IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Disponibile nel formato

Corsi online

Iscrizione Corso online
€ 215,00
Vale 86 punti Erickson

Il Colloquio motivazionale con gli adolescenti - corso

Dal 29 ottobre 2019 50 ore

Il Colloquio Motivazionale, un metodo sostenuto da ricerche ed evidenze scientifiche, da anni aiuta operatori con diversi ruoli e in vari contesti a comunicare in modo più efficace e funzionale quando l’argomento da trattare riguarda un cambiamento...

Il Colloquio Motivazionale, un metodo sostenuto da ricerche ed evidenze scientifiche, da anni aiuta operatori con diversi ruoli e in vari contesti a comunicare in modo più efficace e funzionale quando l’argomento da trattare riguarda un cambiamento comportamentale, favorendo un aumento della disponibilità a cambiare del cliente e dimostrando la sua efficacia in ogni fase dell’intervento, dalla prevenzione, alla cura e al mantenimento.
Il Colloquio Motivazionale non consiste in uno stile di intervento terapeutico, bensì in una particolare modalità comunicativa in grado di integrarsi con vari modelli di intervento psicoterapico, di counseling educativo e sanitario, e che per questo si pone come trasversale ai diversi ruoli e alle diverse specificità professionali.

Recentemente si è riscontrato che le caratteristiche di tale metodo risultano particolarmente adatte nelle conversazioni sul cambiamento con adolescenti e giovani adulti, andando a sostenere e stimolare bisogni e competenze chiave in questa fase dello sviluppo, come il bisogno di autonomia, il riconoscimento della propria identità nascente, la necessità di individuare ed esplorare i valori e gli obiettivi personali.
Il Colloquio Motivazionale si è rilevato inoltre particolarmente utile nel favorire i processi di negoziazione e nel ridurre i potenziali conflitti tra adolescente e adulto in presenza di obiettivi divergenti, come accade spesso nelle situazioni in cui un operatore si impegna a favorire e sostenere un percorso di cambiamento nei ragazzi. Concentrandosi maggiormente sul “come” anziché sul “cosa” comunicare, il Colloquio Motivazionale si è dimostrato particolarmente adatto nell’aiutare il professionista a trovare quella “giusta distanza” nelle interazioni con gli adolescenti che gli permette di rispettare e riconoscere l’autonomia del ragazzo e allo stesso tempo di svolgere il proprio mandato professionale sanitario, sociale o educativo, favorendo nel ragazzo un cambiamento verso stili di vita e comportamenti più salutari.

Questo corso viene riconosciuto come formazione “Junior” dall’Associazione Italiana Colloquio Motivazionale è quindi è possibile accedere ai corsi AICM dal livello senior.

Il Colloquio Motivazionale, un metodo sostenuto da ricerche ed evidenze scientifiche, da anni aiuta operatori con diversi ruoli e in vari contesti a comunicare in modo più efficace e funzionale quando l’argomento da trattare riguarda un cambiamento...

Il Colloquio Motivazionale, un metodo sostenuto da ricerche ed evidenze scientifiche, da anni aiuta operatori con diversi ruoli e in vari contesti a comunicare in modo più efficace e funzionale quando l’argomento da trattare riguarda un cambiamento comportamentale, favorendo un aumento della disponibilità a cambiare del cliente e dimostrando la sua efficacia in ogni fase dell’intervento, dalla prevenzione, alla cura e al mantenimento.
Il Colloquio Motivazionale non consiste in uno stile di intervento terapeutico, bensì in una particolare modalità comunicativa in grado di integrarsi con vari modelli di intervento psicoterapico, di counseling educativo e sanitario, e che per questo si pone come trasversale ai diversi ruoli e alle diverse specificità professionali.

