IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Iscrizione Corso online
€ 135,00
Vale 54 punti Erickson

Promuovere la motivazione nella scuola primaria - Idee in pratica

Dal 27 ottobre 2020 25 ore

La motivazione rappresenta il motore dell’apprendimento, il tramite per coinvolgere, includere e sostenere gli alunni nella costruzione delle loro competenze e lo strumento per favorire il benessere scolastico. La motivazione non è necessaria solo ai nostri alunni, ha infatti un effetto reciproco e...

La motivazione rappresenta il motore dell’apprendimento, il tramite per coinvolgere, includere e sostenere gli alunni nella costruzione delle loro competenze e lo strumento per favorire il benessere scolastico. La motivazione non è necessaria solo ai nostri alunni, ha infatti un effetto reciproco e di rimbalzo: tanto più riusciamo a motivare gli alunni e dare un senso a ciò che fanno, maggiore sarà il nostro feedback motivazionale sul lavoro svolto.
Diversi attori e fattori agiscono a livello motivazionale nel percorso scolastico; il corso offre, sulla base di 5 idee operative, la possibilità di individualizzare gli strumenti e le metodologie didattiche che hanno un’incidenza significativa in base al proprio contesto, ai propri alunni e al proprio personale stile didattico.
In classe questo è possibile grazie alla messa in campo di specifici accorgimenti metodologici e attenzioni didattiche, che verranno presentate, illustrate e documentate con esperienze pratiche realizzate nei contesti d’aula. Le buone prassi attivate verranno condivise nel gruppo durante il corso in modo da favorire l’arricchimento professionale reciproco nel tentativo di creare un clima positivo e motivante anche tra i partecipanti.

La motivazione rappresenta il motore dell’apprendimento, il tramite per coinvolgere, includere e sostenere gli alunni nella costruzione delle loro competenze e lo strumento per favorire il benessere scolastico. La motivazione non è necessaria solo ai nostri alunni, ha infatti un effetto reciproco e...

La motivazione rappresenta il motore dell’apprendimento, il tramite per coinvolgere, includere e sostenere gli alunni nella costruzione delle loro competenze e lo strumento per favorire il benessere scolastico. La motivazione non è necessaria solo ai nostri alunni, ha infatti un effetto reciproco e di rimbalzo: tanto più riusciamo a motivare gli alunni e dare un senso a ciò che fanno, maggiore sarà il nostro feedback motivazionale sul lavoro svolto.
Diversi attori e fattori agiscono a livello motivazionale nel percorso scolastico; il corso offre, sulla base di 5 idee operative, la possibilità di individualizzare gli strumenti e le metodologie didattiche che hanno un’incidenza significativa in base al proprio contesto, ai propri alunni e al proprio personale stile didattico.
In classe questo è possibile grazie alla messa in campo di specifici accorgimenti metodologici e attenzioni didattiche, che verranno presentate, illustrate e documentate con esperienze pratiche realizzate nei contesti d’aula. Le buone prassi attivate verranno condivise nel gruppo durante il corso in modo da favorire l’arricchimento professionale reciproco nel tentativo di creare un clima positivo e motivante anche tra i partecipanti.

La motivazione rappresenta il motore dell’apprendimento, il tramite per coinvolgere, includere e sostenere gli alunni nella costruzione delle loro competenze e lo strumento per favorire il benessere scolastico. La motivazione non è necessaria solo ai nostri alunni, ha infatti un effetto reciproco e...

La motivazione rappresenta il motore dell’apprendimento, il tramite per coinvolgere, includere e sostenere gli alunni nella costruzione delle loro competenze e lo strumento per favorire il benessere scolastico. La motivazione non è necessaria solo ai nostri alunni, ha infatti un effetto reciproco e di rimbalzo: tanto più riusciamo a motivare gli alunni e dare un senso a ciò che fanno, maggiore sarà il nostro feedback motivazionale sul lavoro svolto.
Diversi attori e fattori agiscono a livello motivazionale nel percorso scolastico; il corso offre, sulla base di 5 idee operative, la possibilità di individualizzare gli strumenti e le metodologie didattiche che hanno un’incidenza significativa in base al proprio contesto, ai propri alunni e al proprio personale stile didattico.
In classe questo è possibile grazie alla messa in campo di specifici accorgimenti metodologici e attenzioni didattiche, che verranno presentate, illustrate e documentate con esperienze pratiche realizzate nei contesti d’aula. Le buone prassi attivate verranno condivise nel gruppo durante il corso in modo da favorire l’arricchimento professionale reciproco nel tentativo di creare un clima positivo e motivante anche tra i partecipanti.

