IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Disponibile nel formato

Corsi online

Iscrizione Corso online
€ 195,20
Vale 78 punti Erickson

Didattica per la discalculia, per la scuola secondaria di primo grado

Discalculia e difficoltà di apprendimento della matematica. Proposte operative per la scuola secondaria di primo grado

Dal 10 settembre 2019 50 ore

Il corso ha un taglio pratico, offre a insegnanti e trainers un percorso semplice ed efficace per lavorare autonomamente con ragazzi discalculici o con difficoltà di apprendimento della matematica su programmazione di matematica e geometria.
La...

Il corso ha un taglio pratico, offre a insegnanti e trainers un percorso semplice ed efficace per lavorare autonomamente con ragazzi discalculici o con difficoltà di apprendimento della matematica su programmazione di matematica e geometria.
La costruzione delle competenze specifiche del corsista avviene in quattro fasi:

la conoscenza del problema (nozioni teoriche, osservazioni sul campo);
la pianificazione dell’intervento (valutazione con test di primo livello per identificare le aree su cui lavorare);
la messa in opera del training (lavorare sul senso del numero, sul calcolo a mente, sul recupero dei fatti numerici, sul calcolo scritto e algoritmi delle operazioni, sui problemi);
la verifica dei risultati alla fine del percorso (dopo 2-3 mesi di training).
È possibile lavorare con un alunno singolo, ma si offrono al docente «di classe» materiali e percorsi per una didattica inclusiva efficace della matematica e della geometria.

Il corso ha un taglio pratico, offre a insegnanti e trainers un percorso semplice ed efficace per lavorare autonomamente con ragazzi discalculici o con difficoltà di apprendimento della matematica su programmazione di matematica e geometria.
La...

Il corso ha un taglio pratico, offre a insegnanti e trainers un percorso semplice ed efficace per lavorare autonomamente con ragazzi discalculici o con difficoltà di apprendimento della matematica su programmazione di matematica e geometria.
La costruzione delle competenze specifiche del corsista avviene in quattro fasi:

la conoscenza del problema (nozioni teoriche, osservazioni sul campo);
la pianificazione dell’intervento (valutazione con test di primo livello per identificare le aree su cui lavorare);
la messa in opera del training (lavorare sul senso del numero, sul calcolo a mente, sul recupero dei fatti numerici, sul calcolo scritto e algoritmi delle operazioni, sui problemi);
la verifica dei risultati alla fine del percorso (dopo 2-3 mesi di training).
È possibile lavorare con un alunno singolo, ma si offrono al docente «di classe» materiali e percorsi per una didattica inclusiva efficace della matematica e della geometria.

Il corso ha un taglio pratico, offre a insegnanti e trainers un percorso semplice ed efficace per lavorare autonomamente con ragazzi discalculici o con difficoltà di apprendimento della matematica su programmazione di matematica e geometria.
La...

Il corso ha un taglio pratico, offre a insegnanti e trainers un percorso semplice ed efficace per lavorare autonomamente con ragazzi discalculici o con difficoltà di apprendimento della matematica su programmazione di matematica e geometria.
La costruzione delle competenze specifiche del corsista avviene in quattro fasi:

la conoscenza del problema (nozioni teoriche, osservazioni sul campo);
la pianificazione dell’intervento (valutazione con test di primo livello per identificare le aree su cui lavorare);
la messa in opera del training (lavorare sul senso del numero, sul calcolo a mente, sul recupero dei fatti numerici, sul calcolo scritto e algoritmi delle operazioni, sui problemi);
la verifica dei risultati alla fine del percorso (dopo 2-3 mesi di training).
È possibile lavorare con un alunno singolo, ma si offrono al docente «di classe» materiali e percorsi per una didattica inclusiva efficace della matematica e della geometria.

Disponibile nel formato

Corsi online

Iscrizione Corso online
€ 195,20
Vale 78 punti Erickson

contenuti

MODULO 1
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche delle difficoltà di apprendimento della matematica e della discalculia, loro frequenza nella popolazione; conoscere i criteri per differenziarle; saper utilizzare i test di primo livello (ACMT 11-14)...