Recentemente si è riscontrato che le caratteristiche di tale metodo risultano particolarmente adatte nelle conversazioni sul cambiamento con adolescenti e giovani adulti, andando a sostenere e stimolare bisogni e competenze chiave in questa fase dello sviluppo, come il bisogno di autonomia, il riconoscimento della propria identità nascente, la necessità di individuare ed esplorare i valori e gli obiettivi personali.
Il Colloquio Motivazionale si è rilevato inoltre particolarmente utile nel favorire i processi di negoziazione e nel ridurre i potenziali conflitti tra adolescente e adulto in presenza di obiettivi divergenti, come accade spesso nelle situazioni in cui un operatore si impegna a favorire e sostenere un percorso di cambiamento nei ragazzi. Concentrandosi maggiormente sul “come” anziché sul “cosa” comunicare, il Colloquio Motivazionale si è dimostrato particolarmente adatto nell’aiutare il professionista a trovare quella “giusta distanza” nelle interazioni con gli adolescenti che gli permette di rispettare e riconoscere l’autonomia del ragazzo e allo stesso tempo di svolgere il proprio mandato professionale sanitario, sociale o educativo, favorendo nel ragazzo un cambiamento verso stili di vita e comportamenti più salutari.

Questo corso viene riconosciuto come formazione “Junior” dall’Associazione Italiana Colloquio Motivazionale è quindi è possibile accedere ai corsi AICM dal livello senior.

Il Colloquio Motivazionale, un metodo sostenuto da ricerche ed evidenze scientifiche, da anni aiuta operatori con diversi ruoli e in vari contesti a comunicare in modo più efficace e funzionale quando l’argomento da trattare riguarda un cambiamento...

Il Colloquio Motivazionale, un metodo sostenuto da ricerche ed evidenze scientifiche, da anni aiuta operatori con diversi ruoli e in vari contesti a comunicare in modo più efficace e funzionale quando l’argomento da trattare riguarda un cambiamento comportamentale, favorendo un aumento della disponibilità a cambiare del cliente e dimostrando la sua efficacia in ogni fase dell’intervento, dalla prevenzione, alla cura e al mantenimento.
Il Colloquio Motivazionale non consiste in uno stile di intervento terapeutico, bensì in una particolare modalità comunicativa in grado di integrarsi con vari modelli di intervento psicoterapico, di counseling educativo e sanitario, e che per questo si pone come trasversale ai diversi ruoli e alle diverse specificità professionali.

Recentemente si è riscontrato che le caratteristiche di tale metodo risultano particolarmente adatte nelle conversazioni sul cambiamento con adolescenti e giovani adulti, andando a sostenere e stimolare bisogni e competenze chiave in questa fase dello sviluppo, come il bisogno di autonomia, il riconoscimento della propria identità nascente, la necessità di individuare ed esplorare i valori e gli obiettivi personali.
Il Colloquio Motivazionale si è rilevato inoltre particolarmente utile nel favorire i processi di negoziazione e nel ridurre i potenziali conflitti tra adolescente e adulto in presenza di obiettivi divergenti, come accade spesso nelle situazioni in cui un operatore si impegna a favorire e sostenere un percorso di cambiamento nei ragazzi. Concentrandosi maggiormente sul “come” anziché sul “cosa” comunicare, il Colloquio Motivazionale si è dimostrato particolarmente adatto nell’aiutare il professionista a trovare quella “giusta distanza” nelle interazioni con gli adolescenti che gli permette di rispettare e riconoscere l’autonomia del ragazzo e allo stesso tempo di svolgere il proprio mandato professionale sanitario, sociale o educativo, favorendo nel ragazzo un cambiamento verso stili di vita e comportamenti più salutari.

Questo corso viene riconosciuto come formazione “Junior” dall’Associazione Italiana Colloquio Motivazionale è quindi è possibile accedere ai corsi AICM dal livello senior.

Disponibile nel formato

Corsi online

Iscrizione Corso online
€ 215,00
Vale 86 punti Erickson

contenuti

MODULO 1 – La relazione con gli adolescenti : lotta o danza? Lo spirito del Colloquio Motivazionale
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore verrà stimolato ad acquisire maggiore consapevolezza del proprio stile e atteggiamento all’interno delle...

MODULO 1 – La relazione con gli adolescenti : lotta o danza? Lo spirito del Colloquio Motivazionale
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore verrà stimolato ad acquisire maggiore consapevolezza del proprio stile e atteggiamento all’interno delle relazioni d’aiuto con i ragazzi e inizierà a familiarizzare con l’atteggiamento “di cuore” sotteso al modello motivazionale, esplorandone gli elementi di cui è composto e verificando attraverso il materiale proposto e le esercitazioni quanto di “motivazionale” è già presente nella propria “cassetta degli attrezzi”. Questo modulo si propone soprattutto di stimolare nell’operatore una riflessione che nasce dal confronto tra lo spirito che egli porta nell’interazione con l’adolescente e lo spirito proposto dal modello motivazionale. Non si tratta solo di ciò che un operatore fa, ma soprattutto del modo di intendere la relazione d’aiuto e il proprio ruolo nel percorso di cambiamento del ragazzo.
Contenuti:
– Introduzione: Lo spirito del Colloquio Motivazionale, la musica.
– Collaborazione, evocazione, accettazione.
– Le trappole nella relazione con gli adolescenti.


