IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Libro
€ 5,00 -75% € 20,00
-75%
Vale 5 punti Erickson

Storie di caregiver

Il senso della cura

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti...

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti dei caregiver.
Opponendosi a una concezione, tutt’ora diffusa, che vede l’accudimento come un «peso» sia per chi lo pratica sia per chi lo riceve, Storie di caregiver presenta un approccio positivo al prendersi cura, esplorando il rapporto tra le relazioni di cura, la coesione e la giustizia sociale.
Attraverso le testimonianze di 12 carer, Marian Barnes — tra i massimi esperti sui temi della partecipazione dei caregiver e degli utenti alla programmazione dei servizi — descrive compiti, funzioni, tipologie delle varie forme di assistenza informale, delineando i principi di un’«etica della cura» che valorizzi il contributo al benessere sociale di chi presta tale servizio.
Destinato a chiunque abbia, o abbia avuto, all’interno della propria famiglia un caro bisognoso di cure quotidiane per le ragioni più svariate (disabilità, infermità, demenza senile), ma anche a chi opera, da professionista o da volontario, nei servizi socio-assistenziali, così come a studenti di scienze sociali e della salute, il volume dà un apporto fondamentale alla definizione delle pratiche di assistenza informale e al riconoscimento del loro valore sociale.

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti...

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti dei caregiver.
Opponendosi a una concezione, tutt’ora diffusa, che vede l’accudimento come un «peso» sia per chi lo pratica sia per chi lo riceve, Storie di caregiver presenta un approccio positivo al prendersi cura, esplorando il rapporto tra le relazioni di cura, la coesione e la giustizia sociale.
Attraverso le testimonianze di 12 carer, Marian Barnes — tra i massimi esperti sui temi della partecipazione dei caregiver e degli utenti alla programmazione dei servizi — descrive compiti, funzioni, tipologie delle varie forme di assistenza informale, delineando i principi di un’«etica della cura» che valorizzi il contributo al benessere sociale di chi presta tale servizio.
Destinato a chiunque abbia, o abbia avuto, all’interno della propria famiglia un caro bisognoso di cure quotidiane per le ragioni più svariate (disabilità, infermità, demenza senile), ma anche a chi opera, da professionista o da volontario, nei servizi socio-assistenziali, così come a studenti di scienze sociali e della salute, il volume dà un apporto fondamentale alla definizione delle pratiche di assistenza informale e al riconoscimento del loro valore sociale.

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti...

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti dei caregiver.
Opponendosi a una concezione, tutt’ora diffusa, che vede l’accudimento come un «peso» sia per chi lo pratica sia per chi lo riceve, Storie di caregiver presenta un approccio positivo al prendersi cura, esplorando il rapporto tra le relazioni di cura, la coesione e la giustizia sociale.
Attraverso le testimonianze di 12 carer, Marian Barnes — tra i massimi esperti sui temi della partecipazione dei caregiver e degli utenti alla programmazione dei servizi — descrive compiti, funzioni, tipologie delle varie forme di assistenza informale, delineando i principi di un’«etica della cura» che valorizzi il contributo al benessere sociale di chi presta tale servizio.
Destinato a chiunque abbia, o abbia avuto, all’interno della propria famiglia un caro bisognoso di cure quotidiane per le ragioni più svariate (disabilità, infermità, demenza senile), ma anche a chi opera, da professionista o da volontario, nei servizi socio-assistenziali, così come a studenti di scienze sociali e della salute, il volume dà un apporto fondamentale alla definizione delle pratiche di assistenza informale e al riconoscimento del loro valore sociale.

Libro
€ 5,00 -75% € 20,00
-75%
Vale 5 punti Erickson

Descrizione

Libro

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti...

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti dei caregiver.
Opponendosi a una concezione, tutt’ora diffusa, che vede l’accudimento come un «peso» sia per chi lo pratica sia per chi lo riceve, Storie di caregiver presenta un approccio positivo al prendersi cura, esplorando il rapporto tra le relazioni di cura, la coesione e la giustizia sociale.
Attraverso le testimonianze di 12 carer, Marian Barnes — tra i massimi esperti sui temi della partecipazione dei caregiver e degli utenti alla programmazione dei servizi — descrive compiti, funzioni, tipologie delle varie forme di assistenza informale, delineando i principi di un’«etica della cura» che valorizzi il contributo al benessere sociale di chi presta tale servizio.
Destinato a chiunque abbia, o abbia avuto, all’interno della propria famiglia un caro bisognoso di cure quotidiane per le ragioni più svariate (disabilità, infermità, demenza senile), ma anche a chi opera, da professionista o da volontario, nei servizi socio-assistenziali, così come a studenti di scienze sociali e della salute, il volume dà un apporto fondamentale alla definizione delle pratiche di assistenza informale e al riconoscimento del loro valore sociale.