Iscrizione Corso online
€ 135,00
Vale 54 punti Erickson

contenuti

Durante il corso saranno proposte le seguenti 5 idee in pratica:

1. Rilevare gli interessi degli alunni e favorire l’interazione come gruppo classe
Nella prima idea è insito l’assunto che gli altri, i pari e gli adulti di riferimento, hanno un ruolo fondamentale nella motivazione ad impegnarsi nei...

Durante il corso saranno proposte le seguenti 5 idee in pratica:

1. Rilevare gli interessi degli alunni e favorire l’interazione come gruppo classe
Nella prima idea è insito l’assunto che gli altri, i pari e gli adulti di riferimento, hanno un ruolo fondamentale nella motivazione ad impegnarsi nei compiti e nelle attività di apprendimento. Ai corsisti verranno proposte attività da sperimentare in prima persona e in classe attraverso le quali approfondiranno la conoscenza degli interessi dei loro alunni e alunne, favoriranno l’interazione nell’ottica di aumentare le interazioni positive e costruiranno quel clima di fiducia alunno/insegnante importante per la motivazione reciproca nel lavoro quotidiano.

2. Progettare e realizzare i contenuti utilizzando l’interesse, la creatività e l’apprendimento per scoperta

La seconda idea è strettamente connessa alla prima, in quanto la conoscenza approfondita dei propri alunni, permetterà agli insegnanti di sperimentare modalità di progettazione didattica capaci di includere gli interessi dei propri alunni, come stimolo alla conoscenza e al problem solving e come “esperienza di flusso” capace di trascinare l’alunno nella “corrente dell’ impegno” e far fronte ai possibili ostacoli che si frappongono alla riuscita in quanto l’interesse ha una funzione energetica fondamentale nello sviluppo dell’apprendimento.

3. Progettare e strutturare ambienti e materiali motivanti
La terza idea trova fondamento nella convinzione sperimentata che la predisposizione di materiali e ambienti curati e ordinati nell’aspetto estetico e in termini di chiarezza, oltre a comunicare un atteggiamento di attenzione di cura nei confronti dei nostri alunni, diventano dei veri e propri input didattici e quindi accendono l’atteggiamento di scoperta e attivazione. Attraverso stimoli dati da tutorial, esempi pratici e input di lavoro, i corsisti verranno coinvolti nella costruzione di materiali e nella programmazione di ambienti “adeguatamente sfidanti” per i propri alunni, con un’attenzione all’individualizzazione e all’ottica interdisciplinare.

4. Adottare flessibilità didattica ed esperienze ludiche come strumenti di lavoro in aula
La quarta idea vuole sviluppare l’abitudine ad utilizzare una didattica flessibile capace di valorizzare gli stimoli, anche imprevisti, per conoscere, approfondire, porsi domande e andare alla ricerca di soluzioni, costruire insomma le competenze richieste dai curricoli. Una grande risorsa che è possibile utilizzare è la didattica ludica, attività capace di motivare gli alunni a perseverare nell’impegno superando le difficoltà e a collaborare in vista di un obiettivo comune. Verranno proposti alcuni esempi di input didattico ludico e relativi materiali per realizzazioni individualizzate che i corsisti potranno progettare e attuare in base alle discipline insegnate e alle caratteristiche di potenzialità e bisogni dei propri alunni.