MODULO 1
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche delle difficoltà di apprendimento della matematica e della discalculia, loro frequenza nella popolazione; conoscere i criteri per differenziarle; saper utilizzare i test di primo livello (ACMT 11-14) per riconoscere i possibili casi di discalculia; identificare le aree di lavoro; pianificare un training col singolo e il gruppo.
Contenuti: difficoltà e disturbo specifico di apprendimento della matematica, somiglianze e differenze; criterio della non modificabilità del DSA; discalculia vera, classificazione e caratteristiche; cecità al numero, fatti numerici, algoritmi; lavorare con le difficoltà in attesa di sapere se è o meno discalculia; imparare a ricavare informazioni dalla relazione di valutazione di un esperto.
Materiali: test per accertare le competenze matematiche: ACMT 6-11 e ACMT 11-14.
Testi consigliati come approfondimento:

Lucangeli D. (1999) Il farsi ed il disfarsi del numero. Conoscenze, modelli e metodi a confronto. Trento: Erickson.
Butterworth B. (2011). I numeri e il calcolo. Lo sviluppo delle competenze aritmetiche e la discalculia evolutiva. Trento: Erickson.
Butterworth B., Yeoh D. (2011). Didattica per la discalculia. Attività pratiche per gli alunni con DSA in matematica. Trento: Erickson.
Attività: studio di caso (ricavare informazioni da una tabulazione di test AC-MT); somministrare il test a una classe/ gruppo/alunno, fare lo scoring e riconoscere i casi che richiedono approfondimento; studio di caso: analizzare la relazione di un esperto per un ragazzo con «profilo compatibile con la discalculia».

Prima riflessione: chi abbiamo davanti? La situazione di grave difficoltà di apprendimento sarà una vera discalculia, o potrà modificarsi e risolversi con un training efficace? Come sarà organizzata la didattica intanto?

MODULO 2
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche di una metodologia per una didattica inclusiva; riconoscere gli strumenti adatti in base alle loro proprietà e alla specificità della loro funzione nella costruzione delle conoscenze e competenze per cui sono progettati; conoscere programmi adatti a mettere in opera una didattica inclusiva efficace; conoscere le modalità di presentazione più efficaci; utilizzare anche (e non solo) la tecnologia disponibile.
Contenuti: presentazione della didattica “dal problema alla regola”.
Materiali: testi consigliati da inserire come approfondimento:

Memocalcolo
Pronti per la matematica della scuola secondaria
L’intelligenza numerica 11-14 vol.4
L’intelligenza geometrica 11-14
Potenziare competenze geometriche 6-11
CD della serie Potenziare l’intelligenza numerica
Attività: sperimentare in prima persona la didattica «dal problema alla regola»; progettare una scheda con questa metodologia per un contenuto matematico della scuola secondaria di primo grado e una per un contenuto geometrico, «dal problema alla formula»; fare una scheda di valutazione per strumenti matematici (es. regoli) mettendo in luce punti di forza e debolezza; esplicitare le caratteristiche di una presentazione efficace di nuovi contenuti.

Seconda riflessione: : Funziona? Il ragazzo riesce ad apprendere? Le conoscenze sono stabili o svaniscono da una lezione all’altra? Se la didattica non è sufficiente a modificare la situazione si deve approfondire.
Ci sono ragazzi il cui profilo è compatibile con la discalculia, come mi comporto?

MODULO 3
Obiettivi:
imparare a lavorare sul calcolo a livello di un discalculico con «cecità al numero»; con difficoltà al recupero dei fatti numerici; con problemi di apprendimento di algoritmi (es. divisione, radice quadrata); utilizzare la calcolatrice a ragion veduta e altri strumenti compensativi e dispensativi; riflettere su strumenti compensativi e dispensativi.
Contenuti: costruire il concetto di numero e di operazione; capire quando utilizzare la calcolatrice e gli strumenti compensativi e dispensativi a ragion veduta, caso per caso.
Materiali:

Memocalcolo
L’intelligenza numerica vol.1-4
I numeri e lo spazio (tavola dinamica)
Attività: costruire il numero lavorando mediante materiale non strutturato (oggetti da raggruppare; evitare abaco e altri strumenti con aspetti simbolici perché richiedono capacità che il discalculico non ha, lavorare sul «reale e pratico»); costruire il concetto di operazione a partire da situazione problematica che la richieda e non viceversa.

