IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Disponibile nel formato

Libri

Libro + Allegati
€ 17,85 -15% € 21,00
-15%
Vale 17 punti Erickson
Libri

Organizzare la classe con il metodo START

Materiali e strumenti per una gestione efficace di spazi, tempi e attività nella scuola primaria

Volume pratico e utile ai docenti che desiderano applicare in classe i concetti del metodo START
Organizzare la classe con il metodo START propone ai docenti un percorso di attività diversificate e laboratori finalizzato per applicare in classe i...

Volume pratico e utile ai docenti che desiderano applicare in classe i concetti del metodo START
Organizzare la classe con il metodo START propone ai docenti un percorso di attività diversificate e laboratori finalizzato per applicare in classe i concetti del metodo START, Spazio, Tempo, Attività, Revisione, Trasferibilità, pensato per sviluppare competenze fondamentali:

  • preparare in modo adeguato lo Spazio di lavoro;
  • ipotizzare e rispettare i Tempi di esecuzione dei compiti;
  • pianificare le Attività necessarie per lo svolgimento dei compiti e per il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati dall’insegnante;
  • organizzare la Revisione dei compiti, sia in fase di svolgimento che dopo il completamento, per monitorare il rispetto dei tempi ipotizzati;
  • Trasferire, cioè riutilizzare consapevolmente, le competenze apprese in compiti analoghi.

Completano il libro numerosi materiali pronti all’uso, schede di osservazione studente, liste di controllo, materiali per giochi di apprendimento e poster motivazionali.

In sintesi
Il libro desidera aiutare i docenti a creare routine in classe, poiché più routine esistono in classe e più esse sono esemplificate e conosciute dagli alunni, più i bambini saranno in grado di prevedere le richieste dell’insegnante, individuare gli obiettivi centrali di un’attività, prevedere i tempi necessari per portarla a termine, cercando pertanto di adattare il proprio comportamento a un modello di funzionamento noto e più volte sperimentato.

Volume pratico e utile ai docenti che desiderano applicare in classe i concetti del metodo START
Organizzare la classe con il metodo START propone ai docenti un percorso di attività diversificate e laboratori finalizzato per applicare in classe i...

Volume pratico e utile ai docenti che desiderano applicare in classe i concetti del metodo START
Organizzare la classe con il metodo START propone ai docenti un percorso di attività diversificate e laboratori finalizzato per applicare in classe i concetti del metodo START, Spazio, Tempo, Attività, Revisione, Trasferibilità, pensato per sviluppare competenze fondamentali:

  • preparare in modo adeguato lo Spazio di lavoro;
  • ipotizzare e rispettare i Tempi di esecuzione dei compiti;
  • pianificare le Attività necessarie per lo svolgimento dei compiti e per il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati dall’insegnante;
  • organizzare la Revisione dei compiti, sia in fase di svolgimento che dopo il completamento, per monitorare il rispetto dei tempi ipotizzati;
  • Trasferire, cioè riutilizzare consapevolmente, le competenze apprese in compiti analoghi.

Completano il libro numerosi materiali pronti all’uso, schede di osservazione studente, liste di controllo, materiali per giochi di apprendimento e poster motivazionali.

In sintesi
Il libro desidera aiutare i docenti a creare routine in classe, poiché più routine esistono in classe e più esse sono esemplificate e conosciute dagli alunni, più i bambini saranno in grado di prevedere le richieste dell’insegnante, individuare gli obiettivi centrali di un’attività, prevedere i tempi necessari per portarla a termine, cercando pertanto di adattare il proprio comportamento a un modello di funzionamento noto e più volte sperimentato.

Volume pratico e utile ai docenti che desiderano applicare in classe i concetti del metodo START
Organizzare la classe con il metodo START propone ai docenti un percorso di attività diversificate e laboratori finalizzato per applicare in classe i...

Volume pratico e utile ai docenti che desiderano applicare in classe i concetti del metodo START
Organizzare la classe con il metodo START propone ai docenti un percorso di attività diversificate e laboratori finalizzato per applicare in classe i concetti del metodo START, Spazio, Tempo, Attività, Revisione, Trasferibilità, pensato per sviluppare competenze fondamentali:

  • preparare in modo adeguato lo Spazio di lavoro;
  • ipotizzare e rispettare i Tempi di esecuzione dei compiti;
  • pianificare le Attività necessarie per lo svolgimento dei compiti e per il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati dall’insegnante;
  • organizzare la Revisione dei compiti, sia in fase di svolgimento che dopo il completamento, per monitorare il rispetto dei tempi ipotizzati;
  • Trasferire, cioè riutilizzare consapevolmente, le competenze apprese in compiti analoghi.

Completano il libro numerosi materiali pronti all’uso, schede di osservazione studente, liste di controllo, materiali per giochi di apprendimento e poster motivazionali.

