IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Disponibile nel formato

Libri

Libro
€ 15,30 -15% € 18,00
-15%
Vale 15 punti Erickson

Il diritto alla sessualità e la disabilità, tra bisogni e desideri

Il punto di vista delle persone con disabilità, dei loro familiari e degli operatori

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo...

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo tra le mura domestiche. Ma cosa vuol dire «sessualità» per ragazze, ragazzi, donne e uomini con disabilità? Cosa pensano e cosa desiderano per il futuro? Cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione? Cosa si sta già facendo?
Questo libro racconta di una ricerca che ha coinvolto 740 persone in sole sei settimane; 740 persone che hanno superato pudore e imbarazzo per parlare di sessualità, testimoniare un vissuto e comunicare con coraggio il proprio punto di vista, raccontando le proprie storie, i problemi quotidiani e i desideri relativi all’amore, alle relazioni e alla vita sessuale (propria, dei propri cari o dei propri utenti).
La ricerca «Sessualità e disabilità» è stata realizzata nell’ambito di «Reggio Emilia Città Senza Barriere», un progetto del Comune di Reggio Emilia che ha come mandato quello di contribuire al superamento delle barriere architettoniche e mentali, realizzando un nuovo modo di pensare la città per e con la fragilità.
Dalle migliaia di contributi qui raccolti emergono esperienze e richieste comuni, e proprio questa coerenza interna rende più chiara la fotograf a della situazione e rimanda grande valore alle parole dei diversi soggetti coinvolti.

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo...

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo tra le mura domestiche. Ma cosa vuol dire «sessualità» per ragazze, ragazzi, donne e uomini con disabilità? Cosa pensano e cosa desiderano per il futuro? Cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione? Cosa si sta già facendo?
Questo libro racconta di una ricerca che ha coinvolto 740 persone in sole sei settimane; 740 persone che hanno superato pudore e imbarazzo per parlare di sessualità, testimoniare un vissuto e comunicare con coraggio il proprio punto di vista, raccontando le proprie storie, i problemi quotidiani e i desideri relativi all’amore, alle relazioni e alla vita sessuale (propria, dei propri cari o dei propri utenti).
La ricerca «Sessualità e disabilità» è stata realizzata nell’ambito di «Reggio Emilia Città Senza Barriere», un progetto del Comune di Reggio Emilia che ha come mandato quello di contribuire al superamento delle barriere architettoniche e mentali, realizzando un nuovo modo di pensare la città per e con la fragilità.
Dalle migliaia di contributi qui raccolti emergono esperienze e richieste comuni, e proprio questa coerenza interna rende più chiara la fotograf a della situazione e rimanda grande valore alle parole dei diversi soggetti coinvolti.

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo...

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo tra le mura domestiche. Ma cosa vuol dire «sessualità» per ragazze, ragazzi, donne e uomini con disabilità? Cosa pensano e cosa desiderano per il futuro? Cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione? Cosa si sta già facendo?
Questo libro racconta di una ricerca che ha coinvolto 740 persone in sole sei settimane; 740 persone che hanno superato pudore e imbarazzo per parlare di sessualità, testimoniare un vissuto e comunicare con coraggio il proprio punto di vista, raccontando le proprie storie, i problemi quotidiani e i desideri relativi all’amore, alle relazioni e alla vita sessuale (propria, dei propri cari o dei propri utenti).
La ricerca «Sessualità e disabilità» è stata realizzata nell’ambito di «Reggio Emilia Città Senza Barriere», un progetto del Comune di Reggio Emilia che ha come mandato quello di contribuire al superamento delle barriere architettoniche e mentali, realizzando un nuovo modo di pensare la città per e con la fragilità.
Dalle migliaia di contributi qui raccolti emergono esperienze e richieste comuni, e proprio questa coerenza interna rende più chiara la fotograf a della situazione e rimanda grande valore alle parole dei diversi soggetti coinvolti.

Disponibile nel formato

Libri

Libro
€ 15,30 -15% € 18,00
-15%
Vale 15 punti Erickson

Descrizione

Libro

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo...

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo tra le mura domestiche. Ma cosa vuol dire «sessualità» per ragazze, ragazzi, donne e uomini con disabilità? Cosa pensano e cosa desiderano per il futuro? Cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione? Cosa si sta già facendo?
Questo libro racconta di una ricerca che ha coinvolto 740 persone in sole sei settimane; 740 persone che hanno superato pudore e imbarazzo per parlare di sessualità, testimoniare un vissuto e comunicare con coraggio il proprio punto di vista, raccontando le proprie storie, i problemi quotidiani e i desideri relativi all’amore, alle relazioni e alla vita sessuale (propria, dei propri cari o dei propri utenti).
La ricerca «Sessualità e disabilità» è stata realizzata nell’ambito di «Reggio Emilia Città Senza Barriere», un progetto del Comune di Reggio Emilia che ha come mandato quello di contribuire al superamento delle barriere architettoniche e mentali, realizzando un nuovo modo di pensare la città per e con la fragilità.
Dalle migliaia di contributi qui raccolti emergono esperienze e richieste comuni, e proprio questa coerenza interna rende più chiara la fotograf a della situazione e rimanda grande valore alle parole dei diversi soggetti coinvolti.