Terza riflessione: A che livello siamo col calcolo? Quando conviene usare la calcolatrice? A tutti o a solo chi è in difficoltà? In quali fasi dell’apprendimento va usata e in quali evitata? Quali strumenti compensativi e dispensativi possiamo inserire nel nostro percorso?

MODULO 4
Obiettivi:
imparare a lavorare sulla programmazione di classe; selezionare i «contenuti cardine» (HUB) e creare il percorso di apprendimento «dal problema alla regola» per il singolo caso o gruppo di alunni in grave difficoltà con l’apprendimento della matematica; selezionare i contenuti cardine per la geometria «dal problema alla formula».
Contenuti: dal problema all’espressione; dal problema all’equazione, dal problema alla proporzione, dal problema alla frazione; costruire il perimetro, l’area; costruire le rette.
Materiali:

L’intelligenza numerica vol.1-4
L’intelligenza geometrica 11-14
Attività: costruire una programmazione di classe prima, con recupero dei contenuti della primaria e selezione di contenuti della secondaria, per un alunno in grave difficoltà di apprendimento della matematica; costruire un percorso d’esame per un allievo discalculico in terza classe; esplicitare l’euristica utilizzata nella costruzione del percorso ad hoc in uno studio di caso.

Quarta riflessione: quanto è importante svolgere “tutta” la programmazione prevista? Quali contenuti saranno messi in risalto come “organizzatori” del pensiero?

MODULO 1
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche delle difficoltà di apprendimento della matematica e della discalculia, loro frequenza nella popolazione; conoscere i criteri per differenziarle; saper utilizzare i test di primo livello (ACMT 11-14)...

MODULO 1
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche delle difficoltà di apprendimento della matematica e della discalculia, loro frequenza nella popolazione; conoscere i criteri per differenziarle; saper utilizzare i test di primo livello (ACMT 11-14) per riconoscere i possibili casi di discalculia; identificare le aree di lavoro; pianificare un training col singolo e il gruppo.
Contenuti: difficoltà e disturbo specifico di apprendimento della matematica, somiglianze e differenze; criterio della non modificabilità del DSA; discalculia vera, classificazione e caratteristiche; cecità al numero, fatti numerici, algoritmi; lavorare con le difficoltà in attesa di sapere se è o meno discalculia; imparare a ricavare informazioni dalla relazione di valutazione di un esperto.
Materiali: test per accertare le competenze matematiche: ACMT 6-11 e ACMT 11-14.
Testi consigliati come approfondimento:

Lucangeli D. (1999) Il farsi ed il disfarsi del numero. Conoscenze, modelli e metodi a confronto. Trento: Erickson.
Butterworth B. (2011). I numeri e il calcolo. Lo sviluppo delle competenze aritmetiche e la discalculia evolutiva. Trento: Erickson.
Butterworth B., Yeoh D. (2011). Didattica per la discalculia. Attività pratiche per gli alunni con DSA in matematica. Trento: Erickson.
Attività: studio di caso (ricavare informazioni da una tabulazione di test AC-MT); somministrare il test a una classe/ gruppo/alunno, fare lo scoring e riconoscere i casi che richiedono approfondimento; studio di caso: analizzare la relazione di un esperto per un ragazzo con «profilo compatibile con la discalculia».

Prima riflessione: chi abbiamo davanti? La situazione di grave difficoltà di apprendimento sarà una vera discalculia, o potrà modificarsi e risolversi con un training efficace? Come sarà organizzata la didattica intanto?

