IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Disponibile nel formato

Libri

Libro
€ 16,58 -15% € 19,50
-15%
Vale 16 punti Erickson
Libri

La cura delle reti

Nel welfare delle relazioni

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo...

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo l'uscita della Legge nazionale 328, questi termini sono sulla bocca di tutti, accompagnati tuttavia dall'evidenza di una certa difficoltà a metterli in pratica in modo efficace. Non tutte le reti funzionano, cioé producono cura e benessere più e meglio delle azioni isolate di singoli operatori o singoli enti. Le reti devono essere a loro volta curate affinché «curino», affinché diventino davvero delle opzioni strategiche superiori nella realtà ormai molto sfaccettata e disarticolata degli attuali sistemi locali di welfare. Ne è la riprova l'evidenza di tanti Piani di zona, alcuni dei quali rappresentano delle straordinarie esperienze di «pensiero comunitario» nella programmazione dei servizi, e altri invece un triste rito burocratico. Il volume raccoglie una serie di scritti e di saggi brevi sulle nuove forme dei welfare locali e sul metodo del lavoro di rete, che dovrebbe garantirne la necessaria «manutenzione». Un'opera che interessa gli operatori sociali professionali ma anche i dirigenti di strutture e i responsabili delle scelte politico-amministrative locali in tema di welfare.

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo...

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo l'uscita della Legge nazionale 328, questi termini sono sulla bocca di tutti, accompagnati tuttavia dall'evidenza di una certa difficoltà a metterli in pratica in modo efficace. Non tutte le reti funzionano, cioé producono cura e benessere più e meglio delle azioni isolate di singoli operatori o singoli enti. Le reti devono essere a loro volta curate affinché «curino», affinché diventino davvero delle opzioni strategiche superiori nella realtà ormai molto sfaccettata e disarticolata degli attuali sistemi locali di welfare. Ne è la riprova l'evidenza di tanti Piani di zona, alcuni dei quali rappresentano delle straordinarie esperienze di «pensiero comunitario» nella programmazione dei servizi, e altri invece un triste rito burocratico. Il volume raccoglie una serie di scritti e di saggi brevi sulle nuove forme dei welfare locali e sul metodo del lavoro di rete, che dovrebbe garantirne la necessaria «manutenzione». Un'opera che interessa gli operatori sociali professionali ma anche i dirigenti di strutture e i responsabili delle scelte politico-amministrative locali in tema di welfare.

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo...

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo l'uscita della Legge nazionale 328, questi termini sono sulla bocca di tutti, accompagnati tuttavia dall'evidenza di una certa difficoltà a metterli in pratica in modo efficace. Non tutte le reti funzionano, cioé producono cura e benessere più e meglio delle azioni isolate di singoli operatori o singoli enti. Le reti devono essere a loro volta curate affinché «curino», affinché diventino davvero delle opzioni strategiche superiori nella realtà ormai molto sfaccettata e disarticolata degli attuali sistemi locali di welfare. Ne è la riprova l'evidenza di tanti Piani di zona, alcuni dei quali rappresentano delle straordinarie esperienze di «pensiero comunitario» nella programmazione dei servizi, e altri invece un triste rito burocratico. Il volume raccoglie una serie di scritti e di saggi brevi sulle nuove forme dei welfare locali e sul metodo del lavoro di rete, che dovrebbe garantirne la necessaria «manutenzione». Un'opera che interessa gli operatori sociali professionali ma anche i dirigenti di strutture e i responsabili delle scelte politico-amministrative locali in tema di welfare.

Disponibile nel formato

Libri

Libro
€ 16,58 -15% € 19,50
-15%
Vale 16 punti Erickson

Descrizione

Libro

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo...