5. Utilizzare feedback e modalità di valutazione (autovalutazione) motivanti
La quinta idea è strettamente correlata alla prima, in quanto i feedback e la valutazione hanno un impatto diverso a seconda delle relazioni instaurate e dalla connessione con insegnante e gruppo dei pari. In questa parte operativa verrà esaminato il ruolo “degli altri e delle loro comunicazioni” nella costruzione del senso di autoefficacia (una delle componenti principali della motivazione). In partica verranno analizzate le caratteristiche dei feedback motivanti, in modo che diventino a livello verbale e non verbale modalità incoraggianti per i nostri alunni capaci di farli sentire competenti. All’interno di questa idea verranno affrontati anche i temi della valutazione, con un passaggio operativo relativo alla proposta di utilizzo di modalità capaci di coinvolgere l’alunno nel monitoraggio e verifica dei propri apprendimenti.

Durante il corso saranno proposte le seguenti 5 idee in pratica:

1. Rilevare gli interessi degli alunni e favorire l’interazione come gruppo classe
Nella prima idea è insito l’assunto che gli altri, i pari e gli adulti di riferimento, hanno un ruolo fondamentale nella motivazione ad impegnarsi nei...

Durante il corso saranno proposte le seguenti 5 idee in pratica:

1. Rilevare gli interessi degli alunni e favorire l’interazione come gruppo classe
Nella prima idea è insito l’assunto che gli altri, i pari e gli adulti di riferimento, hanno un ruolo fondamentale nella motivazione ad impegnarsi nei compiti e nelle attività di apprendimento. Ai corsisti verranno proposte attività da sperimentare in prima persona e in classe attraverso le quali approfondiranno la conoscenza degli interessi dei loro alunni e alunne, favoriranno l’interazione nell’ottica di aumentare le interazioni positive e costruiranno quel clima di fiducia alunno/insegnante importante per la motivazione reciproca nel lavoro quotidiano.

2. Progettare e realizzare i contenuti utilizzando l’interesse, la creatività e l’apprendimento per scoperta

La seconda idea è strettamente connessa alla prima, in quanto la conoscenza approfondita dei propri alunni, permetterà agli insegnanti di sperimentare modalità di progettazione didattica capaci di includere gli interessi dei propri alunni, come stimolo alla conoscenza e al problem solving e come “esperienza di flusso” capace di trascinare l’alunno nella “corrente dell’ impegno” e far fronte ai possibili ostacoli che si frappongono alla riuscita in quanto l’interesse ha una funzione energetica fondamentale nello sviluppo dell’apprendimento.

3. Progettare e strutturare ambienti e materiali motivanti
La terza idea trova fondamento nella convinzione sperimentata che la predisposizione di materiali e ambienti curati e ordinati nell’aspetto estetico e in termini di chiarezza, oltre a comunicare un atteggiamento di attenzione di cura nei confronti dei nostri alunni, diventano dei veri e propri input didattici e quindi accendono l’atteggiamento di scoperta e attivazione. Attraverso stimoli dati da tutorial, esempi pratici e input di lavoro, i corsisti verranno coinvolti nella costruzione di materiali e nella programmazione di ambienti “adeguatamente sfidanti” per i propri alunni, con un’attenzione all’individualizzazione e all’ottica interdisciplinare.

4. Adottare flessibilità didattica ed esperienze ludiche come strumenti di lavoro in aula
La quarta idea vuole sviluppare l’abitudine ad utilizzare una didattica flessibile capace di valorizzare gli stimoli, anche imprevisti, per conoscere, approfondire, porsi domande e andare alla ricerca di soluzioni, costruire insomma le competenze richieste dai curricoli. Una grande risorsa che è possibile utilizzare è la didattica ludica, attività capace di motivare gli alunni a perseverare nell’impegno superando le difficoltà e a collaborare in vista di un obiettivo comune. Verranno proposti alcuni esempi di input didattico ludico e relativi materiali per realizzazioni individualizzate che i corsisti potranno progettare e attuare in base alle discipline insegnate e alle caratteristiche di potenzialità e bisogni dei propri alunni.

