Il coordinatore nei servizi tutela minori

Una ricerca in Lombardia

Erickson Advantages

Il libro approfondisce il ruolo del coordinatore nei servizi alla persona, e più specificamente nei servizi di tutela minorile, analizzando i risultati di una ricerca svolta in Lombardia che delinea le caratteristiche di questo ruolo e le competenze necessarie per esercitarlo.

Leggi di più
Scegli
Non Disponibile
Solo %1 rimasto/i
Acquistabile con Carta del Docente
19,95 € -5% di sconto 21,00 €
Ricevi punti Erickson Per ogni prodotto acquistato ricevi punti Erickson che puoi utilizzare per ottenere sconti sui tuoi prossimi acquisti.
Aggiungi alla lista desideri

A casa tua in 24/48 ore

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

In questo libro

Contenuti e indice

Presentazione (di Fabio Folgheraiter)
Introduzione

PARTE PRIMA - IL MIDDLE MANAGEMENT NEI SERVIZI DI TUTELA MINORILE
Capitolo 1 – Il management nei Servizi alla persona
La deriva della managerializzazione
La riflessività del manager
Capitolo 2 – Quale idea di organizzazione e management?
Gli approcci soft
Studi culturali e sensemaking
Il management nella sua interpretazione simbolico-culturale e le assonanze con il sistema dei Servizi alla persona
Capitolo 3 – I sistemi di child protection
Le forme di gestione dei Servizi di tutela minorile
Il contesto in cui lavorano gli operatori di child protection
Il livello di stress degli operatori e le sue conseguenze
Come supportare il benessere degli operatori e la loro motivazione
Il supporto organizzativo
Le collaborazioni interistituzionali
Le rappresentazioni sociali dei Servizi tutela minori
L’apporto del middle manager tra operatori e organizzazione
Capitolo 4 – Il metodo del Relational Social Work
L’agency dei soggetti e il fronteggiamento
La «facilitazione di sistema» al livello del middle management: la guida doppia

PARTE SECONDA - INDAGINE SUL RUOLO DEL COORDINATORE NEI SERVIZI DI TUTELA MINORILE LOMBARDI
Capitolo 5 – Il disegno della ricerca
Le finalità
Le scelte metodologiche
Il contesto della ricerca
Azioni, strumenti e tempi dell’indagine
Capitolo 6 – L’indagine preliminare
Obiettivi
Strumenti
Il questionario rivolto agli Uffici di piano
I dati sui Servizi tutela minori lombardi
I dati sui coordinatori dei Servizi tutela minori
Il focus group con i testimoni privilegiati
I temi emersi
Capitolo 7 – L’indagine quantitativa che ha coinvolto i coordinatori
Gli obiettivi
Il questionario rivolto ai coordinatori
I dati sui coordinatori tutela minori lombardi
Caratteristiche socio-demografiche e profilo professionale del campione
Il contesto organizzativo in cui operano i coordinatori
Le opinioni dei coordinatori in merito al loro lavoro
Capitolo 8 – L’approfondimento qualitativo
Le interviste semi-strutturate
Il campione di coordinatori
La costruzione della traccia e il pre-test
L’aggancio con i coordinatori e la somministrazione
L’analisi delle interviste e i contenuti emersi
Capitolo 9 – Risultati e commento
Il panorama dei Servizi tutela minori lombardi
Le caratteristiche dei coordinatori lombardi
Il livello di benessere/malessere dei coordinatori
Il riconoscimento del ruolo del coordinatore tra formale e percepito
Il rapporto con gli operatori: riconoscimento ed empowerment
Il lavoro di rete con altri Servizi e con i soggetti del territorio

Riflessioni conclusive: l’empowerment organizzativo
tra creatività, riflessività e sensemaking
Bibliografia

Continua a leggere

Il ruolo del coordinatore nei servizi di tutela minorile è ancora oggi poco conosciuto e poco studiato dalla letteratura scientifica, nonostante sia fondamentale per il buon funzionamento di questi specifici servizi.

Con il termine «coordinatore» si intende il professionista che ricopre funzioni di middle management, a scavalco tra il livello dell’operatività e il management apicale degli enti. Il middle management corrisponde, propriamente, al livello di gestione intermedio di un’organizzazione gerarchica, responsabile di trasferire le principali decisioni dei dirigenti e gli obiettivi di un’organizzazione agli operatori. Al middle manager si possono attribuire funzioni sia tecniche che connesse alla gestione delle risorse umane e non da ultimo funzioni legate allo sviluppo strategico delle organizzazioni.

Il libro approfondisce il ruolo del coordinatore nei servizi alla persona, e più specificamente nei servizi di tutela minorile, facendo riferimento, in particolare, ai risultati di un’interessante ricerca svolta in Lombardia, che ha raccolto e analizzato la concreta esperienza dei coordinatori dei servizi di tutela minorile lombardi per cercare di definire il loro ruolo, le funzioni che ricoprono e le competenze necessarie per  svolgere le attività a loro richieste: ci si è rivolti direttamente a loro, raccogliendo la loro prospettiva e cercando qualche ricorrenza nelle loro esperienze, indicazioni che provenissero dalla loro pratica professionale concreta.

Specifiche prodotto

Autori e autrici

Daniela Malvestiti

Daniela Malvestiti

Autrice

Dottoressa di ricerca in Sociologia, organizzazioni e culture presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e collaboratrice del Centro di ricerca Relational Social Work del medesimo Ateneo.

Docente tutor nel corso di Laurea triennale in Scienze del Servizio sociale e nel corso di Laurea Magistrale in lavoro sociale e coordinamento di servizi per l’immigrazione, povertà e non autosufficienza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.

E’ responsabile dell’Area Sociale del Centro Studi Erickson e all’interno di questo ruolo promuove lo sviluppo di tematiche culturali connesse all’area del lavoro sociale e attiva connessioni con partners istituzionali e privati finalizzate allo sviluppo di progetti editoriali e formativi. Assistente sociale con esperienza pluriennale nel lavoro con minori e famiglie e nel coordinamento di servizi tutela minori e affidi.

Scopri di più

Recensioni e domande