IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Articoli e appuntamenti suggeriti

Che cosa sono le «funzioni esecutive»

Perché svilupparle in età prescolare è importante

Negli ultimi dieci anni la letteratura scientifica ha iniziato a occuparsi dello sviluppo delle funzioni esecutive già a partire dall’età prescolare, con particolare riguardo al sistema attentivo. Ma cosa intendiamo esattamente quando parliamo di «funzioni esecutive»? E perché sono importanti per l’apprendimento? Cerchiamo di rispondere brevemente a queste domande.

Le funzioni esecutive rappresentano la capacità di creare modalità di risposta comportamentale di fronte a circostanze o attività, nuove e/o insolite: la capacità di inibire risposte improprie, di correggere gli errori o di modificare la risposta, di monitorare e di aggiornare il proprio comportamento, di attivare strategie di problem solving e di flessibilità cognitiva, di pianificare gli step da svolgere per far fronte a una situazione non abituale, difficile o complessa.


 

L’attenzione, sia uditiva che visiva, può essere considerata parte delle funzioni esecutive in quanto sistema deputato alla selezione delle informazioni e degli innumerevoli stimoli che riceviamo nel quotidiano, alla loro distribuzione, al loro controllo e alla gestione nel tempo.

 


L’attenzione funge da filtro nella selezione dei vari stimoli uditivi, tattili e visivi provenienti dall’esterno. Tale processo prevede una fase di allerta fisica, a cui segue un’allerta tonica e di attenzione sostenuta - necessaria per mantenere un livello di attenzione adeguato e opportuno allo svolgimento di un’attività sebbene noiosa e monotona - poi una fase selettiva - che consente di selezionare alcuni elementi a discapito di altri meno rilevanti, i cosiddetti distrattori - e divisa - quando siamo costretti a gestire due o più informazioni/stimoli differenti o compiti diversi.


Possedere buone capacità di attenzione rappresenta una premessa fondamentale per garantire un efficace apprendimento in età scolare. Dal funzionamento delle abilità attentive dipende infatti anche il corretto esercizio delle funzioni esecutive più complesse (pianificazione, organizzazione, concentrazione, ecc.), importanti per raggiungere un buon rendimento nella scuola primaria. Ricerche recenti dimostrano infatti come training specifici per il potenziamento attentivo ed esecutivo conducano a miglioramenti nella lettura, nel calcolo e nella comprensione del testo. L’efficienza dei risultati si raggiunge solo a seguito di una pratica ripetitiva delle specifiche operazioni cognitive coinvolte nell’attenzione.

Ti potrebbero interessare...

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."