5. Utilizzare feedback e modalità di valutazione (autovalutazione) motivanti
La quinta idea è strettamente correlata alla prima, in quanto i feedback e la valutazione hanno un impatto diverso a seconda delle relazioni instaurate e dalla connessione con insegnante e gruppo dei pari. In questa parte operativa verrà esaminato il ruolo “degli altri e delle loro comunicazioni” nella costruzione del senso di autoefficacia (una delle componenti principali della motivazione). In partica verranno analizzate le caratteristiche dei feedback motivanti, in modo che diventino a livello verbale e non verbale modalità incoraggianti per i nostri alunni capaci di farli sentire competenti. All’interno di questa idea verranno affrontati anche i temi della valutazione, con un passaggio operativo relativo alla proposta di utilizzo di modalità capaci di coinvolgere l’alunno nel monitoraggio e verifica dei propri apprendimenti.

Durante il corso saranno proposte le seguenti 5 idee in pratica:

1. Rilevare gli interessi degli alunni e favorire l’interazione come gruppo classe
Nella prima idea è insito l’assunto che gli altri, i pari e gli adulti di riferimento, hanno un ruolo fondamentale nella motivazione ad impegnarsi nei...

Durante il corso saranno proposte le seguenti 5 idee in pratica:

1. Rilevare gli interessi degli alunni e favorire l’interazione come gruppo classe
Nella prima idea è insito l’assunto che gli altri, i pari e gli adulti di riferimento, hanno un ruolo fondamentale nella motivazione ad impegnarsi nei compiti e nelle attività di apprendimento. Ai corsisti verranno proposte attività da sperimentare in prima persona e in classe attraverso le quali approfondiranno la conoscenza degli interessi dei loro alunni e alunne, favoriranno l’interazione nell’ottica di aumentare le interazioni positive e costruiranno quel clima di fiducia alunno/insegnante importante per la motivazione reciproca nel lavoro quotidiano.

2. Progettare e realizzare i contenuti utilizzando l’interesse, la creatività e l’apprendimento per scoperta

La seconda idea è strettamente connessa alla prima, in quanto la conoscenza approfondita dei propri alunni, permetterà agli insegnanti di sperimentare modalità di progettazione didattica capaci di includere gli interessi dei propri alunni, come stimolo alla conoscenza e al problem solving e come “esperienza di flusso” capace di trascinare l’alunno nella “corrente dell’ impegno” e far fronte ai possibili ostacoli che si frappongono alla riuscita in quanto l’interesse ha una funzione energetica fondamentale nello sviluppo dell’apprendimento.

3. Progettare e strutturare ambienti e materiali motivanti
La terza idea trova fondamento nella convinzione sperimentata che la predisposizione di materiali e ambienti curati e ordinati nell’aspetto estetico e in termini di chiarezza, oltre a comunicare un atteggiamento di attenzione di cura nei confronti dei nostri alunni, diventano dei veri e propri input didattici e quindi accendono l’atteggiamento di scoperta e attivazione. Attraverso stimoli dati da tutorial, esempi pratici e input di lavoro, i corsisti verranno coinvolti nella costruzione di materiali e nella programmazione di ambienti “adeguatamente sfidanti” per i propri alunni, con un’attenzione all’individualizzazione e all’ottica interdisciplinare.

4. Adottare flessibilità didattica ed esperienze ludiche come strumenti di lavoro in aula
La quarta idea vuole sviluppare l’abitudine ad utilizzare una didattica flessibile capace di valorizzare gli stimoli, anche imprevisti, per conoscere, approfondire, porsi domande e andare alla ricerca di soluzioni, costruire insomma le competenze richieste dai curricoli. Una grande risorsa che è possibile utilizzare è la didattica ludica, attività capace di motivare gli alunni a perseverare nell’impegno superando le difficoltà e a collaborare in vista di un obiettivo comune. Verranno proposti alcuni esempi di input didattico ludico e relativi materiali per realizzazioni individualizzate che i corsisti potranno progettare e attuare in base alle discipline insegnate e alle caratteristiche di potenzialità e bisogni dei propri alunni.