MODULO 2 – Perché e come cambiano gli adolescenti

Obiettivi: in questo modulo si comprenderanno i meccanismi e gli elementi che stanno alla base della motivazione umana e le modalità con cui essi possano agire sul cambiamento degli adolescenti. Si imparerà inoltre a riconoscere questi elementi nel linguaggio dei ragazzi, utilizzandolo a fini strategici per promuovere il cambiamento. Verranno affinate le capacità di orientamento all’interno delle modalità comunicative talvolta incomprensibili o contraddittorie dei ragazzi, imparando a decifrare e riconoscere all’interno del loro linguaggio quelle espressioni che esprimono il cambiamento (Affermazioni Orientate al Cambiamento) in modo da poterle valorizzare e rinforzare laddove ci sono o evocarle e stimolarle laddove mancano. Si imparerà infine a riconoscere e rispondere alle espressioni di resistenza al cambiamento dell’adolescente (Affermazioni Orientate al Mantenimento dello Statu quo).
Contenuti:
– I tre fattori della motivazione: importanza, fiducia, disponibilità.
– Gli stadi del cambiamento di Prochaska e Di Clemente.
– Introduzione alle OAC e AOM: il ruolo che giocano nel cambiamento.

MODULO 3 – Imparare a pensare motivazionale: le abilità di base
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore imparerà a mettere in pratica a livello comportamentale lo spirito del Colloquio Motivazionale, attraverso l’utilizzo delle cinque abilità di base e imparando a scegliere le parole più strategiche per rispondere alle affermazioni del ragazzo, abituandosi così a mantenere all’interno dell’interazione un atteggiamento funzionale a sviluppare e sostenere la motivazione al cambiamento. Queste micro abilità costituiscono i “mattoni” che compongono l’ascolto attivo e che l’operatore potrà poi utilizzare nei diversi momenti dell’intervento, al fine di comunicare in ogni situazione lo spirito motivazionale. Si imparerà inoltre a riconoscere e a evitare i più diffusi ostacoli all’ascolto attivo, e quindi al cambiamento, che un operatore può mettere in atto nelle interazioni con gli adolescenti: i blocchi della comunicazione. Si esploreranno le situazione e i motivi per cui è più alto il rischio di impiegarli.
Contenuti:
– Introduzione alle abilità di base: le parole.
– Ascolto riflessivo, domande aperte e riassunti.
– I blocchi della comunicazione.

MODULO 4 – Il metodo del Colloquio Motivazionale: come strutturare il colloquio con l’adolescente
Obiettivi: in questo modulo verranno illustrati i quattro processi che rappresentano la struttura di un colloquio in stile motivazionale e gli obiettivi intermedi caratteristici di ogni fase, che fungono da guida per l’operatore nel fluire del colloquio. Si approfondiranno gli obiettivi specifici di ogni fase e come raggiungerli attraverso l’utilizzo delle abilità di base. In questo modulo si analizzeranno inoltre le situazioni i cui più frequentemente nascono degli ostacoli al cambiamento, ostacoli che possono presentarsi in ogni fase del colloquio. Si analizzeranno le diverse componenti della resistenza al cambiamento, come fenomeno relazionale che nasce dallo scambio tra operatore e cliente, e come scarsa disponibilità al cambiamento di un comportamento. Si insegnerà al corsista a riconoscere l’insorgere di tali situazioni e a sviluppare strategie efficaci per prevenire tali resistenze e/o “recuperare” in corso d’opera il colloquio limitando i danni.
Contenuti:
– Introduzione: il fluire del Colloquio motivazionale.
– Stabilire una relazione, focalizzare, evocare, pianificare il cambiamento.
– Una concezione relazionale di “resistenza”.
– Fermati, interrompi e aggira: strategie per affrontare il Disaccordo e le AOM.

