Cosa fare (e non)

Guide pratiche per insegnanti ed educatori

Autismo, Dop, Adhd, Iperattività, Plusdotazione, Dislessia, Bullismo, Disturbi emotivi: aspetti delicati che ogni insegnante deve affrontare con attenzione.

Proponiamo nove guide pratiche che in maniera molto chiara, sintetica e schematica suggeriscono atteggiamenti corretti e azioni da evitare in questi contesti.

Le caratteristiche della serie:

Il motivo di ogni comportamento viene all’inizio spiegato in poche sintetiche frasi (Perché fa così?), a cui seguono indicazioni semplici e chiare per l’insegnante sugli atteggiamenti da adottare e da evitare (Cosa fare, Cosa NON fare). Segue un approfondimento sul tema (Cosa tenere a mente) e vengono forniti strumenti e strategie su come intervenire.

Infografica Cosa Fare (e non) 1Infografica Cosa Fare (e non) 1

Ogni capitolo presenta una vignetta sul comportamento.

Infografica Cosa Fare (e non) 2Infografica Cosa Fare (e non) 2

Spiega perché il bambino o la bambina si comporta in un certo modo e suggerisce cosa fare e cosa non fare.

Infografica Cosa Fare (e non) 3Infografica Cosa Fare (e non) 3

Fa un’analisi del comportamento e spiega come intervenire.

Infografica Cosa Fare (e non) 4Infografica Cosa Fare (e non) 4

Offre i consigli dell’esperto.

Bullismo

Bullismo - Cosa fare (e non)Bullismo - Cosa fare (e non)

Bullismo - Cosa fare (e non)

Antonella Ammirati

Il volume propone strategie e indicazioni chiare e semplici da adottare in classe, dividendo il volume in quattro macro-argomenti: il bullo, la vittima, il gruppo e il contesto. All’inizio di ogni capitolo viene spiegato il motivo del comportamento, successivamente vengono fornite strategie su come intervenire efficacemente.

 

Il termine bullismo indica un comportamento aggressivo, ripetitivo e intenzionale che mira a danneggiare fisicamente, verbalmente o psicologicamente una persona più debole o vulnerabile. La parola bullismo è stata creata sul modello del termine mobbing (to mob: assalire, aggredire in massa). Un atto di bullismo è il risultato di dinamiche di potere, dove l’aggressore cerca di sottomettere la vittima, generando un clima di paura e insicurezza.

Disturbi emotivi

Disturbi emotivi - Cosa fare (e non)Disturbi emotivi - Cosa fare (e non)

Disturbi emotivi - Cosa fare (e non)

Francesca Mencaroni

Come affrontare con successo 15 comportamenti-problema tipici dei disturbi emotivi: questo volume offre agli insegnanti consigli e strategie da utilizzare in classe con i propri alunni e alunne, suggerendo anche gli atteggiamenti da evitare.

 

I disturbi emotivi sono condizioni psicologiche che influenzano il modo in cui una persona gestisce e sperimenta le proprie emozioni. I segnali di disagio emotivo possono essere indice di problematiche transitorie che ragazzi e ragazze si trovano normalmente ad affrontare nel loro percorso evolutivo. Questi disturbi possono variare in gravità (dalla tristezza occasionale e dall’ansia alla depressione e al disturbo bipolare) e hanno un impatto significativo sulla qualità della vita di una persona, interferendo con le relazioni e il benessere in generale.

Plusdotazione e talento

Plusdotazione e talento - Cosa fare (e non)Plusdotazione e talento - Cosa fare (e non)

Plusdotazione e talento - Cosa fare (e non)

Lara Milan

Una guida rapida e pronta all’uso che offre agli insegnanti suggerimenti e indicazioni per coinvolgere e valorizzare alunni e alunne con plusdotazione a scuola, rispondendo ai loro bisogni cognitivi e socio-emotivi e indicando quali sono le buone prassi da seguire e le azioni, invece, da dover evitare in classe.

 

Il termine Plusdotazione descrive un insieme di caratteristiche genetiche, psicologiche e comportamentali che caratterizzano bambini/e e ragazzi/e che mostrano o hanno il potenziale per mostrare livelli eccezionali di performance in una o più aree: abilità intellettive, attitudini scolastiche, pensiero creativo, leadership, arti visive e dello spettacolo. Questi alunni e alunne devono essere riconosciuti e valorizzati per evitare che gli elementi di vulnerabilità diventino fattori di disagio. Ad esempio, la loro calligrafia può risultare spesso difficile da decifrare perché la rapida associazione di idee non trova corrispondenza nella traduzione grafica.

Dislessia

Dislessia - Cosa fare (e non)Dislessia - Cosa fare (e non)

Dislessia - Cosa fare (e non)

Filippo Barbera

Come affrontare nelle classi della scuola primaria i comportamenti tipici della Dislessia? Ce lo spiega Filippo Barbera che ci fornisce utili indicazioni e suggerimenti da seguire, riportando la propria esperienza diretta di insegnante alla scuola primaria e di persona con DSA.