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo...

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo tra le mura domestiche. Ma cosa vuol dire «sessualità» per ragazze, ragazzi, donne e uomini con disabilità? Cosa pensano e cosa desiderano per il futuro? Cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione? Cosa si sta già facendo?
Questo libro racconta di una ricerca che ha coinvolto 740 persone in sole sei settimane; 740 persone che hanno superato pudore e imbarazzo per parlare di sessualità, testimoniare un vissuto e comunicare con coraggio il proprio punto di vista, raccontando le proprie storie, i problemi quotidiani e i desideri relativi all’amore, alle relazioni e alla vita sessuale (propria, dei propri cari o dei propri utenti).
La ricerca «Sessualità e disabilità» è stata realizzata nell’ambito di «Reggio Emilia Città Senza Barriere», un progetto del Comune di Reggio Emilia che ha come mandato quello di contribuire al superamento delle barriere architettoniche e mentali, realizzando un nuovo modo di pensare la città per e con la fragilità.
Dalle migliaia di contributi qui raccolti emergono esperienze e richieste comuni, e proprio questa coerenza interna rende più chiara la fotograf a della situazione e rimanda grande valore alle parole dei diversi soggetti coinvolti.

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo...

Per le persone con disabilità, per i loro familiari e per gli operatori sociali e sanitari coinvolti il diritto al benessere sessuale è ancora troppo spesso un argomento tabù o una questione secondaria, fonte di complicazioni, da limitare al massimo tra le mura domestiche. Ma cosa vuol dire «sessualità» per ragazze, ragazzi, donne e uomini con disabilità? Cosa pensano e cosa desiderano per il futuro? Cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione? Cosa si sta già facendo?
Questo libro racconta di una ricerca che ha coinvolto 740 persone in sole sei settimane; 740 persone che hanno superato pudore e imbarazzo per parlare di sessualità, testimoniare un vissuto e comunicare con coraggio il proprio punto di vista, raccontando le proprie storie, i problemi quotidiani e i desideri relativi all’amore, alle relazioni e alla vita sessuale (propria, dei propri cari o dei propri utenti).
La ricerca «Sessualità e disabilità» è stata realizzata nell’ambito di «Reggio Emilia Città Senza Barriere», un progetto del Comune di Reggio Emilia che ha come mandato quello di contribuire al superamento delle barriere architettoniche e mentali, realizzando un nuovo modo di pensare la città per e con la fragilità.
Dalle migliaia di contributi qui raccolti emergono esperienze e richieste comuni, e proprio questa coerenza interna rende più chiara la fotograf a della situazione e rimanda grande valore alle parole dei diversi soggetti coinvolti.

Autonomie personali e sociali Autonomia Personale
Aspetti emotivo-motivazionali e affettivo-relazionali Sessualità
Autonomie personali e sociali Autonomia Personale
Aspetti emotivo-motivazionali e affettivo-relazionali Sessualità
Libro

Prefazione (Paolo Cendon e Annalisa Rabitti)
Introduzione

Il progetto e la ricerca in sintesi
Profilazione del campione
Concezione teorica della sessualità
Esperienza personale
Parere personale e aspettative
Prospettive progettuali

Conclusioni
Bibliografia
Appendice
I testi dei tre questionari

Libro
ISBN: 9788859015123
Data di pubblicazione: 11/2017
Numero Pagine: 183
Formato: 15x21cm

 

Assistente sociale Disabilità
Educatore Professionale Disabilità
Medico Psichiatria
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Disabilità
Contenuti
Libro

Prefazione (Paolo Cendon e Annalisa Rabitti)
Introduzione

Il progetto e la ricerca in sintesi
Profilazione del campione
Concezione teorica della sessualità
Esperienza personale
Parere personale e aspettative
Prospettive progettuali

Conclusioni
Bibliografia
Appendice
I testi dei tre questionari

Libro
ISBN: 9788859015123
Data di pubblicazione: 11/2017
Numero Pagine: 183
Formato: 15x21cm
Assistente sociale Disabilità
Educatore Professionale Disabilità
Medico Psichiatria
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Disabilità

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."