IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Libro
€ 15,68 -5% € 16,50
-5%
Vale 15 punti Erickson

Dalla scuola al lavoro

Verso una realtà inclusiva

Il volume, dedicato ai percorsi di alternanza scuola-lavoro, presenta l’esperienza e le riflessioni degli autori, impegnati in questo campo, focalizzandosi, in particolare, sul percorso di inserimento lavorativo degli studenti con disabilità.

Il volume, dedicato ai percorsi di alternanza scuola-lavoro, presenta l’esperienza e le riflessioni degli autori, impegnati in questo campo, focalizzandosi, in particolare, sul percorso di inserimento lavorativo degli studenti con disabilità.

Il volume, dedicato ai percorsi di alternanza scuola-lavoro, presenta l’esperienza e le riflessioni degli autori, impegnati in questo campo, focalizzandosi, in particolare, sul percorso di inserimento lavorativo degli studenti con disabilità.

Libro
€ 15,68 -5% € 16,50
-5%
Vale 15 punti Erickson

Descrizione

Libro

Il lavoro è un elemento fondamentale nella costruzione dell’identità. Per un ragazzo o una ragazza con disabilità, in particolare, svolgere un’attività lavorativa significa avere la possibilità di condurre un’esistenza simile a quella di chiunque altro, di raggiungere la realizzazione di sé, la...

Il lavoro è un elemento fondamentale nella costruzione dell’identità. Per un ragazzo o una ragazza con disabilità, in particolare, svolgere un’attività lavorativa significa avere la possibilità di condurre un’esistenza simile a quella di chiunque altro, di raggiungere la realizzazione di sé, la sicurezza, il successo. Significa uscire dall’isolamento, ma anche da quelle dinamiche assistenzialistiche a cui troppo spesso, invece, la persona con disabilità è soggetta.
Per questo è urgente occuparsi del futuro lavorativo dei giovani in posizione di svantaggio. Per farlo occorre agire secondo una logica sistemica, cominciando con il garantire un contesto scolastico realmente inclusivo e coinvolgendo tutti gli attori del territorio nell’offrire a questi studenti attività di orientamento e di formazione al lavoro, ma anche stage lavorativi veri e propri.

La struttura del libro
Il volume è composto due parti “Cosa fare a scuola” e “Cosa fare al lavoro”.
In “Cosa fare a scuola” gli autori affrontano diverse tematiche, dalla valutazione reale della qualità dell’inclusione ai principi metodologici, pratici ed etici a cui deve far riferimento l’agire di un insegnante che voglia preparare i suoi studenti al domani… e al «dopodomani».
 “Cosa fare al lavoro” illustra l’importanza cruciale che l’avviamento al lavoro riveste nel percorso verso l’autonomia dei soggetti con bisogni educativi speciali, alcuni casi virtuosi di esperienze di alternanza scuola/lavoro, un progetto rivolto agli studenti con BES e esempi concreti di buone prassi.

Valorizzare le differenze
Dalla scuola al lavoro propone una tesi chiara: impostare un percorso di alternanza scuola-lavoro che valorizzi le differenze di ognuno può risultare un grande arricchimento non solo per gli studenti, ma anche per lo stesso ambiente lavorativo.

Il lavoro è un elemento fondamentale nella costruzione dell’identità. Per un ragazzo o una ragazza con disabilità, in particolare, svolgere un’attività lavorativa significa avere la possibilità di condurre un’esistenza simile a quella di chiunque altro, di raggiungere la realizzazione di sé, la...

Il lavoro è un elemento fondamentale nella costruzione dell’identità. Per un ragazzo o una ragazza con disabilità, in particolare, svolgere un’attività lavorativa significa avere la possibilità di condurre un’esistenza simile a quella di chiunque altro, di raggiungere la realizzazione di sé, la sicurezza, il successo. Significa uscire dall’isolamento, ma anche da quelle dinamiche assistenzialistiche a cui troppo spesso, invece, la persona con disabilità è soggetta.
Per questo è urgente occuparsi del futuro lavorativo dei giovani in posizione di svantaggio. Per farlo occorre agire secondo una logica sistemica, cominciando con il garantire un contesto scolastico realmente inclusivo e coinvolgendo tutti gli attori del territorio nell’offrire a questi studenti attività di orientamento e di formazione al lavoro, ma anche stage lavorativi veri e propri.