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti...

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti dei caregiver.
Opponendosi a una concezione, tutt’ora diffusa, che vede l’accudimento come un «peso» sia per chi lo pratica sia per chi lo riceve, Storie di caregiver presenta un approccio positivo al prendersi cura, esplorando il rapporto tra le relazioni di cura, la coesione e la giustizia sociale.
Attraverso le testimonianze di 12 carer, Marian Barnes — tra i massimi esperti sui temi della partecipazione dei caregiver e degli utenti alla programmazione dei servizi — descrive compiti, funzioni, tipologie delle varie forme di assistenza informale, delineando i principi di un’«etica della cura» che valorizzi il contributo al benessere sociale di chi presta tale servizio.
Destinato a chiunque abbia, o abbia avuto, all’interno della propria famiglia un caro bisognoso di cure quotidiane per le ragioni più svariate (disabilità, infermità, demenza senile), ma anche a chi opera, da professionista o da volontario, nei servizi socio-assistenziali, così come a studenti di scienze sociali e della salute, il volume dà un apporto fondamentale alla definizione delle pratiche di assistenza informale e al riconoscimento del loro valore sociale.

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti...

Nei Paesi occidentali l’assistenza informale è stata ormai riconosciuta come una questione centrale dalle politiche sociali e dai servizi socio-assistenziali, e tuttavia molto ancora resta da fare per una piena definizione del ruolo e dei diritti dei caregiver.
Opponendosi a una concezione, tutt’ora diffusa, che vede l’accudimento come un «peso» sia per chi lo pratica sia per chi lo riceve, Storie di caregiver presenta un approccio positivo al prendersi cura, esplorando il rapporto tra le relazioni di cura, la coesione e la giustizia sociale.
Attraverso le testimonianze di 12 carer, Marian Barnes — tra i massimi esperti sui temi della partecipazione dei caregiver e degli utenti alla programmazione dei servizi — descrive compiti, funzioni, tipologie delle varie forme di assistenza informale, delineando i principi di un’«etica della cura» che valorizzi il contributo al benessere sociale di chi presta tale servizio.
Destinato a chiunque abbia, o abbia avuto, all’interno della propria famiglia un caro bisognoso di cure quotidiane per le ragioni più svariate (disabilità, infermità, demenza senile), ma anche a chi opera, da professionista o da volontario, nei servizi socio-assistenziali, così come a studenti di scienze sociali e della salute, il volume dà un apporto fondamentale alla definizione delle pratiche di assistenza informale e al riconoscimento del loro valore sociale.

Libro
ISBN: 9788861376670
Data di pubblicazione: 09/2010
Numero Pagine: 240
Formato: 15x21cm
Libro

- Prefazione
- Prendersi cura. Definire l’assistenza informale
- Raccontare storie di cura. Introduzione a un approccio biografico all’assistenza informale
- «Solo una madre?». Genitorialità e accudimento di figli disabili
- Prendersi cura di genitori anziani
- Prendersi cura del partner. «In salute e in malattia»
- Cosa vuol dire prendersi cura. Il punto di vista dei caregiver sull’assistenza informale
- I movimenti sociali dei caregiver
- Relazioni di cura e giustizia sociale
- Considerare il prendersi cura. Etica e narrazione

Libro
ISBN: 9788861376670
Data di pubblicazione: 09/2010
Numero Pagine: 240
Formato: 15x21cm
Libro

- Prefazione
- Prendersi cura. Definire l’assistenza informale
- Raccontare storie di cura. Introduzione a un approccio biografico all’assistenza informale
- «Solo una madre?». Genitorialità e accudimento di figli disabili
- Prendersi cura di genitori anziani
- Prendersi cura del partner. «In salute e in malattia»
- Cosa vuol dire prendersi cura. Il punto di vista dei caregiver sull’assistenza informale
- I movimenti sociali dei caregiver
- Relazioni di cura e giustizia sociale
- Considerare il prendersi cura. Etica e narrazione

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."