 

La dislessia è uno dei DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) che consiste nella difficoltà di lettura di un testo non solo da un punto di vista grammaticale, ma anche in termini di velocità e di comprensione. È importante sottolineare che la dislessia, così come gli altri DSA, non è causata da un deficit di intelligenza, non è una malattia, ma si tratta di un diverso funzionamento neuronale del cervello che necessità di tempi più lunghi e di maggiore concentrazione per leggere e comprendere un testo. E proprio perché non è una malattia, non è possibile “guarire” dalla dislessia.
Ascolta il podcast A modo mio: storie di vita e dislessia per scoprire di più sulla dislessia e gli altri Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Iperattività

Iperattività, impulsività e disattenzione - Cosa fare (e non)Iperattività, impulsività e disattenzione - Cosa fare (e non)

Iperattività, impulsività e disattenzione - Cosa fare (e non)

Sara Pezzica

Il volume, nello stile di un quaderno di Teacher Training, propone utili istruzioni per affrontare con successo comportamenti-problema tipici, iperattività, impulsività e disattenzione, alla scuola dell’infanzia.

 

Alcuni bambini e bambine manifestano comportamenti di iperattività in modo sistematico e continuativo, evidenziando una difficoltà in quelli che sono definiti “processi di autoregolazione comportamentale”: hanno un bisogno ripetuto di muoversi, hanno difficoltà a stare seduti e giocare in modo tranquillo, passando rapidamente da un’attività all’altra. Ad esempio, a scuola possono avere difficoltà nel mantenere l’attenzione ai lavori assegnati. Sono comportamenti non intenzionali, ma determinati da un bisogno interno di movimento che impedisce loro di rimanere impegnati in un’attività per periodi prolungati.

Autismo

Autismo - Cosa fare (e non)Autismo - Cosa fare (e non)

Autismo - Cosa fare (e non)

Marco Pontis

In un formato agile e immediato questa guida pronta all’uso, per insegnanti, presenta le strategie più efficaci per gestire un bambino con autismo a scuola, proponendo indicazioni chiare, sintetiche e concrete su cosa fare e cosa non fare nelle difficili situazioni in classe.

 

I disturbi dello spettro dell’autismo sono generalmente caratterizzati da una compromissione in 2 aree dello sviluppo: quella delle capacità di comunicazione e interazione sociale e quella degli interessi e delle attività. Le persone con autismo tendono a stare da sole, spesso evitano il contatto visivo e hanno difficoltà ad interpretare le espressioni e i pensieri degli altri; nei casi

DOP DISTURBO OPPOSITIVO PROVOCATORIO

Il DOP è un disturbo del comportamento, classificato recentemente come disturbo dirompente. Emerge precocemente: già all’età di cinque anni si possono notare alcuni comportamenti significativi. Dalla scuola primaria alla secondaria di primo grado, è fondamentale osservare la frequenza e l’intensità dei comportamenti oppositivi di alunni e alunne: l’umore arrabbiato e irritabile, comportamenti polemici e condotte di sfida, vendicative o dispettose.

PER LA SCUOLA PRIMARIA

DOP Disturbo Oppositivo Provocatorio - Cosa fare (e non)DOP Disturbo Oppositivo Provocatorio - Cosa fare (e non)

DOP Disturbo Oppositivo Provocatorio - Cosa fare (e non)

Pietro Muratori, Marina Papini

Una guida pronta all’uso che, con suggerimenti e utili indicazioni, aiuta gli insegnanti a intervenire ed affrontare con successo comportamenti problema tipici del DOP in bambini e bambine della scuola primaria.

PER LA SCUOLA SECONDARIA

DOP Disturbo Oppositivo Provocatorio - Cosa fare (e non)DOP Disturbo Oppositivo Provocatorio - Cosa fare (e non)

DOP Disturbo Oppositivo Provocatorio - Cosa fare (e non)

Gianluca Daffi

Suggerimenti e indicazioni utili per affrontare con successo comportamenti problema tipici del Disturbo Oppositivo Provocatorio, DOP, fornendo strategie efficaci per gestire un ragazzo o una ragazza ribelle a scuola.

ADHD

ADHD - Cosa fare (e non)ADHD - Cosa fare (e non)

ADHD - Cosa fare (e non)

Donatella Arcangeli

Questo libro, nello stile di un quaderno di Teacher Training, presenta istruzioni mirate e pronte all’uso per affrontare con successo 15 comportamenti problema tipici del Disturbo da Deficit di Attenzione/ Iperattività.


L’ADHD è un disturbo del neurosviluppo di natura multifattoriale: genetica neurobiochimica, anatomica, ambientale. Bambini e bambine con ADHD potrebbero presentare disturbi di apprendimento, disturbi del comportamento (DOP), disturbi di umore e ansia. Ma le caratteristiche dell’ADHD - che possono essere più o meno accentuate all’interno del disturbo - sono: iperattività, impulsività, disattenzione.

Corsi di formazione online

Cosa fare e non alla primaria

Cosa fare e non alla primaria

Corso essenziale per insegnanti della scuola primaria

Il corso offre agli insegnanti della scuola primaria un approccio pratico ed evidence-based per affrontare con successo situazioni problematiche in classe: dislessia, ADHD, autismo, disturbi emotivi e tante altre. Durante il corso saranno analizzati casi studio per confrontare e adottare strategie ottimali e gestire le difficoltà di tutti gli alunni e le alunne.

Autori e autrici della serie

marco-pontis marco-pontis

Marco Pontis

donatella-arcangeli donatella-arcangeli

Donatella Arcangeli

gianluca-daffi gianluca-daffi

Gianluca Daffi

sara-pezzica sara-pezzica

Sara Pezzica

pietro-muratori pietro-muratori

Pietro Muratori

Marina Papini

lara-milan lara-milan

Lara Milan

filippo-barbera filippo-barbera

Filippo Barbera

antonella-ammirati antonella-ammirati

Antonella Ammirati

francesca-mencaroni francesca-mencaroni

Francesca Mencaroni