IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Articoli e appuntamenti suggeriti

Cos’è il disturbo ossessivo-compulsivo da relazione?

Come si caratterizza il DOC, il disturbo ossessivo-compulsivo da relazione che non permette a molti di vivere tranquillamente il proprio rapporto di coppia

In che cosa consiste il disturbo ossessivo-compulsivo da relazione?
La nascita dei primi studi sul DOC da relazione e la constatazione di come esso presenti un quadro sintomatologico ben preciso, seppure in buona parte sovrapponibile a quello del disturbo ossessivo-compulsivo nella categoria dei pensieri inaccettabili, è merito di due psicologi israeliani, il dottor Guy Doron e il dottor Danny Derby.
Questi due autori, individuando delle costanti in molte delle storie raccontate dai pazienti con problemi di natura relazionale, hanno fatto delle ricerche scoprendo come, nel vasto mondo di Internet, fossero presenti dei siti e dei forum in cui alcune persone descrivevano autonomamente le proprie preoccupazioni relazionali come delle vere e proprie «ossessioni».

Addentrandosi nella comprensione di questo problema, Doron e Derby hanno dunque studiato e descritto questa tipologia di ossessioni e si sono posti l’arduo obiettivo di condividere, attraverso la pubblicazione di ricerche e la creazione di un sito apposito, le loro scoperte riguardo alla genesi, ai fattori di mantenimento e alle specifiche modalità di trattamento del DOC da relazione.

Ciò che contraddistingue il DOC da relazione, così come le altre forme di disturbo ossessivo-compulsivo, è il dubbio, ricorrente, angosciante e senza fine. Chi soffre di questo disturbo si trova a vivere in uno stato di dubbio riguardante le possibilità che la relazione non vada bene, che i sentimenti provati non siano abbastanza intensi o sufficientemente costanti o, ancora, che il proprio partner non sia quello giusto, che non sia abbastanza intelligente o abbastanza attraente. Oltre a rappresentare il fulcro del disturbo, il dubbio si configura anche come la principale fonte di sofferenza per chi sperimenta il DOC da relazione: una lotta continua ed esasperante alla ricerca della prova definitiva, di quell’elemento che, una volta per tutte, possa alleviare l’ansia e il malessere.

Esattamente come nel caso degli altri tipi di DOC, anche nel disturbo ossessivo-compulsivo da relazione le ossessioni sono rappresentate da pensieri, immagini o impulsi giudicati come intrusivi, incontrollabili, pericolosi e inaccettabili. Quando si attiva il dubbio, la persona inizia a monitorare ossessivamente la propria attivazione emotiva o il proprio coinvolgimento fisico nei confronti del partner con l’obiettivo di capire come si sente in quel contesto. L’aver sperimentato le emozioni spiacevoli connesse al pensiero ossessivo induce a compiere delle azioni volte a evitare di cadere nel «vortice». Si sviluppa così tutta una serie di strategie riparative o preventive che hanno lo scopo di rassicurarsi circa i propri sentimenti e tenere lontana l’incertezza relazionale e l’ansia a essa connessa.

Leggi anche...
Ti potrebbero interessare...

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."