141
125
96
logo UIL logo ANP

Tutte le palestre


Le palestre Expert Teacher rappresentano un’occasione per approfondire tematiche relative alla sfera didattica, relazionale e organizzativo/progettuale del ruolo docente.
Oltre al percorso completo sarà quindi possibile iscriversi alle singole palestre del percorso, allenando determinate competenze presenti nel Syllabus Expert Teacher.
Le palestre vengono attivate ciclicamente nell’arco dell’anno


essere-innovatore

Palestra "Essere innovatore"

L’obiettivo è avvicinare ogni corsista ad un framework di competenze completo per il docente, che stimoli l’auto analisi, l’approfondimento sulla propria professionalità, ma anche la definizione dei propri bisogni formativi, in un’ottica di sviluppo della formazione continua. Verranno forniti strumenti utili per riflettere sul proprio percorso professionale e sulla capacità di incidere sul cambiamento.

Temi trattati:

  • Il Syllabus Expert Teacher come bussola per le competenze del docente
  • La formazione continua del docente
  • Il portfolio della propria professionalità
  • Il codice deontologico
  • L’innovazione nella didattica, nell’organizzazione, nell’orientamento, nella formazione e nel tutoring

problem_solving_e_team_working

Palestra “Problem Solving e Team Working”

Saranno presentate diverse metodologie per la risoluzione di problemi, partendo dalla corretta rappresentazione e analisi di criticità fino all’identificazione delle possibili soluzioni. Ogni corsista potrà allenarsi nella produzione di soluzioni creative e nell’utilizzo del pensiero divergente, anche in un contesto di team working.

Temi trattati:

  • Il problem solving come competenza
  • La collaborazione e la gestione delle relazioni
  • I presupposti della comunicazione: fase recettiva e fase espositiva
  • Dare e ricevere feedback efficaci
  • La gestione del conflitto
  • Il team working

progettare per competenze

Palestra “Progettare e attivare una didattica per competenze”

Un “allenamento” per la corretta osservazione dei comportamenti “evidenti” nei processi di apprendimento e di carattere relazionale, individuando uno o più bisogni educativo-didattici. Il docente approfondirà inoltre le competenze per la progettazione e la realizzazione di Unità Didattiche di Apprendimento (UdA) e le relative rubriche valutative.

Temi trattati:

  • L’osservazione in classe evidenziando comportamenti e bisogni degli alunni
  • La redazione di un diario di campo, individuando comportamenti, abilità, competenze e bisogni educativi
  • La progettazione di Unità Didattiche di Apprendimento (UdA) e delle relative rubriche valutative

valutazione nella scuola delle competenze

Palestra “La valutazione nella scuola delle competenze”

Focus sulla definizione di obiettivi specifici di apprendimento in forma operativa, partendo dalla costruzione di rubriche valutative per orientare l'azione didattica verso lo sviluppo di opportuni contenuti e processi cognitivi. Il corsista si allenerà a progettare prove di valutazione per competenze, contenuti disciplinari e processi di pensiero nell'ottica di dare alla valutazione una funzione formativa e proattiva e di agevolare il feedback del docente sulle prestazioni dell'allievo.

Temi trattati:

  • La costruzione di un insieme di obiettivi specifici formulati in forma operativa
  • La costruzione di rubriche valutative coerenti con gli obiettivi d’apprendimento
  • La progettazione di una prova completa di valutazione per competenze e la sperimentazione nel proprio contesto

ambienti innovativi

Palestra “Ambienti di apprendimento innovativi” 

L’obiettivo è ripensare gli spazi scolastici in chiave innovativa, in termini di arredi, setting e risorse tecnologiche. Partendo quindi dai processi di apprendimento e identificando le risorse e gli aspetti dello spazio che ne facilitano l’attivazione, il docente apprenderà come progettare ambienti innovativi flessibili ed integrati con la tecnologia, in un'ottica sistemica e non episodica.

Temi trattati:

  • L’analisi degli spazi di apprendimento
  • I setting e le metodologie nel segno della flessibilità
  • Gli spazi educativi e la personalizzazione degli apprendimenti
  • Le tecnologie a supporto degli spazi di apprendimento
  • Il modello del Future Classroom Lab di European Schoolnet
  • Ripensare gli spazi scolastici, attivando risorse latenti e progettandone di nuove

valorizzare le differenze per una scuola inclusiva

Palestra “Valorizzare le differenze per una scuola inclusiva”

Saranno definite linee guida per valorizzare e tenere conto delle differenze di ciascuno. Avvalendosi dei principi dell’Universal Design for Learning (UDL), si allenerà a progettare materiali didattici e di ambienti di apprendimento inclusivi. Sarà infine in grado di stendere un profilo di funzionamento di un alunno con BES sulla base del modello bio-psico-sociale ICF-CY.

Temi trattati:

  • Il PEI su base ICF-CY
  • Le mappe per la didattica metacognitiva e l’approccio autobiografico
  • I principi dell’Universal Design for Learning (UDL)
  • La progettazione di attività inclusive

competenze trasversali

Palestra “Orientamento Formativo e Sviluppo delle Competenze Trasversali” (per il primo ciclo)

Focus sui diversi approcci e finalità di un percorso di orientamento formativo all’interno della scuola primaria e secondaria di primo grado, identificando le attività più idonee per realizzarlo, anche in un’ottica di curricolo verticale. Saranno proposte delle attività che incentivano la capacità progettuale dei docenti anche in relazione all’orientamento formativo.