MODULO 1 – La relazione con gli adolescenti : lotta o danza? Lo spirito del Colloquio Motivazionale
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore verrà stimolato ad acquisire maggiore consapevolezza del proprio stile e atteggiamento all’interno delle...

MODULO 1 – La relazione con gli adolescenti : lotta o danza? Lo spirito del Colloquio Motivazionale
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore verrà stimolato ad acquisire maggiore consapevolezza del proprio stile e atteggiamento all’interno delle relazioni d’aiuto con i ragazzi e inizierà a familiarizzare con l’atteggiamento “di cuore” sotteso al modello motivazionale, esplorandone gli elementi di cui è composto e verificando attraverso il materiale proposto e le esercitazioni quanto di “motivazionale” è già presente nella propria “cassetta degli attrezzi”. Questo modulo si propone soprattutto di stimolare nell’operatore una riflessione che nasce dal confronto tra lo spirito che egli porta nell’interazione con l’adolescente e lo spirito proposto dal modello motivazionale. Non si tratta solo di ciò che un operatore fa, ma soprattutto del modo di intendere la relazione d’aiuto e il proprio ruolo nel percorso di cambiamento del ragazzo.
Contenuti:
– Introduzione: Lo spirito del Colloquio Motivazionale, la musica.
– Collaborazione, evocazione, accettazione.
– Le trappole nella relazione con gli adolescenti.


MODULO 2 – Perché e come cambiano gli adolescenti

Obiettivi: in questo modulo si comprenderanno i meccanismi e gli elementi che stanno alla base della motivazione umana e le modalità con cui essi possano agire sul cambiamento degli adolescenti. Si imparerà inoltre a riconoscere questi elementi nel linguaggio dei ragazzi, utilizzandolo a fini strategici per promuovere il cambiamento. Verranno affinate le capacità di orientamento all’interno delle modalità comunicative talvolta incomprensibili o contraddittorie dei ragazzi, imparando a decifrare e riconoscere all’interno del loro linguaggio quelle espressioni che esprimono il cambiamento (Affermazioni Orientate al Cambiamento) in modo da poterle valorizzare e rinforzare laddove ci sono o evocarle e stimolarle laddove mancano. Si imparerà infine a riconoscere e rispondere alle espressioni di resistenza al cambiamento dell’adolescente (Affermazioni Orientate al Mantenimento dello Statu quo).
Contenuti:
– I tre fattori della motivazione: importanza, fiducia, disponibilità.
– Gli stadi del cambiamento di Prochaska e Di Clemente.
– Introduzione alle OAC e AOM: il ruolo che giocano nel cambiamento.

MODULO 3 – Imparare a pensare motivazionale: le abilità di base
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore imparerà a mettere in pratica a livello comportamentale lo spirito del Colloquio Motivazionale, attraverso l’utilizzo delle cinque abilità di base e imparando a scegliere le parole più strategiche per rispondere alle affermazioni del ragazzo, abituandosi così a mantenere all’interno dell’interazione un atteggiamento funzionale a sviluppare e sostenere la motivazione al cambiamento. Queste micro abilità costituiscono i “mattoni” che compongono l’ascolto attivo e che l’operatore potrà poi utilizzare nei diversi momenti dell’intervento, al fine di comunicare in ogni situazione lo spirito motivazionale. Si imparerà inoltre a riconoscere e a evitare i più diffusi ostacoli all’ascolto attivo, e quindi al cambiamento, che un operatore può mettere in atto nelle interazioni con gli adolescenti: i blocchi della comunicazione. Si esploreranno le situazione e i motivi per cui è più alto il rischio di impiegarli.
Contenuti:
– Introduzione alle abilità di base: le parole.
– Ascolto riflessivo, domande aperte e riassunti.
– I blocchi della comunicazione.

