IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Articoli e appuntamenti suggeriti

Concorso docenti 2020: al lavoro per le nuove prove

Gli ultimi aggiornamenti e le informazioni utili sui concorsi docenti per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, insieme con le proposte Erickson per affrontare le prove

Il Governo, il MIUR e gli enti locali sono al lavoro per organizzare la ripartenza prevista per settembre e i tanto attesi concorsi docenti per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado. 

L’emergenza Coronavirus ha colpito pesantemente il mondo della scuola stravolgendone il funzionamento e impattando sulla vita di milioni di studenti, insieme alle relative famiglie, oltreché sulla vita degli insegnanti e di tutti i lavoratori di questo settore. Molte le novità in arrivo, tra cui le modifiche delle prove per il concorso straordinario per i docenti della scuola secondaria. Facciamo il punto sulle notizie più aggiornate relativi ai concorsi docenti.

Concorso straordinario per la secondaria: aumentano i posti 

Novità importanti sono arrivate con il Decreto Rilancio con il quale si è stabilito, oltre a un innalzamento di 16.000 posti per la scuola secondaria, che il concorso straordinario per la scuola secondaria si terrà dopo l’estate e che, nel frattempo, i 32.000 docenti previsti da questo entreranno in cattedra a tempo determinato a partire dal 1° settembre attingendo alle graduatorie d’istituto. Nessun posto aggiuntivo rispetto a quanto bandito dal concorso ordinario uscito in aprile è stato invece previsto per la scuola primaria e dell’infanzia.

Oltre 77.000 posti a concorso per scuola dell’infanzia, primaria e secondaria

Considerando i 16.000 posti in più stabiliti dal Decreto Rilancio, passano quindi a 77.863 i posti banditi a concorso, così suddivisi:

  • 2.8630 per la scuola dell’infanzia e primaria. Leggi il bando
  • 33.000 per la scuola secondaria di primo e secondo grado (concorso ordinario). Leggi il bando e il testo del Decreto Rilancio
  • 32.000 per la scuola secondaria di primo e secondo grado (concorso straordinario). Leggi il bando. e il testo del Decreto Rilancio

Cerchiamo di fare il punto della situazione dei vari concorsi docenti infanzia, primaria e secondaria in programma, con tutte le informazioni utili per la partecipazione.

Concorso ordinario scuola infanzia e primaria: tutte le informazioni

Posti disponibili
I posti messi a concorso sono 12.863. Si concorre sia per posti comuni sia per posti sul sostegno.

Termini per la presentazione delle domande
Le domande di partecipazione possono essere inoltrate dal 15 giugno al 31 luglio 2020.

Requisiti di ammissione
Per poter partecipare per i posti comuni, servono:

  • titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia;
  • Oppure diploma magistrale con valore di abilitazione o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia, purché conseguiti entro l’anno scolastico 2001/2002.
  • Per i posti di sostegno, è richiesto, in aggiunta a uno tra i titoli di cui ai punti precedenti, il possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno o analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

Prove
Il concorso si articola in:

  • eventuale prova pre-selettiva (nel caso in cui le domande di partecipazione superino di quattro volte il numero di posti messo a bando)
  • prova scritta
  • prova orale
  • valutazione titoli

Concorso ordinario scuola secondaria: tutte le informazioni

Posti disponibili
I posti messi a concorso sono 33.000, suddivisi tra posto comune e sostegno.

Termini per la presentazione delle domande
Le domande possono essere inoltrate dal 15 giugno 2020 al 31 luglio 2020.

Requisiti di ammissione
Per i posti comuni, sono richiesti:

  • titolo di abilitazione alla specifica classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia;
  • oppure titolo di accesso alla specifica classe di concorso congiuntamente a titolo di abilitazione all’insegnamento per diverso grado o classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia;
  • oppure titolo di accesso alla specifica classe di concorso o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia, congiuntamente al possesso dei 24 CFU/CFA previsti dalla legge 107.

Per i posti di sostegno, sono ammessi a partecipare alle procedure per i posti di sostegno con riferimento alle procedure distinte per la secondaria di primo o secondo grado, i candidati in possesso di uno dei titoli di cui al punto precedente congiuntamente al titolo di specializzazione sul sostegno per lo specifico grado o analogo titolo di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

Prove
Il concorso ordinario è composto da:

  • eventuale prova pre-selettiva (nel caso in cui le domande di partecipazione superino di quattro volte il numero di posti messo a bando)
  • due prove scritte
  • una prova orale

A queste prove si aggiunge una prova pratica, per le classi di concorso che la prevedono.

Concorso straordinario scuola secondaria: tutte le informazioni

Posti disponibili
I posti messi a concorso per l’immissione in ruolo nella scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune e di sostegno sono 32.000. Tuttavia le procedure di reclutamento tramite concorso straordinario sono al momento sospese, e per l’immissione in servizio a partire dal 1° settembre si attingerà direttamente alle graduatorie di istituto.