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo l'uscita della Legge nazionale 328, questi termini sono sulla bocca di tutti, accompagnati tuttavia dall'evidenza di una certa difficoltà a metterli in pratica in modo efficace. Non tutte le reti funzionano, cioé producono cura e benessere più e meglio delle azioni isolate di singoli operatori o singoli enti. Le reti devono essere a loro volta curate affinché «curino», affinché diventino davvero delle opzioni strategiche superiori nella realtà ormai molto sfaccettata e disarticolata degli attuali sistemi locali di welfare. Ne è la riprova l'evidenza di tanti Piani di zona, alcuni dei quali rappresentano delle straordinarie esperienze di «pensiero comunitario» nella programmazione dei servizi, e altri invece un triste rito burocratico. Il volume raccoglie una serie di scritti e di saggi brevi sulle nuove forme dei welfare locali e sul metodo del lavoro di rete, che dovrebbe garantirne la necessaria «manutenzione». Un'opera che interessa gli operatori sociali professionali ma anche i dirigenti di strutture e i responsabili delle scelte politico-amministrative locali in tema di welfare.

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo...

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo l'uscita della Legge nazionale 328, questi termini sono sulla bocca di tutti, accompagnati tuttavia dall'evidenza di una certa difficoltà a metterli in pratica in modo efficace. Non tutte le reti funzionano, cioé producono cura e benessere più e meglio delle azioni isolate di singoli operatori o singoli enti. Le reti devono essere a loro volta curate affinché «curino», affinché diventino davvero delle opzioni strategiche superiori nella realtà ormai molto sfaccettata e disarticolata degli attuali sistemi locali di welfare. Ne è la riprova l'evidenza di tanti Piani di zona, alcuni dei quali rappresentano delle straordinarie esperienze di «pensiero comunitario» nella programmazione dei servizi, e altri invece un triste rito burocratico. Il volume raccoglie una serie di scritti e di saggi brevi sulle nuove forme dei welfare locali e sul metodo del lavoro di rete, che dovrebbe garantirne la necessaria «manutenzione». Un'opera che interessa gli operatori sociali professionali ma anche i dirigenti di strutture e i responsabili delle scelte politico-amministrative locali in tema di welfare.

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo...

Nel mondo dei servizi sociali mai un concetto è stato così tanto invocato e allo stesso tempo disatteso. Parliamo delle reti, e dei suoi molti significati correlati: coordinazione, integrazione, partnership, sinergia, pianificazione congiunta. Dopo l'uscita della Legge nazionale 328, questi termini sono sulla bocca di tutti, accompagnati tuttavia dall'evidenza di una certa difficoltà a metterli in pratica in modo efficace. Non tutte le reti funzionano, cioé producono cura e benessere più e meglio delle azioni isolate di singoli operatori o singoli enti. Le reti devono essere a loro volta curate affinché «curino», affinché diventino davvero delle opzioni strategiche superiori nella realtà ormai molto sfaccettata e disarticolata degli attuali sistemi locali di welfare. Ne è la riprova l'evidenza di tanti Piani di zona, alcuni dei quali rappresentano delle straordinarie esperienze di «pensiero comunitario» nella programmazione dei servizi, e altri invece un triste rito burocratico. Il volume raccoglie una serie di scritti e di saggi brevi sulle nuove forme dei welfare locali e sul metodo del lavoro di rete, che dovrebbe garantirne la necessaria «manutenzione». Un'opera che interessa gli operatori sociali professionali ma anche i dirigenti di strutture e i responsabili delle scelte politico-amministrative locali in tema di welfare.

PRIMA PARTE - SPUNTI DI POLITICA SOCIALE: VERSO UN WELFARE DELLE RELAZIONI
- Dalla politica sociale al lavoro sul campo
- Quale welfare? La responsabilità sociale come risorsa
- Il welfare di comunità: teoria e metodo della solidarietà civile
- Perché il terzo settore è una risorsa per la società
- Il terzo settore e il mercato: quale produttività valutare?
- La community care
- Ente pubblico e cittadini: insieme per un nuovo welfare
- Tra agio e disagio: il ruolo attivo della famiglia
- Reti comunitarie e cure ai morenti
- La logica sociale nelle strutture socio-sanitarie
- La scuola nella rete di sostegno comunitaria
- La scuola e il capitale sociale
- Che cos'è il capitale sociale?