Temi trattati:

  • La progettazione di unità didattiche con valenza orientativa
  • La declinazione di competenze chiavi trasversali in obiettivi di apprendimento
  • L’identificazione dei risultati di apprendimento più significativi per l’orientamento formativo

competenze trasversali

Palestra “Orientamento Formativo e Sviluppo delle Competenze Trasversali” (per il secondo ciclo)

Approfondimento sui diversi approcci e finalità di un percorso di orientamento all’interno della scuola secondaria di secondo grado, identificando le attività più idonee per realizzarlo e per accompagnare gli studenti all'inserimento nel mondo del lavoro. Sarà altresì sviluppata una riflessione sugli strumenti a supporto dei nuovi percorsi di Alternanza Scuola Lavoro (ora PCTO, percorsi per lo sviluppo delle competenze trasversali e l'orientamento).

Temi trattati:

  • La raccolta e classificazione di strumenti e attività di orientamento
  • I documenti e gli strumenti per la gestione di progetti di Alternanza Scuola Lavoro
  • La costruzione e l’utilizzo di database per i rapporti con aziende e organizzazioni

osservatore tra pari

Palestra “Osservazione tra pari e compresenza didattica”

Un percorso su approcci metodologici e opportunità formative e di sviluppo professionale offerte da una preziosa risorsa sempre a disposizione all'interno di tutte le scuole: i colleghi insegnanti. In particolare, verranno affrontati due aspetti particolarmente rilevanti: gli approcci metodologici relativi alla compresenza didattica (co-teaching) e l'importanza dell'osservazione tra pari (peer to peer observation).

Temi trattati:

  • La co-progettazione e co-docenza, partendo sia dalle proprie esperienze, sia dagli assunti metodologici emersi dalla ricerca e dall'esperienza sul campo;
  • La gestione di attività inerenti l’osservazione tra pari, basandosi sull'analisi dei propri vissuti esperienziali e dei modelli di peer to peer observation attualmente in uso.

Progettare e gestire in staff il miglioramento

Palestra “Progettare e gestire in staff il miglioramento”

Un focus sulla necessità di comprendere il contesto e i bisogni della propria scuola e di conoscere in maniera approfondita i nuovi processi di progettazione e valutazione, partendo da un'attenta redazione del RAV per procedere alla stesura di PTOF e PDM adeguati alla propria realtà. Affrontando vari casi d’uso, il docente sarà in grado di accompagnare e sostenere l’organizzazione e il cambiamento.

Temi trattati:

  • L’analisi del contesto e dei bisogni della propria scuola;
  • La pianificazione e stesura del POFT;
  • La pianificazione del cambiamento in ambito professionale e organizzativo.

competenze trasversali

Palestra “Organizzare un Curricolo verticale d’istituto”

Una guida verso la progettazione, in staff e attraverso i dipartimenti disciplinari, del curricolo verticale d’istituto, del quale ogni scuola deve dotarsi per declinare chiaramente la propria offerta formativa. Allenerà dunque le competenze di organizzazione, coordinamento e supporto ai gruppi di lavoro del Collegio dei Docenti, e rinforzerà la competenza di progettazione del curricolo, in orizzontale e in verticale, in coerenza con il PTOF dell’Istituto.

Temi trattati:

  • Indicazioni nazionali e curricolo d’istituto
  • Il curricolo e il PTOF
  • Progettazione di un piano di implementazione del curricolo verticale

Il percorso si avvale della collaborazione di esperti relativamente alle varie tematiche trattate. I contenuti e le attività delle varie palestre sono stati curati in particolar modo dai seguenti autori:

  • Essere innovatore: Laura Biancato
  • Problem Solving e Team Working: Laura Biancato e Stefano Minisini
  • Progettare e attivare una didattica per competenze: Caterina Scapin
  • La valutazione nella scuola delle competenze: Roberto Trinchero
  • Ambienti di apprendimento innovativi: Laura Biancato
  • Riconoscere, accogliere e valorizzare tutte le differenze: Heidrun Demo
  • Orientamento formativo e sviluppo delle competenze trasversali: Arduino Salatin e Loredana Crestoni
  • Orientamento formativo e rapporti con il territorio: Arduino Salatin e Loredana Crestoni
  • Progettare e gestire in staff il miglioramento: Rita Coccia e Silvia Mazzoni
  • Osservazione tra pari e compresenza didattica: Sofia Cramerotti
  • Organizzare un curricolo verticale d’istituto: Laura Biancato
Ogni palestra ha inoltre un docente di riferimento e un trainer che guida le varie attività.

 

Le palestre sono aperte ai docenti di ogni ordine e grado, in possesso di qualsiasi titolo di studio. A differenza del Master di I livello, non rilasciano CFU. Al termine del percorso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Al termine di ogni palestra è previsto il rilascio di un “open badge” che rappresenta graficamente le competenze acquisite. Si tratta di un’immagine al cui interno sono presenti metadati che contengono tutte le informazioni in merito a chi ha rilasciato il badge, ai criteri di conseguimento e alla persona che l’ha ottenuto. Sono pertanto veri e propri attestati digitali che garantiscono la correttezza delle informazioni contenute. Gli open badge sono inoltre condivisibili esternamente, ad esempio tramite i social network o all’interno del proprio profilo professionale, per dare evidenza del percorso svolto e delle competenze allenate.

I badge saranno anche visibili sul sito di Expert Teacher all’interno dell’apposita sezione Registro Expert Teacher, dove ogni corsista avrà un proprio profilo pubblico completo di informazioni quali descrizione, canali di contatto, badge acquisiti.

È possibile conseguire un determinato profilo Expert Teacher svolgendo tutte le palestre previste nel profilo in questione. Per farlo, ci si può quindi iscrivere alle singole palestre oppure direttamente al Master/Corso di Alta formazione.

Il titolo di Master/Corso di Alta formazione si ottiene invece esclusivamente iscrivendosi al Master/Corso di Alta formazione.

Per consultare le palestre presenti in un determinato profilo si rimanda alla mappa del percorso

 

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."