5. Utilizzare feedback e modalità di valutazione (autovalutazione) motivanti
La quinta idea è strettamente correlata alla prima, in quanto i feedback e la valutazione hanno un impatto diverso a seconda delle relazioni instaurate e dalla connessione con insegnante e gruppo dei pari. In questa parte operativa verrà esaminato il ruolo “degli altri e delle loro comunicazioni” nella costruzione del senso di autoefficacia (una delle componenti principali della motivazione). In partica verranno analizzate le caratteristiche dei feedback motivanti, in modo che diventino a livello verbale e non verbale modalità incoraggianti per i nostri alunni capaci di farli sentire competenti. All’interno di questa idea verranno affrontati anche i temi della valutazione, con un passaggio operativo relativo alla proposta di utilizzo di modalità capaci di coinvolgere l’alunno nel monitoraggio e verifica dei propri apprendimenti.


Il corso aiuterà i corsisti a:

  • conoscere gli assunti di base delle ricerche scientifiche nell’ambito della motivazione;
  • focalizzare il ruolo della motivazione nei processi di apprendimento;
  • focalizzare le componenti principali implicate nella motivazione all’apprendimento e provare a modificare la propria azione didattica ed educativa qualora in difetto in alcune aree o potenziare gli orientamenti motivanti già attivati;
  • sperimentare in prima persona i percorsi operativi delle “5 idee in pratica” per potersi costruire strumenti mentali e materiali replicabili e facilmente spendibili in classe;
  • vivere una micro-esperienza nel gruppo “classe virtuale” caratterizzata da un clima motivante alla crescita, di collaborazione e di arricchimento professionale reciproco per tentare di riportare quanto vissuto in classe.
Il corso si rivolge ad insegnanti della scuola primaria.

Il corso online ha una durata di 25 ore distribuite nell’arco di circa 3 settimane. È caratterizzato da un taglio pratico-operativo e consentirà di approfondire 5 idee in pratica relative alla tematica oggetto del corso stesso. Saranno previste sia attività sincrone (2 webinar/lavori di gruppo della durata di circa 1 ora ciascuno) sia attività asincrone (video tutorial, proposte di attività, ecc.). I corsisti potranno confrontarsi tra loro in un’ottica di comunità di pratica, con la guida del tutor che coordinerà i lavori. Nell’impossibilità di fruire dei webinar in modalità sincrona, saranno disponibili le videoregistrazioni.

Tutorial, schede operative, video, materiali di approfondimento

Il corso aiuterà i corsisti a:

  • conoscere gli assunti di base delle ricerche scientifiche nell’ambito della motivazione;
  • focalizzare il ruolo della motivazione nei processi di apprendimento;
  • focalizzare le componenti principali implicate nella motivazione all’apprendimento e provare a modificare la propria azione didattica ed educativa qualora in difetto in alcune aree o potenziare gli orientamenti motivanti già attivati;
  • sperimentare in prima persona i percorsi operativi delle “5 idee in pratica” per potersi costruire strumenti mentali e materiali replicabili e facilmente spendibili in classe;
  • vivere una micro-esperienza nel gruppo “classe virtuale” caratterizzata da un clima motivante alla crescita, di collaborazione e di arricchimento professionale reciproco per tentare di riportare quanto vissuto in classe.
Il corso si rivolge ad insegnanti della scuola primaria.

Il corso online ha una durata di 25 ore distribuite nell’arco di circa 3 settimane. È caratterizzato da un taglio pratico-operativo e consentirà di approfondire 5 idee in pratica relative alla tematica oggetto del corso stesso. Saranno previste sia attività sincrone (2 webinar/lavori di gruppo della durata di circa 1 ora ciascuno) sia attività asincrone (video tutorial, proposte di attività, ecc.). I corsisti potranno confrontarsi tra loro in un’ottica di comunità di pratica, con la guida del tutor che coordinerà i lavori. Nell’impossibilità di fruire dei webinar in modalità sincrona, saranno disponibili le videoregistrazioni.

Tutorial, schede operative, video, materiali di approfondimento

Autrice e tutor: Desirèe Rossi


Autrice e tutor: Desirèe Rossi



Ministero dell’Istruzione
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

Ministero dell’Istruzione
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

Ministero dell’Istruzione
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

Al termine del corso e previo superamento del 75% delle attività previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento del 75% delle attività previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento del 75% delle attività previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.

Formatori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."