Il corsivo dalla A alla Z - La teoria

Un metodo per insegnare i movimenti della scrittura

Erickson Advantages

Il volume affronta un momento particolarmente critico per l’apprendimento della scrittura: il passaggio dallo stampatello al corsivo.
Il corsivo dalla A alla Z - La teoria è stato redatto con l’intento di aiutare a comprendere meglio perché alcuni bambini imparano a scrivere bene mentre altri mostrano difficoltà tali da rendere difficile, o quasi impossibile, la lettura di quanto hanno scritto.

Dalla teoria alla pratica
I due volumi Il corsivo dalla A alla Z , teoria e pratica, si presentano come un'assoluta novità, occupandosi in modo specifico della meccanica della scrittura e affrontando, in particolare, il passaggio dalla scrittura in stampatello, lettere spazialmente separate e caratterizzate da pochi tratti distintivi, a quella della scrittura in corsivo, che richiede la gestione di un sistema grafico fluido. Questo delicato passaggio dal punto di vista grafo-motorio rappresenta un momento particolarmente critico per l'apprendimento della scrittura e per il rapporto che i bambini potranno avere con essa.

Consigliato a
Il volume si rivolge ai professionisti dell'età evolutiva e a chi più direttamente segue il bambino negli apprendimenti scolastici.

In sintesi
L’opera tratta le fasi iniziali dell'apprendimento della scrittura focalizzando l'attenzione sui processi che ne permettono uno sviluppo normale e che eventualmente possono essere rafforzati per favorire il recupero di un disturbo disgrafico già consolidato.

Leggi di più
Scegli
Non Disponibile
Solo %1 rimasto/i
Acquistabile con Carta del Docente
18,53 € -5% di sconto 19,50 €
Ricevi punti Erickson Per ogni prodotto acquistato ricevi punti Erickson che puoi utilizzare per ottenere sconti sui tuoi prossimi acquisti.
Aggiungi alla lista desideri

A casa tua in 24/48 ore

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

In questo libro

Contenuti e indice

  • Apprendimento della scrittura: modelli teorici e prerequisiti necessari
  • Gli aspetti grafo-motori della scrittura: quali sono e come studiarli
  • Aspetti ergonomici della scrittura
  • Scrittura: introduzione agli aspetti metodologici e didattici
  • Insegnare il corsivo: una proposta metodologica
  • Esperienza di insegnamento del corsivo secondo il modello proposto: una ricerca di intervento
  • Caratteristiche delle scritture disgrafiche e suggerimenti per il recupero
  • Percorsi didattici: una guida all´uso dei materiali
Continua a leggere

Dallo stampatello al corsivo, alcuni consigli:

Attenzione al punto d'inizio e alla direzione del movimento
È importante insegnare ai bambini a iniziare il movimento in un punto preciso, e a rispettare la direzione del movimento. In particolare, si ponga attenzione ai movimenti circolari, in cui il punto di partenza è sempre in alto a destra. Ruotando in senso antiorario si raggiunge l'apice della curvatura e si scende per poi chiudere il cerchio. Gli errori più frequenti consistono nell'inizio del tratto nel punto sbagliato e soprattutto nel verso di rotazione opposto.

Continuità del movimento
Uno dei principali obiettivi nelle prime fasi di esercizio è quello di favorire la continuità del tratto grafico: i bambini dovrebbero cercare di non staccare la matita dal foglio, terminando la riga in un'unica soluzione, sebbene ciò non si possa pretendere ai primi tentativi.

Regolarità nelle dimensioni e ritmicità dei movimenti
È importante sollecitare i bambini a controllare la regolarità dell'ampiezza nei movimenti prodotti. All'inizio i bambini si concentreranno unicamente sulla forma del movimento senza poter tenere conto, contemporaneamente, di dimensioni e proporzioni. L'autovalutazione porta gradualmente gli alunni a riconoscere da soli la qualità del proprio prodotto. Può essere utile per questo aiutarli attraverso una verbalizzazione guidata dall'adulto.

Specifiche prodotto

Livello scolastico

Primaria

Autori e autrici

Stefania Zoia

Autrice

Psicologa, lavora presso il laboratorio di analisi cinematica dell’U.O. di Neuropsichiatria Infantile dell’Istituto per l’Infanzia «Burlo Garofolo» di Trieste, e insegna presso la Facoltà di Psicologia delle Università di Trieste e di Padova.

Scopri di più

Laura Bravar

Autrice

È testista presso l’U.O. di Neuropsichiatria Infantile dell’Istituto per l’Infanzia «Burlo Garofolo» di Trieste. Si occupa da anni di riabilitazione nell’ambito dei disturbi dell’apprendimento.

Scopri di più

Michela Borean

Autrice

Psicologa con Master in Psicopatologia dell’Apprendimento, Psicoterapeuta della Famiglia ad orientamento sistemico-relazionale. Dal 2005 al 2013 ha svolto attività di ricerca clinica e applicata nell'ambito dei disturbi specifici dell’apprendimento e della coordinazione motoria, occupandosi in particolare delle difficoltà grafo-motorie nella scrittura, presso il Laboratorio di Analisi Cinematica della SOC di Neuropsichiatria Infantile e Neurologia Pediatrica dell'IRCCS materno-infantile «Burlo Garofolo» di Trieste. Nel 2015 ha conseguito un Perfezionamento in Letteratura Illustrazione ed Editoria per l’Infanzia presso l’Università di Padova. Attualmente lavora come Istruttore educativo 0-3 anni, e prosegue come Psicologo libero professionista la sua attività di prevenzione, valutazione, abilitazione-riabilitazione e sostegno psicologico con bambini, adulti, famiglie, e di formazione e consulenza per insegnanti, enti pubblici e privati. Coautrice per Erickson dei due volumi Il corsivo dalla A alla Z (2004), del Test DGM-P (2012) e del testo Le difficoltà grafo-motorie nella scrittura (2014).

Scopri di più

Laura Blason

Autrice

Psicologa, lavora in qualità di borsista al laboratorio di analisi cinematica dell’U.O. di Neuropsichiatria Infantile dell’Istituto per l’Infanzia «Burlo Garofolo» di Trieste.

Scopri di più

Recensioni e domande