MODULO 4 – Il metodo del Colloquio Motivazionale: come strutturare il colloquio con l’adolescente
Obiettivi: in questo modulo verranno illustrati i quattro processi che rappresentano la struttura di un colloquio in stile motivazionale e gli obiettivi intermedi caratteristici di ogni fase, che fungono da guida per l’operatore nel fluire del colloquio. Si approfondiranno gli obiettivi specifici di ogni fase e come raggiungerli attraverso l’utilizzo delle abilità di base. In questo modulo si analizzeranno inoltre le situazioni i cui più frequentemente nascono degli ostacoli al cambiamento, ostacoli che possono presentarsi in ogni fase del colloquio. Si analizzeranno le diverse componenti della resistenza al cambiamento, come fenomeno relazionale che nasce dallo scambio tra operatore e cliente, e come scarsa disponibilità al cambiamento di un comportamento. Si insegnerà al corsista a riconoscere l’insorgere di tali situazioni e a sviluppare strategie efficaci per prevenire tali resistenze e/o “recuperare” in corso d’opera il colloquio limitando i danni.
Contenuti:
– Introduzione: il fluire del Colloquio motivazionale.
– Stabilire una relazione, focalizzare, evocare, pianificare il cambiamento.
– Una concezione relazionale di “resistenza”.
– Fermati, interrompi e aggira: strategie per affrontare il Disaccordo e le AOM.

MODULO 1 – La relazione con gli adolescenti : lotta o danza? Lo spirito del Colloquio Motivazionale
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore verrà stimolato ad acquisire maggiore consapevolezza del proprio stile e atteggiamento all’interno delle...

MODULO 1 – La relazione con gli adolescenti : lotta o danza? Lo spirito del Colloquio Motivazionale
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore verrà stimolato ad acquisire maggiore consapevolezza del proprio stile e atteggiamento all’interno delle relazioni d’aiuto con i ragazzi e inizierà a familiarizzare con l’atteggiamento “di cuore” sotteso al modello motivazionale, esplorandone gli elementi di cui è composto e verificando attraverso il materiale proposto e le esercitazioni quanto di “motivazionale” è già presente nella propria “cassetta degli attrezzi”. Questo modulo si propone soprattutto di stimolare nell’operatore una riflessione che nasce dal confronto tra lo spirito che egli porta nell’interazione con l’adolescente e lo spirito proposto dal modello motivazionale. Non si tratta solo di ciò che un operatore fa, ma soprattutto del modo di intendere la relazione d’aiuto e il proprio ruolo nel percorso di cambiamento del ragazzo.
Contenuti:
– Introduzione: Lo spirito del Colloquio Motivazionale, la musica.
– Collaborazione, evocazione, accettazione.
– Le trappole nella relazione con gli adolescenti.


MODULO 2 – Perché e come cambiano gli adolescenti

Obiettivi: in questo modulo si comprenderanno i meccanismi e gli elementi che stanno alla base della motivazione umana e le modalità con cui essi possano agire sul cambiamento degli adolescenti. Si imparerà inoltre a riconoscere questi elementi nel linguaggio dei ragazzi, utilizzandolo a fini strategici per promuovere il cambiamento. Verranno affinate le capacità di orientamento all’interno delle modalità comunicative talvolta incomprensibili o contraddittorie dei ragazzi, imparando a decifrare e riconoscere all’interno del loro linguaggio quelle espressioni che esprimono il cambiamento (Affermazioni Orientate al Cambiamento) in modo da poterle valorizzare e rinforzare laddove ci sono o evocarle e stimolarle laddove mancano. Si imparerà infine a riconoscere e rispondere alle espressioni di resistenza al cambiamento dell’adolescente (Affermazioni Orientate al Mantenimento dello Statu quo).
Contenuti:
– I tre fattori della motivazione: importanza, fiducia, disponibilità.
– Gli stadi del cambiamento di Prochaska e Di Clemente.
– Introduzione alle OAC e AOM: il ruolo che giocano nel cambiamento.

MODULO 3 – Imparare a pensare motivazionale: le abilità di base
Obiettivi:
in questo modulo l’operatore imparerà a mettere in pratica a livello comportamentale lo spirito del Colloquio Motivazionale, attraverso l’utilizzo delle cinque abilità di base e imparando a scegliere le parole più strategiche per rispondere alle affermazioni del ragazzo, abituandosi così a mantenere all’interno dell’interazione un atteggiamento funzionale a sviluppare e sostenere la motivazione al cambiamento. Queste micro abilità costituiscono i “mattoni” che compongono l’ascolto attivo e che l’operatore potrà poi utilizzare nei diversi momenti dell’intervento, al fine di comunicare in ogni situazione lo spirito motivazionale. Si imparerà inoltre a riconoscere e a evitare i più diffusi ostacoli all’ascolto attivo, e quindi al cambiamento, che un operatore può mettere in atto nelle interazioni con gli adolescenti: i blocchi della comunicazione. Si esploreranno le situazione e i motivi per cui è più alto il rischio di impiegarli.
Contenuti:
– Introduzione alle abilità di base: le parole.
– Ascolto riflessivo, domande aperte e riassunti.
– I blocchi della comunicazione.