MODULO 2
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche di una metodologia per una didattica inclusiva; riconoscere gli strumenti adatti in base alle loro proprietà e alla specificità della loro funzione nella costruzione delle conoscenze e competenze per cui sono progettati; conoscere programmi adatti a mettere in opera una didattica inclusiva efficace; conoscere le modalità di presentazione più efficaci; utilizzare anche (e non solo) la tecnologia disponibile.
Contenuti: presentazione della didattica “dal problema alla regola”.
Materiali: testi consigliati da inserire come approfondimento:

Memocalcolo
Pronti per la matematica della scuola secondaria
L’intelligenza numerica 11-14 vol.4
L’intelligenza geometrica 11-14
Potenziare competenze geometriche 6-11
CD della serie Potenziare l’intelligenza numerica
Attività: sperimentare in prima persona la didattica «dal problema alla regola»; progettare una scheda con questa metodologia per un contenuto matematico della scuola secondaria di primo grado e una per un contenuto geometrico, «dal problema alla formula»; fare una scheda di valutazione per strumenti matematici (es. regoli) mettendo in luce punti di forza e debolezza; esplicitare le caratteristiche di una presentazione efficace di nuovi contenuti.

Seconda riflessione: : Funziona? Il ragazzo riesce ad apprendere? Le conoscenze sono stabili o svaniscono da una lezione all’altra? Se la didattica non è sufficiente a modificare la situazione si deve approfondire.
Ci sono ragazzi il cui profilo è compatibile con la discalculia, come mi comporto?

MODULO 3
Obiettivi:
imparare a lavorare sul calcolo a livello di un discalculico con «cecità al numero»; con difficoltà al recupero dei fatti numerici; con problemi di apprendimento di algoritmi (es. divisione, radice quadrata); utilizzare la calcolatrice a ragion veduta e altri strumenti compensativi e dispensativi; riflettere su strumenti compensativi e dispensativi.
Contenuti: costruire il concetto di numero e di operazione; capire quando utilizzare la calcolatrice e gli strumenti compensativi e dispensativi a ragion veduta, caso per caso.
Materiali:

Memocalcolo
L’intelligenza numerica vol.1-4
I numeri e lo spazio (tavola dinamica)
Attività: costruire il numero lavorando mediante materiale non strutturato (oggetti da raggruppare; evitare abaco e altri strumenti con aspetti simbolici perché richiedono capacità che il discalculico non ha, lavorare sul «reale e pratico»); costruire il concetto di operazione a partire da situazione problematica che la richieda e non viceversa.

Terza riflessione: A che livello siamo col calcolo? Quando conviene usare la calcolatrice? A tutti o a solo chi è in difficoltà? In quali fasi dell’apprendimento va usata e in quali evitata? Quali strumenti compensativi e dispensativi possiamo inserire nel nostro percorso?

MODULO 4
Obiettivi:
imparare a lavorare sulla programmazione di classe; selezionare i «contenuti cardine» (HUB) e creare il percorso di apprendimento «dal problema alla regola» per il singolo caso o gruppo di alunni in grave difficoltà con l’apprendimento della matematica; selezionare i contenuti cardine per la geometria «dal problema alla formula».
Contenuti: dal problema all’espressione; dal problema all’equazione, dal problema alla proporzione, dal problema alla frazione; costruire il perimetro, l’area; costruire le rette.
Materiali:

L’intelligenza numerica vol.1-4
L’intelligenza geometrica 11-14
Attività: costruire una programmazione di classe prima, con recupero dei contenuti della primaria e selezione di contenuti della secondaria, per un alunno in grave difficoltà di apprendimento della matematica; costruire un percorso d’esame per un allievo discalculico in terza classe; esplicitare l’euristica utilizzata nella costruzione del percorso ad hoc in uno studio di caso.

Quarta riflessione: quanto è importante svolgere “tutta” la programmazione prevista? Quali contenuti saranno messi in risalto come “organizzatori” del pensiero?

MODULO 1
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche delle difficoltà di apprendimento della matematica e della discalculia, loro frequenza nella popolazione; conoscere i criteri per differenziarle; saper utilizzare i test di primo livello (ACMT 11-14)...

