IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Articoli e appuntamenti suggeriti

Come sostenere gli alunni nell’apprendimento delle lingue straniere - Erickson 1

Come sostenere gli alunni nell’apprendimento delle lingue straniere

Due competenze chiave utili all’insegnante per gli alunni con BES e per gli alunni senza BES

I processi sottesi all’apprendimento di una lingua straniera sono solo parzialmente simili rispetto a quelli sottesi all’apprendimento della lingua materna. Questo perché l’apprendimento di una lingua straniera non si svolge solitamente in un contesto spontaneo di immersione. Molte variabili interagiscono tra loro incidendo sulla capacità di apprendimento di una lingua straniera.

Una competenza chiave per l’insegnante per poter sostenere i propri alunni nell’apprendimento di una lingua straniera consiste nel conoscere le caratteristiche dei propri alunni, sia quelli con che quelli senza Bisogni Educativi Speciali. Tra le caratteristiche rientrano sia le difficoltà che i punti di forza di un alunno. Un alunno con BES, ad esempio, potrebbe essere in difficoltà nello svolgimento di certi compiti, come leggere ad alta voce o prendere appunti, ma avere dei talenti, come la capacità di agire in modo pragmatico in modo efficace.

Una seconda competenza chiave per l’insegnante è quella di avere un modello concettuale di cos’è la lingua e di come questa può fondersi con le abilità cognitive, motorie e sensoriali dello studente. Da questo punto di vista, l’insegnante può migliorare i processi di apprendimento dei suoi alunni ad esempio puntando su un apprendimento della lingua straniera che sia il più possibile multisensoriale, oppure facendo leva sui principi che massimizzano l’accessibilità dell’ambiente di apprendimento. Oltre alla multisensorialità, anche la sistematicità è importante. Questa consiste, ad esempio, nel dare obiettivi di lavoro chiari e nel coinvolgere lo studente nel processo di apprendimento.

Le capacità osservazionali dell’insegnante rispetto alle caratteristiche degli alunni e la sua competenza metodologica, assieme, garantiscono l’accessibilità glotto-didattica.

Michele Daloiso - docente di Didattica delle Lingue e Comunicazione Interculturale dell’Università di Parma - spiega quali sono le competenze importanti per sostenere gli alunni nell’apprendimento di una lingua straniera

Leggi anche...
Ti potrebbero interessare...

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."