Organizzare la classe con il metodo START

Materiali e strumenti per una gestione efficace di spazi, tempi e attività nella scuola primaria

Erickson Advantages

Un pratico volume che desidera aiutare i/le docenti ad applicare in classe i concetti del metodo START e creare così routine scolastiche che sviluppano e/o rafforzano le competenze esecutive di bambini e bambine, portandoli verso una maggiore autonomia.

Leggi di più
Scegli
Non Disponibile
Solo %1 rimasto/i
Acquistabile con Carta del Docente
19,95 € -5% di sconto 21,00 €
Ricevi punti Erickson Per ogni prodotto acquistato ricevi punti Erickson che puoi utilizzare per ottenere sconti sui tuoi prossimi acquisti.
Aggiungi alla lista desideri

A casa tua in 24/48 ore

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

In questo libro

Contenuti e indice

Introduzione

PRIMA PARTE – Il metodo START per lo sviluppo delle abilità di pianificazione e organizzazione

  • Lo sviluppo delle competenze esecutive in età evolutiva
  • Il metodo START in classe
  • Bibliografia

SECONDA PARTE – Strumenti e strategie operative

  • Gestione dello spazio
  • Gestione del tempo
  • Pianificazione delle attività
  • Il processo di revisione
  • La trasferibilità delle competenze sviluppate
Continua a leggere

Organizzare la classe con il metodo START propone ai/alle docenti un percorso di attività diversificate e laboratori finalizzato per applicare in classe i concetti del metodo START, Spazio, Tempo, Attività, Revisione, Trasferibilità, pensato per sviluppare competenze fondamentali:

  • preparare in modo adeguato lo Spazio di lavoro;
  • ipotizzare e rispettare i Tempi di esecuzione dei compiti;
  • pianificare le Attività necessarie per lo svolgimento dei compiti e per il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati dall’insegnante;
  • organizzare la Revisione dei compiti, sia in fase di svolgimento che dopo il completamento, per monitorare il rispetto dei tempi ipotizzati;
  • Trasferire, cioè riutilizzare consapevolmente, le competenze apprese in compiti analoghi.

Il metodo START si basa su cinque fasi di programmazione e lavoro che si ripetono ciclicamente con il fine di sviluppare e/o rafforzare le competenze esecutive chiamate in gioco e portare alunni e alunne verso l’autonomia nel loro uso. Queste cinque fasi sono le seguenti.

  1. Messa in evidenza di un problema/difficoltà nella gestione quotidiana di un compito: l’insegnante individua un episodio specifico nel quale la mancata pianificazione o organizzazione ha creato ostacolo al raggiungimento di un obiettivo in modo soddisfacente. Questa fase serve a far comprendere agli alunni l’utilità dell’attività che verrà proposta.
  2. Proposta alla classe di una soluzione ipotetica: l’insegnante evoca negli alunni e nelle alunne la possibilità di trovare una soluzione al problema, impegnandosi personalmente nell’individuare e sperimentare una strategia o nel costruire uno strumento di intervento. Questa fase è fondamentale per lavorare sull’attribuzione interna delle cause di successo.
  3. Spiegazione della strategia e/o costruzione dello strumento: l’insegnante guida passo dopo passo nella comprensione delle strategie proposte o degli strumenti costruiti, accertandosi che tutti abbiano compreso in che cosa consistano e quando/come utilizzarli. Questo è importante per far sì che il lavoro coinvolga tutti i bambini e le bambine, sia quelli con fragilità che quelli con difficoltà o disturbi.
  4. Messa alla prova della strategia o dello strumento nell’organizzazione o pianificazione immediata di uno spazio/attività: l’insegnante individua un’attività già conosciuta, ad esempio un esercizio già svolto, un compito fatto più volte, ecc., che verrà rifatto seguendo la nuova strategia o utilizzando lo strumento costruito. In questa fase si sottolineerà la differenza di risultati in presenza di un nuovo metodo di lavoro.
  5. Verifica a distanza della tenuta delle strategie e della messa a sistema degli strumenti: il docente, partendo da quanto suggerito nel testo, controlla a distanza l’effettiva utilità del metodo di pianificazione e organizzazione trasmesso. Quest’ultima fase consente di comprendere se la specifica strategia o lo specifico strumento risultino realmente adeguati al proprio contesto-classe. Se ciò non dovesse essere, è fondamentale intervenire per introdurre nuove strategie e strumenti.

Completano il libro numerosi materiali pronti all’uso, schede di osservazione studente, liste di controllo, materiali per giochi di apprendimento e poster motivazionali.

Specifiche prodotto

Livello scolastico

Primaria

Autori e autrici

Cristina Prandolini

Cristina Prandolini

Autrice

Insegnante, laureata in Psicologia dello Sviluppo ed esperta in Psicopatologia dell'Apprendimento, si occupa di educazione e di Disturbi Specifici dell'Apprendimento in età evolutiva. Collabora con la cattedra di Pedaggoia Speciale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Scopri di più
Gianluca Daffi

Gianluca Daffi

Autore

Laureato in psicologia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano è docente a contratto nello stesso ateneo nelle sedi di Milano e Brescia e in passato presso la Libera Università di Bolzano. Collabora con gli Spedali Civili di Brescia per i quali ha coordinato il gruppo di lavoro informazione e formazione sul disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività composto dalle 18 NPI Lombarde centri di rifermento per l'ADHD e attualmente il gruppo di lavoro che ha come obiettivo consolidare gli interventi di supporto agli operatori scolastici a livello regionale​.

Collabora con il centro studi Erickson con il quale ha pubblicato diversi testi su tematiche psicoeducative. E' ideatore del metodo START e della figura dell'ADHD Homework Tutor ®, è responsabile scientifico del percorso formativo per ADHD HT® e del Campus START per famiglie e bambini ADHD/DOP. Ideatore della figura del GAME TRAINER® è responsabile scientifico del relativo percorso formativo, ha dato vita alla collana di giochi "GIOCARE PER CRESCERE" per promuovere le competenze esecutive.

Coordina diversi gruppi di lavoro relativamente alla formazione e aggiornamento dei docenti in materia di BES, valutazione delle competenze e gestione dei disturbi del comportamento in classe. E' ideatore e coordinatore di diversi percorsi di alta formazione in ambito universitario relativamente alla gestione degli alunni con BES. Collabora in qualità di formatore con l'equipe Psi.Pe di Brescia per la formazione e l'aggiornamento dei docenti.

E' soprattutto papà e curioso.

Scopri di più

Recensioni e domande