Termini per la presentazione delle domande
La presentazione delle domande che, da bando, doveva partire il 28 maggio, è stata rinviata, senza ad oggi aver definito una nuova data.

Requisiti di ammissione
Per partecipare al concorso straordinario i docenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • aver svolto, tra l’anno scolastico 2008/2009 e l’anno scolastico 2019/2020, su posto comune o di sostegno, almeno 3 anni di servizio, anche non consecutivi;
  • aver svolto almeno un anno di servizio, tra gli anni scolastici 2008/2009 e 2019/2020, nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre;
  • per il posto comune, titolo di studio previsto dall’articolo 5, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, coerente con la classe di concorso richiesta fermo restando quanto previsto dall’articolo 22, comma 2, del predetto decreto con riferimento alle classi di concorso a posti di insegnante tecnico-pratico;
  • per il posto di sostegno, titolo di accesso alla procedura e specializzazione per il relativo grado. Tre anni di servizio svolto esclusivamente su posto di sostegno non costituiscono titolo di accesso al concorso straordinario.

Prove
Il concorso straordinario prevede una prova scritta computer based e si articola in una serie di domande a risposta aperta.

Procedura straordinaria di abilitazione

I docenti che hanno già maturato anni di servizio nelle scuole hanno poi la possibilità di conseguire l’abilitazione all’insegnamento attraverso la procedura straordinaria prevista per la scuola secondaria. I requisiti richiesti sono praticamente identici a quelli del concorso straordinario per l’immissione in ruolo.

Termini per la presentazione delle domande
La domanda può essere inoltrata dal 28 maggio fino al 3 luglio 2020.

Requisiti di accesso
Al concorso straordinario ai soli fini abilitanti accedono i docenti con i seguenti requisiti:

  • tre annualità di servizio anche non consecutive svolte tra l’a.s. 2008/09 e l’anno scolastico 2019/20 su posto comune o di sostegno;
  • un anno di servizio deve essere stato svolto per la classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale si concorre; 3. l’aspirante deve essere in possesso del titolo di studio valido per l’accesso alla classe di concorso richiesta (laurea con eventuali CFU per la classe di concorso o diploma per ITP).
  • Tre anni di servizio svolto esclusivamente su posto di sostegno non costituiscono titolo di accesso al concorso straordinario. Le tre annualità di servizio possono essere state svolte presso le scuole paritarie o nei percorsi IeFP purché il relativo servizio sia stato svolto per la tipologia di posto o per gli insegnamenti riconducibili alle classi di concorso del DPR 19/2016 e successive modificazioni; il servizio, inoltre, può essere misto: statale e paritario/IeFP.

Prove
La procedura straordinaria consiste in una prova scritta computer based composta da 60 quesiti a risposta multipla della durata di 60 minuti. Il punteggio minimo per superare la prova è 42/60.

Concorso scuola secondaria: a quali procedure concorsuali posso partecipare?

Per aiutare chi desidera partecipare ai concorsi scuola per la secondaria a raccapezzarsi tra i requisiti previsti dalle diverse procedure, e presentare di conseguenza la propria domanda, abbiamo preparato una tabella riassuntiva.

Come prepararsi ai concorsi per diventare insegnante?

Infine, vi ricordiamo che, per chi intende prepararsi al concorso, Erickson ha predisposto una serie di libri, corsi e materiali utili al superamento delle prove. Nell’edizione 2016 del concorso docenti, ben l’80% dei candidati che si è preparato con i materiali Erickson lo ha superato!

Per ogni concorso, mettiamo a disposizione un kit di materiali utile per la preparazione, composto da:
- Due libri (manuale + avvertenze generali) con lezioni simulate, mappe concettuali, schemi e tabelle
- Un corso online con esercitazioni e feedback personalizzati
- Una piattaforma digitale con video, test e materiali aggiuntivi

Dario Ianes, docente di pedagogia speciale e didattica speciale e co-fondatore del Centro Studi Erickson, spiega lo spirito che ha animato Erickson nella progettazione dei materiali per il concorso: «Nei nostri libri dedicati alla preparazione del concorso, ci siamo attenuti ai contenuti del copione messo a punto dal Miur, studiando ogni dettaglio dei programmi, leggendo attentamente ogni parola e cercando di capire anche tra le righe ciò che il Concorso richiede. Abbiamo raccolto e scelto per i candidati i migliori e più completi materiali che possono servire a illustrare e organizzare cognitivamente e metacognitivamente i vari temi e argomenti».

E per quanto riguarda l’atteggiamento mentale utile per chi si accinge ad affrontare le prove del concorso? Il consiglio di Dario Ianes è questo: «Suggerisco di affrontare questo Concorso con due anime: una pragmatica e orientata in modo efficace alle necessità del programma, e una più personale, improntata a un’originale e orgogliosa identità professionale, affinché possiate coltivare sempre, anche nei momenti di più dura necessità, visioni innovative e desideri di continua evoluzione professionale. Edgar Morin ci ricorda: “Ciò che non si rigenera, degenera”, e non parla soltanto della vita di coppia».

Ti potrebbero interessare...

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."