MODULO 1
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche delle difficoltà di apprendimento della matematica e della discalculia, loro frequenza nella popolazione; conoscere i criteri per differenziarle; saper utilizzare i test di primo livello (ACMT 11-14) per riconoscere i possibili casi di discalculia; identificare le aree di lavoro; pianificare un training col singolo e il gruppo.
Contenuti: difficoltà e disturbo specifico di apprendimento della matematica, somiglianze e differenze; criterio della non modificabilità del DSA; discalculia vera, classificazione e caratteristiche; cecità al numero, fatti numerici, algoritmi; lavorare con le difficoltà in attesa di sapere se è o meno discalculia; imparare a ricavare informazioni dalla relazione di valutazione di un esperto.
Materiali: test per accertare le competenze matematiche: ACMT 6-11 e ACMT 11-14.
Testi consigliati come approfondimento:

Lucangeli D. (1999) Il farsi ed il disfarsi del numero. Conoscenze, modelli e metodi a confronto. Trento: Erickson.
Butterworth B. (2011). I numeri e il calcolo. Lo sviluppo delle competenze aritmetiche e la discalculia evolutiva. Trento: Erickson.
Butterworth B., Yeoh D. (2011). Didattica per la discalculia. Attività pratiche per gli alunni con DSA in matematica. Trento: Erickson.
Attività: studio di caso (ricavare informazioni da una tabulazione di test AC-MT); somministrare il test a una classe/ gruppo/alunno, fare lo scoring e riconoscere i casi che richiedono approfondimento; studio di caso: analizzare la relazione di un esperto per un ragazzo con «profilo compatibile con la discalculia».

Prima riflessione: chi abbiamo davanti? La situazione di grave difficoltà di apprendimento sarà una vera discalculia, o potrà modificarsi e risolversi con un training efficace? Come sarà organizzata la didattica intanto?

MODULO 2
Obiettivi:
conoscere le caratteristiche di una metodologia per una didattica inclusiva; riconoscere gli strumenti adatti in base alle loro proprietà e alla specificità della loro funzione nella costruzione delle conoscenze e competenze per cui sono progettati; conoscere programmi adatti a mettere in opera una didattica inclusiva efficace; conoscere le modalità di presentazione più efficaci; utilizzare anche (e non solo) la tecnologia disponibile.
Contenuti: presentazione della didattica “dal problema alla regola”.
Materiali: testi consigliati da inserire come approfondimento:

Memocalcolo
Pronti per la matematica della scuola secondaria
L’intelligenza numerica 11-14 vol.4
L’intelligenza geometrica 11-14
Potenziare competenze geometriche 6-11
CD della serie Potenziare l’intelligenza numerica
Attività: sperimentare in prima persona la didattica «dal problema alla regola»; progettare una scheda con questa metodologia per un contenuto matematico della scuola secondaria di primo grado e una per un contenuto geometrico, «dal problema alla formula»; fare una scheda di valutazione per strumenti matematici (es. regoli) mettendo in luce punti di forza e debolezza; esplicitare le caratteristiche di una presentazione efficace di nuovi contenuti.

Seconda riflessione: : Funziona? Il ragazzo riesce ad apprendere? Le conoscenze sono stabili o svaniscono da una lezione all’altra? Se la didattica non è sufficiente a modificare la situazione si deve approfondire.
Ci sono ragazzi il cui profilo è compatibile con la discalculia, come mi comporto?

MODULO 3
Obiettivi:
imparare a lavorare sul calcolo a livello di un discalculico con «cecità al numero»; con difficoltà al recupero dei fatti numerici; con problemi di apprendimento di algoritmi (es. divisione, radice quadrata); utilizzare la calcolatrice a ragion veduta e altri strumenti compensativi e dispensativi; riflettere su strumenti compensativi e dispensativi.
Contenuti: costruire il concetto di numero e di operazione; capire quando utilizzare la calcolatrice e gli strumenti compensativi e dispensativi a ragion veduta, caso per caso.
Materiali:

Memocalcolo
L’intelligenza numerica vol.1-4
I numeri e lo spazio (tavola dinamica)
Attività: costruire il numero lavorando mediante materiale non strutturato (oggetti da raggruppare; evitare abaco e altri strumenti con aspetti simbolici perché richiedono capacità che il discalculico non ha, lavorare sul «reale e pratico»); costruire il concetto di operazione a partire da situazione problematica che la richieda e non viceversa.