MODULO 4 – Il metodo del Colloquio Motivazionale: come strutturare il colloquio con l’adolescente
Obiettivi: in questo modulo verranno illustrati i quattro processi che rappresentano la struttura di un colloquio in stile motivazionale e gli obiettivi intermedi caratteristici di ogni fase, che fungono da guida per l’operatore nel fluire del colloquio. Si approfondiranno gli obiettivi specifici di ogni fase e come raggiungerli attraverso l’utilizzo delle abilità di base. In questo modulo si analizzeranno inoltre le situazioni i cui più frequentemente nascono degli ostacoli al cambiamento, ostacoli che possono presentarsi in ogni fase del colloquio. Si analizzeranno le diverse componenti della resistenza al cambiamento, come fenomeno relazionale che nasce dallo scambio tra operatore e cliente, e come scarsa disponibilità al cambiamento di un comportamento. Si insegnerà al corsista a riconoscere l’insorgere di tali situazioni e a sviluppare strategie efficaci per prevenire tali resistenze e/o “recuperare” in corso d’opera il colloquio limitando i danni.
Contenuti:
– Introduzione: il fluire del Colloquio motivazionale.
– Stabilire una relazione, focalizzare, evocare, pianificare il cambiamento.
– Una concezione relazionale di “resistenza”.
– Fermati, interrompi e aggira: strategie per affrontare il Disaccordo e le AOM.


Assistente sociale Altro
Assistente sociale Ambito scolastico
Educatore Professionale Ambito scolastico
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Ambito scolastico
Insegnante Curricolare Scuola secondaria di secondo grado Altro
Operatori socio-sanitari che lavorano con adolescenti e giovani adulti: psicologi, counselor, educatori, assistenti sociali, personale medico e paramedico, insegnanti.

Ogni modulo prevede l’utilizzo di: dispense di studio; articoli; letture di approfondimento; esercitazioni con il supporto di filmati, immagini e file audio.

Esercitazioni su situazioni concrete (con l’ausilio di filmati, file audio, immagini); dispense e testi di approfondimento da leggere e studiare; produzione di brevi scritti di verifica dei contenuti appresi; discussione con gli altri partecipanti tramite forum sulle tematiche affrontate, sui materiali delle esercitazioni e sulle esperienze dei corsisti; feedback personalizzati rispetto alle esercitazioni svolte, ai quesiti posti, alle riflessioni prodotte.

Destinatari
Assistente sociale Altro
Assistente sociale Ambito scolastico
Educatore Professionale Ambito scolastico
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Ambito scolastico
Insegnante Curricolare Scuola secondaria di secondo grado Altro
Operatori socio-sanitari che lavorano con adolescenti e giovani adulti: psicologi, counselor, educatori, assistenti sociali, personale medico e paramedico, insegnanti.

Ogni modulo prevede l’utilizzo di: dispense di studio; articoli; letture di approfondimento; esercitazioni con il supporto di filmati, immagini e file audio.

Esercitazioni su situazioni concrete (con l’ausilio di filmati, file audio, immagini); dispense e testi di approfondimento da leggere e studiare; produzione di brevi scritti di verifica dei contenuti appresi; discussione con gli altri partecipanti tramite forum sulle tematiche affrontate, sui materiali delle esercitazioni e sulle esperienze dei corsisti; feedback personalizzati rispetto alle esercitazioni svolte, ai quesiti posti, alle riflessioni prodotte.

Autrice e tutor: Annachiara Scamperle

Questo corso viene riconosciuto come formazione “Junior” dall’Associazione Italiana Colloquio Motivazionale è quindi è possibile accedere ai corsi AICM dal livello senior.

Autrice e tutor: Annachiara Scamperle

Questo corso viene riconosciuto come formazione “Junior” dall’Associazione Italiana Colloquio Motivazionale è quindi è possibile accedere ai corsi AICM dal livello senior.

Modalità d'iscrizione

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

accreditamento

Ordine degli Assistenti sociali - Assocounseling

Ordine degli Assistenti sociali - Assocounseling

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

Attestato

Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."