Orientamento sessuale e identità di genere

Nuove sfide per il servizio sociale

Erickson Advantages

Le persone GLBT costituiscono ancora oggi, specie nel nostro Paese, una minoranza stigmatizzata e socialmente penalizzata e i professionisti della relazione di aiuto dovrebbero promuovere e sostenere la tutela dei loro diritti. Perché ciò avvenga è però necessario che tra gli assistenti sociali si diffonda una migliore e più profonda conoscenza delle tematiche GLBT, che sgombri finalmente il campo da stereotipi, preconcetti e falsi miti. Con questo intento didattico e formativo, affatto inedito per il servizio sociale italiano, l’autore — partendo da alcune teorie di giustizia sociale e dall’ascolto di testimoni privilegiati — definisce orientamento sessuale e identità di genere e spiega la genesi culturale dello stigma e dell’omofobia. Dopo aver comparato tra loro i Codici deontologici degli assistenti sociali di diversi Paesi, fornisce quindi una serie di preziose indicazioni e di buone prassi per orientare la relazione d’aiuto.
Scritto con notevole chiarezza e viva partecipazione, il libro si rivolge non solo agli addetti ai lavori, ma anche, in generale, a chiunque abbia a cuore la promozione dei diritti civili e di politiche sociali maggiormente inclusive.

Leggi di più
Scegli
Non Disponibile
Solo %1 rimasto/i
Acquistabile con Carta del Docente
18,05 € -5% di sconto 19,00 €
Ricevi punti Erickson Per ogni prodotto acquistato ricevi punti Erickson che puoi utilizzare per ottenere sconti sui tuoi prossimi acquisti.
Aggiungi alla lista desideri

A casa tua in 24/48 ore

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

In questo libro

Contenuti e indice

Introduzione

Prima parte – Orientamento sessuale, identità di genere e omofobia

Capitolo primo
Una questione di giustizia sociale

Capitolo secondo
L’omosessualità come costruzione sociale

Capitolo terzo
Identità di genere

Capitolo quarto
Stigmatizzazione e omofobie

Seconda parte – Tematiche GLBT e servizio sociale

Capitolo quinto
Aspetti deontologici

Capitolo sesto
Buone prassi per il servizio sociale

Conclusioni (o del risveglio felice)
Bibliografia
Appendice

Continua a leggere

Le persone GLBT costituiscono ancora oggi, specie nel nostro Paese, una minoranza stigmatizzata e socialmente penalizzata e i professionisti della relazione di aiuto dovrebbero promuovere e sostenere la tutela dei loro diritti. Perché ciò avvenga è però necessario che tra gli assistenti sociali si diffonda una migliore e più profonda conoscenza delle tematiche GLBT, che sgombri finalmente il campo da stereotipi, preconcetti e falsi miti. Con questo intento didattico e formativo, affatto inedito per il servizio sociale italiano, l’autore — partendo da alcune teorie di giustizia sociale e dall’ascolto di testimoni privilegiati — definisce orientamento sessuale e identità di genere e spiega la genesi culturale dello stigma e dell’omofobia. Dopo aver comparato tra loro i Codici deontologici degli assistenti sociali di diversi Paesi, fornisce quindi una serie di preziose indicazioni e di buone prassi per orientare la relazione d’aiuto.
Scritto con notevole chiarezza e viva partecipazione, il libro si rivolge non solo agli addetti ai lavori, ma anche, in generale, a chiunque abbia a cuore la promozione dei diritti civili e di politiche sociali maggiormente inclusive.

Specifiche prodotto

Autori e autrici

Benedetto Madonia

Benedetto Madonia

Autore

Svolge dal 2015 un incarico presso il Comune di Firenze come assistente sociale nell’area adulti, famiglia e inclusione sociale. Collabora con alcune riviste sociali per la pubblicazione di articoli professionali di servizio sociale. Nel 2017 ha vinto la prima edizione del Premio per tesi di laurea magistrale e pubblicazioni scientifiche su «Analisi e contrasto degli stereotipi di genere» promosso dall’Università per Stranieri di Siena e finanziato dalla Regione Toscana.

Scopri di più

Recensioni e domande