In sintesi
Il libro desidera aiutare i docenti a creare routine in classe, poiché più routine esistono in classe e più esse sono esemplificate e conosciute dagli alunni, più i bambini saranno in grado di prevedere le richieste dell’insegnante, individuare gli obiettivi centrali di un’attività, prevedere i tempi necessari per portarla a termine, cercando pertanto di adattare il proprio comportamento a un modello di funzionamento noto e più volte sperimentato.

Disponibile nel formato

Libri

Libro + Allegati
€ 17,85 -15% € 21,00
-15%
Vale 17 punti Erickson

Descrizione

Libro + Allegati

Il metodo START si basa su cinque fasi di programmazione e lavoro che si ripetono ciclicamente con il fine di sviluppare e/o rafforzare le competenze esecutive chiamate in gioco e portare l’alunno verso l’autonomia nel loro uso. Queste cinque fasi...

Il metodo START si basa su cinque fasi di programmazione e lavoro che si ripetono ciclicamente con il fine di sviluppare e/o rafforzare le competenze esecutive chiamate in gioco e portare l’alunno verso l’autonomia nel loro uso. Queste cinque fasi sono le seguenti.

  1. Messa in evidenza di un problema/difficoltà nella gestione quotidiana di un compito: l’insegnante individua un episodio specifico nel quale la mancata pianificazione o organizzazione ha creato ostacolo al raggiungimento di un obiettivo in modo soddisfacente. Questa fase serve a far comprendere agli alunni l’utilità dell’attività che verrà proposta.
  2. Proposta alla classe di una soluzione ipotetica: l’insegnante evoca negli alunni la possibilità di trovare una soluzione al problema, impegnandosi personalmente nell’individuare e sperimentare una strategia o nel costruire uno strumento di intervento. Questa fase è fondamentale per lavorare sull’attribuzione interna delle cause di successo.
  3. Spiegazione della strategia e/o costruzione dello strumento: l’insegnante guida passo dopo passo nella comprensione delle strategie proposte o degli strumenti costruiti, accertandosi che tutti abbiano compreso in che cosa consistano e quando/come utilizzarli. Questo è importante per far sì che il lavoro coinvolga tutti i bambini, sia quelli con fragilità che quelli con difficoltà o disturbi.
  4. Messa alla prova della strategia o dello strumento nell’organizzazione o pianificazione immediata di uno spazio/attività: l’insegnante individua un’attività già conosciuta, ad esempio un esercizio già svolto, un compito fatto più volte, ecc., che verrà rifatto seguendo la nuova strategia o utilizzando lo strumento costruito. In questa fase si sottolineerà la differenza di risultati in presenza di un nuovo metodo di lavoro.
  5. Verifica a distanza della tenuta delle strategie e della messa a sistema degli strumenti: il docente, partendo da quanto suggerito nel testo, controlla a distanza l’effettiva utilità del metodo di pianificazione e organizzazione trasmesso. Quest’ultima fase consente di comprendere se la specifica strategia o lo specifico strumento risultino realmente adeguati al proprio contesto-classe. Se ciò non dovesse essere, è fondamentale intervenire per introdurre nuove strategie e strumenti.

Il metodo START si basa su cinque fasi di programmazione e lavoro che si ripetono ciclicamente con il fine di sviluppare e/o rafforzare le competenze esecutive chiamate in gioco e portare l’alunno verso l’autonomia nel loro uso. Queste cinque fasi...

Il metodo START si basa su cinque fasi di programmazione e lavoro che si ripetono ciclicamente con il fine di sviluppare e/o rafforzare le competenze esecutive chiamate in gioco e portare l’alunno verso l’autonomia nel loro uso. Queste cinque fasi sono le seguenti.

  1. Messa in evidenza di un problema/difficoltà nella gestione quotidiana di un compito: l’insegnante individua un episodio specifico nel quale la mancata pianificazione o organizzazione ha creato ostacolo al raggiungimento di un obiettivo in modo soddisfacente. Questa fase serve a far comprendere agli alunni l’utilità dell’attività che verrà proposta.
  2. Proposta alla classe di una soluzione ipotetica: l’insegnante evoca negli alunni la possibilità di trovare una soluzione al problema, impegnandosi personalmente nell’individuare e sperimentare una strategia o nel costruire uno strumento di intervento. Questa fase è fondamentale per lavorare sull’attribuzione interna delle cause di successo.
  3. Spiegazione della strategia e/o costruzione dello strumento: l’insegnante guida passo dopo passo nella comprensione delle strategie proposte o degli strumenti costruiti, accertandosi che tutti abbiano compreso in che cosa consistano e quando/come utilizzarli. Questo è importante per far sì che il lavoro coinvolga tutti i bambini, sia quelli con fragilità che quelli con difficoltà o disturbi.
  4. Messa alla prova della strategia o dello strumento nell’organizzazione o pianificazione immediata di uno spazio/attività: l’insegnante individua un’attività già conosciuta, ad esempio un esercizio già svolto, un compito fatto più volte, ecc., che verrà rifatto seguendo la nuova strategia o utilizzando lo strumento costruito. In questa fase si sottolineerà la differenza di risultati in presenza di un nuovo metodo di lavoro.
  5. Verifica a distanza della tenuta delle strategie e della messa a sistema degli strumenti: il docente, partendo da quanto suggerito nel testo, controlla a distanza l’effettiva utilità del metodo di pianificazione e organizzazione trasmesso. Quest’ultima fase consente di comprendere se la specifica strategia o lo specifico strumento risultino realmente adeguati al proprio contesto-classe. Se ciò non dovesse essere, è fondamentale intervenire per introdurre nuove strategie e strumenti.

