropsichiatria ReTe, Ricerca e Terapia in Età evolutiva, Roma, è membro di commissioni ministeriali sul tema della salute mentale in età evolutiva.

Scopri di più

Recensioni e domande