Terza riflessione: A che livello siamo col calcolo? Quando conviene usare la calcolatrice? A tutti o a solo chi è in difficoltà? In quali fasi dell’apprendimento va usata e in quali evitata? Quali strumenti compensativi e dispensativi possiamo inserire nel nostro percorso?

MODULO 4
Obiettivi:
imparare a lavorare sulla programmazione di classe; selezionare i «contenuti cardine» (HUB) e creare il percorso di apprendimento «dal problema alla regola» per il singolo caso o gruppo di alunni in grave difficoltà con l’apprendimento della matematica; selezionare i contenuti cardine per la geometria «dal problema alla formula».
Contenuti: dal problema all’espressione; dal problema all’equazione, dal problema alla proporzione, dal problema alla frazione; costruire il perimetro, l’area; costruire le rette.
Materiali:

L’intelligenza numerica vol.1-4
L’intelligenza geometrica 11-14
Attività: costruire una programmazione di classe prima, con recupero dei contenuti della primaria e selezione di contenuti della secondaria, per un alunno in grave difficoltà di apprendimento della matematica; costruire un percorso d’esame per un allievo discalculico in terza classe; esplicitare l’euristica utilizzata nella costruzione del percorso ad hoc in uno studio di caso.

Quarta riflessione: quanto è importante svolgere “tutta” la programmazione prevista? Quali contenuti saranno messi in risalto come “organizzatori” del pensiero?


Educatore Professionale Ambito scolastico
Insegnante Curricolare Scuola secondaria di primo grado Matematica / Scienze / Fisica
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di primo grado
Docenti di matematica della scuola secondaria di primo grado, insegnanti di sostegno scuola secondaria (di primo e secondo grado); psicologi che lavorano come trainer per discalculia e disturbo dell’apprendimento della matematica; la metodologia proposta è utilizzabile anche da insegnanti della scuola primaria.

Test di primo livello (ovvero di libero accesso per i docenti), come ACMT 11-14 per la valutazione iniziale e la verifica dei risultati; materiali strutturati quali CD e programmi della serie L’intelligenza numerica, Memocalcolo, tavola dinamica per le tabelline (da I numeri e lo spazio); materiali non strutturati (per la “costruzione” del numero).

Ogni partecipante usufruirà della piattaforma online Erickson, dove ritroverà tutti i materiali del corso (presentazioni, videotutorial, ecc.) e dove potrà continuare ad interagire con gli altri colleghi e con il tutor che attraverso costanti azioni di tutoring permetterà ai corsisti di svolgere con soddisfazione l’intero percorso.

BES DSA e ADHD DSA Discalculia
Destinatari
Educatore Professionale Ambito scolastico
Insegnante Curricolare Scuola secondaria di primo grado Matematica / Scienze / Fisica
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di primo grado
Docenti di matematica della scuola secondaria di primo grado, insegnanti di sostegno scuola secondaria (di primo e secondo grado); psicologi che lavorano come trainer per discalculia e disturbo dell’apprendimento della matematica; la metodologia proposta è utilizzabile anche da insegnanti della scuola primaria.

Test di primo livello (ovvero di libero accesso per i docenti), come ACMT 11-14 per la valutazione iniziale e la verifica dei risultati; materiali strutturati quali CD e programmi della serie L’intelligenza numerica, Memocalcolo, tavola dinamica per le tabelline (da I numeri e lo spazio); materiali non strutturati (per la “costruzione” del numero).

Ogni partecipante usufruirà della piattaforma online Erickson, dove ritroverà tutti i materiali del corso (presentazioni, videotutorial, ecc.) e dove potrà continuare ad interagire con gli altri colleghi e con il tutor che attraverso costanti azioni di tutoring permetterà ai corsisti di svolgere con soddisfazione l’intero percorso.

Autrice e Tutor: Carla Bertolli

Autrice e Tutor: Carla Bertolli

BES DSA e ADHD DSA Discalculia

Modalità d'iscrizione

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

accreditamento



Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

L'ID del corso è: 49215

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

L'ID del corso è: 49215

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione,...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Il Centro Studi Erickson è ente accreditato dal MIUR per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

L'ID del corso è: 49215

Attestato

Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."