Il metodo START si basa su cinque fasi di programmazione e lavoro che si ripetono ciclicamente con il fine di sviluppare e/o rafforzare le competenze esecutive chiamate in gioco e portare l’alunno verso l’autonomia nel loro uso. Queste cinque fasi...

Il metodo START si basa su cinque fasi di programmazione e lavoro che si ripetono ciclicamente con il fine di sviluppare e/o rafforzare le competenze esecutive chiamate in gioco e portare l’alunno verso l’autonomia nel loro uso. Queste cinque fasi sono le seguenti.

  1. Messa in evidenza di un problema/difficoltà nella gestione quotidiana di un compito: l’insegnante individua un episodio specifico nel quale la mancata pianificazione o organizzazione ha creato ostacolo al raggiungimento di un obiettivo in modo soddisfacente. Questa fase serve a far comprendere agli alunni l’utilità dell’attività che verrà proposta.
  2. Proposta alla classe di una soluzione ipotetica: l’insegnante evoca negli alunni la possibilità di trovare una soluzione al problema, impegnandosi personalmente nell’individuare e sperimentare una strategia o nel costruire uno strumento di intervento. Questa fase è fondamentale per lavorare sull’attribuzione interna delle cause di successo.
  3. Spiegazione della strategia e/o costruzione dello strumento: l’insegnante guida passo dopo passo nella comprensione delle strategie proposte o degli strumenti costruiti, accertandosi che tutti abbiano compreso in che cosa consistano e quando/come utilizzarli. Questo è importante per far sì che il lavoro coinvolga tutti i bambini, sia quelli con fragilità che quelli con difficoltà o disturbi.
  4. Messa alla prova della strategia o dello strumento nell’organizzazione o pianificazione immediata di uno spazio/attività: l’insegnante individua un’attività già conosciuta, ad esempio un esercizio già svolto, un compito fatto più volte, ecc., che verrà rifatto seguendo la nuova strategia o utilizzando lo strumento costruito. In questa fase si sottolineerà la differenza di risultati in presenza di un nuovo metodo di lavoro.
  5. Verifica a distanza della tenuta delle strategie e della messa a sistema degli strumenti: il docente, partendo da quanto suggerito nel testo, controlla a distanza l’effettiva utilità del metodo di pianificazione e organizzazione trasmesso. Quest’ultima fase consente di comprendere se la specifica strategia o lo specifico strumento risultino realmente adeguati al proprio contesto-classe. Se ciò non dovesse essere, è fondamentale intervenire per introdurre nuove strategie e strumenti.
Nido
Infanzia
Primaria
1 2 3 4 5
Secondaria
1° grado 2° grado
Università
Didattica Metodologie didattiche / educative Metodologie
Didattica Metodologie didattiche / educative Metodologie
Libro + Allegati

Introduzione

PRIMA PARTE – Il metodo START per lo sviluppo delle abilità di pianificazione e organizzazione

  • Lo sviluppo delle competenze esecutive in età evolutiva
  • Il metodo START in classe
  • Bibliografia

SECONDA PARTE – Strumenti e strategie operative

  • Gestione dello spazio
  • Gestione del tempo
  • Pianificazione delle attività
  • Il processo di revisione
  • La trasferibilità delle competenze sviluppate
Libro + Allegati
ISBN: 9788859008361
Data di pubblicazione: 09/2015
Numero Pagine: 94
Formato: 21x29,7cm

 

Insegnante Curricolare Scuola primaria
Insegnante di sostegno Scuola primaria
Contenuti
Libro + Allegati

Introduzione

PRIMA PARTE – Il metodo START per lo sviluppo delle abilità di pianificazione e organizzazione

  • Lo sviluppo delle competenze esecutive in età evolutiva
  • Il metodo START in classe
  • Bibliografia

SECONDA PARTE – Strumenti e strategie operative

  • Gestione dello spazio
  • Gestione del tempo
  • Pianificazione delle attività
  • Il processo di revisione
  • La trasferibilità delle competenze sviluppate
Libro + Allegati
ISBN: 9788859008361
Data di pubblicazione: 09/2015
Numero Pagine: 94
Formato: 21x29,7cm
Insegnante Curricolare Scuola primaria
Insegnante di sostegno Scuola primaria

Video

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."