IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Articoli e appuntamenti suggeriti

Concorso docenti, pubblicati i bandi

Tutte le informazioni e le proposte Erickson per affrontare i concorsi docenti per la scuola dell'infanzia, primaria e secondaria

L’attesa è terminata. Il 28 aprile sono stati finalmente pubblicati in Gazzetta Ufficiale i bandi di concorso docenti per la scuola dell’infanzia e primaria e per la secondaria di I e II grado. Si parte con il concorso straordinario per la scuola secondaria, che sarà il primo a essere svolto.

I posti a concorso sono 61.863 in totale, così suddivisi:

  • 12.863 per la scuola dell’infanzia e primaria. Leggi il bando
  • 25.000 per la scuola secondaria di primo e secondo grado (concorso ordinario). Leggi il bando
  • 24.000 per la scuola secondaria di primo e secondo grado (concorso straordinario). Leggi il bando.

 Vediamo di fare il punto della situazione dei vari concorsi docenti infanzia, primaria e secondaria in programma.

Concorso ordinario scuola infanzia e primaria

I posti messi a concorso sono 12.863. Si concorrerà sia per posti comuni sia per posti sul sostegno. Le domande di partecipazione potranno essere inoltrate dalle ore 09.00 del 15 giugno 2020 fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2020. 

Concorso ordinario scuola secondaria

posti messi a concorso sono 25.000suddivisi tra posto comune e sostegnoLe domande potranno essere inoltrate dalle ore 9.00 del 15 giugno 2020 fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2020.

Considerate le tempistiche di svolgimento dell’iter concorsuale, le assunzioni probabilmente scatteranno non per l’anno scolastico 2020/21 ma per quello successivo.

Concorso straordinario scuola secondaria

In linea con il Decreto Scuola approvato a dicembre 2019, il bando,  dedicato specificatamente a chi già insegna e possiede i requisiti indicati, prevede 24.000 posti, suddivisi tra posto comune e sostegno.  I termini per la presentazione delle domande di di partecipazione andranno dalle ore 9.00 del 28 maggio 2020 fino alle ore 23.59 del 3 luglio 2020

Ogni docente può partecipare per una regione. Se in possesso dei requisiti, può partecipare sia per una classe di concorso che per i posti di sostegno; sempre se si è in possesso dei requisiti, è possibile partecipare sia al concorso ordinario che a quello straordinario.

Il Ministero dell’Istruzione sta lavorando al piano logistico per il concorso straordinario per la scuola secondaria di I e II grado che sarà il primo ad essere espletato.

Come prepararsi ai concorsi?

Per chi intende prepararsi al concorso, Erickson ha predisposto una serie di libri, corsi e materiali utili al superamento delle prove. Nell’edizione 2016 del concorso docenti, ben l’80% dei candidati che si è preparato con i materiali Erickson lo ha superato!

Per ogni concorso, mettiamo a disposizione un kit di materiali utile per la preparazione, composto da:

Due libri (manuale + avvertenze generali) con lezioni simulate, mappe concettuali, schemi e tabelle
Un corso online con esercitazioni e feedback personalizzati
Una piattaforma digitale con video, test e materiali aggiuntivi

Dario Ianes, docente di pedagogia speciale e  didattica speciale e co-fondatore del Centro Studi Erickson, spiega lo spirito che ha animato Erickson nella progettazione dei materiali per il concorso:

«Nei nostri libri dedicati alla preparazione del concorso, ci siamo attenuti ai contenuti del copione messo a punto dal Miur, studiando ogni dettaglio dei programmi, leggendo attentamente ogni parola e cercando di capire anche tra le righe ciò che il Concorso richiede. Abbiamo raccolto e scelto per i candidati i migliori e più completi materiali che possono servire a illustrare e organizzare cognitivamente e metacognitivamente i vari temi e argomenti».

E per quanto riguarda l’atteggiamento mentale utile per chi si accinge ad affrontare le prove del concorso? Il consiglio di Dario Ianes è questo: «Suggerisco di affrontare questo Concorso con due anime: una pragmatica e orientata in modo efficace alle necessità del programma, e una più personale, improntata a un’originale e orgogliosa identità professionale, affinché possiate coltivare sempre, anche nei momenti di più dura necessità, visioni innovative e desideri di continua evoluzione professionale. Edgar Morin ci ricorda: “Ciò che non si rigenera, degenera”, e non parla soltanto della vita di coppia».

Leggi anche...
Ti potrebbero interessare...

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."