SECONDA PARTE - SPUNTI DI METODOLOGIA PROFESSIONALE: VERSO IL LAVORO DI RETE
- Il lavoro sociale nella condizione postmoderna: introduzione ai concetti
- La programmazione degli interventi sociali nel metodo di rete
- È possibile il lavoro di rete negli interventi di controllo?
- La formazione delle professioni sociali
- I servizi relazionali

Libro
ISBN: 9788879469180
Data di pubblicazione: 09/2006
Numero Pagine: 240
Formato: 15x21cm

 

Assistente sociale Ambito scolastico
Assistente sociale Anziani e non autosufficienti
Assistente sociale Dipendenze (alcol, droga)
Assistente sociale Disabilità
Assistente sociale Immigrati
Assistente sociale Minori e famiglie
Assistente sociale Altro
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Altro
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Ambito scolastico
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Anziani e non autosufficienti
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Dipendenze (alcol, droga)
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Disabilità
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Grave emarginazione, nomadi, penitenziario adulti
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Immigrati
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Minori e famiglie
Educatore Professionale Altro
Educatore Professionale Ambito scolastico
Educatore Professionale Anziani e non autosufficienti
Educatore Professionale Dipendenze (alcol, droga)
Educatore Professionale Disabilità
Educatore Professionale Immigrati
Educatore Professionale Minori e famiglie
Medico Altro
Medico Geriatria
Medico Neurologia
Medico Pediatria
Medico Psichiatria
Contenuti

PRIMA PARTE - SPUNTI DI POLITICA SOCIALE: VERSO UN WELFARE DELLE RELAZIONI
- Dalla politica sociale al lavoro sul campo
- Quale welfare? La responsabilità sociale come risorsa
- Il welfare di comunità: teoria e metodo della solidarietà civile
- Perché il terzo settore è una risorsa per la società
- Il terzo settore e il mercato: quale produttività valutare?
- La community care
- Ente pubblico e cittadini: insieme per un nuovo welfare
- Tra agio e disagio: il ruolo attivo della famiglia
- Reti comunitarie e cure ai morenti
- La logica sociale nelle strutture socio-sanitarie
- La scuola nella rete di sostegno comunitaria
- La scuola e il capitale sociale
- Che cos'è il capitale sociale?

SECONDA PARTE - SPUNTI DI METODOLOGIA PROFESSIONALE: VERSO IL LAVORO DI RETE
- Il lavoro sociale nella condizione postmoderna: introduzione ai concetti
- La programmazione degli interventi sociali nel metodo di rete
- È possibile il lavoro di rete negli interventi di controllo?
- La formazione delle professioni sociali
- I servizi relazionali

Libro
ISBN: 9788879469180
Data di pubblicazione: 09/2006
Numero Pagine: 240
Formato: 15x21cm
Assistente sociale Ambito scolastico
Assistente sociale Anziani e non autosufficienti
Assistente sociale Dipendenze (alcol, droga)
Assistente sociale Disabilità
Assistente sociale Immigrati
Assistente sociale Minori e famiglie
Assistente sociale Altro
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Altro
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Ambito scolastico
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Anziani e non autosufficienti
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Dipendenze (alcol, droga)
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Disabilità
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Grave emarginazione, nomadi, penitenziario adulti
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Immigrati
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Minori e famiglie
Educatore Professionale Altro
Educatore Professionale Ambito scolastico
Educatore Professionale Anziani e non autosufficienti
Educatore Professionale Dipendenze (alcol, droga)
Educatore Professionale Disabilità
Educatore Professionale Immigrati
Educatore Professionale Minori e famiglie
Medico Altro
Medico Geriatria
Medico Neurologia
Medico Pediatria
Medico Psichiatria

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."