La struttura del libro
Il volume è composto due parti “Cosa fare a scuola” e “Cosa fare al lavoro”.
In “Cosa fare a scuola” gli autori affrontano diverse tematiche, dalla valutazione reale della qualità dell’inclusione ai principi metodologici, pratici ed etici a cui deve far riferimento l’agire di un insegnante che voglia preparare i suoi studenti al domani… e al «dopodomani».
 “Cosa fare al lavoro” illustra l’importanza cruciale che l’avviamento al lavoro riveste nel percorso verso l’autonomia dei soggetti con bisogni educativi speciali, alcuni casi virtuosi di esperienze di alternanza scuola/lavoro, un progetto rivolto agli studenti con BES e esempi concreti di buone prassi.

Valorizzare le differenze
Dalla scuola al lavoro propone una tesi chiara: impostare un percorso di alternanza scuola-lavoro che valorizzi le differenze di ognuno può risultare un grande arricchimento non solo per gli studenti, ma anche per lo stesso ambiente lavorativo.

Il lavoro è un elemento fondamentale nella costruzione dell’identità. Per un ragazzo o una ragazza con disabilità, in particolare, svolgere un’attività lavorativa significa avere la possibilità di condurre un’esistenza simile a quella di chiunque altro, di raggiungere la realizzazione di sé, la...

Il lavoro è un elemento fondamentale nella costruzione dell’identità. Per un ragazzo o una ragazza con disabilità, in particolare, svolgere un’attività lavorativa significa avere la possibilità di condurre un’esistenza simile a quella di chiunque altro, di raggiungere la realizzazione di sé, la sicurezza, il successo. Significa uscire dall’isolamento, ma anche da quelle dinamiche assistenzialistiche a cui troppo spesso, invece, la persona con disabilità è soggetta.
Per questo è urgente occuparsi del futuro lavorativo dei giovani in posizione di svantaggio. Per farlo occorre agire secondo una logica sistemica, cominciando con il garantire un contesto scolastico realmente inclusivo e coinvolgendo tutti gli attori del territorio nell’offrire a questi studenti attività di orientamento e di formazione al lavoro, ma anche stage lavorativi veri e propri.

La struttura del libro
Il volume è composto due parti “Cosa fare a scuola” e “Cosa fare al lavoro”.
In “Cosa fare a scuola” gli autori affrontano diverse tematiche, dalla valutazione reale della qualità dell’inclusione ai principi metodologici, pratici ed etici a cui deve far riferimento l’agire di un insegnante che voglia preparare i suoi studenti al domani… e al «dopodomani».
 “Cosa fare al lavoro” illustra l’importanza cruciale che l’avviamento al lavoro riveste nel percorso verso l’autonomia dei soggetti con bisogni educativi speciali, alcuni casi virtuosi di esperienze di alternanza scuola/lavoro, un progetto rivolto agli studenti con BES e esempi concreti di buone prassi.

Valorizzare le differenze
Dalla scuola al lavoro propone una tesi chiara: impostare un percorso di alternanza scuola-lavoro che valorizzi le differenze di ognuno può risultare un grande arricchimento non solo per gli studenti, ma anche per lo stesso ambiente lavorativo.

Libro
ISBN: 9788859028352
Data di pubblicazione: 01/2022
Fotocopiabile: Si
Numero Pagine: 184
Formato: 17x24cm
Libro

Presentazione
E se Pinocchio, cresciuto, facesse l’alternanza scuola/lavoro? (Andrea Canevaro)

PARTE PRIMA – COSA FARE A SCUOLA
Indicatori e strumenti per scuola e istituzioni: capire la qualità (Andrea Canevaro)
Come preparare lo studente con disabilità al domani (Cristina Maria Cibin)

PARTE SECONDA – COSA FARE AL LAVORO
Quale lavoro? (Marino Bottà)
Alternanza scuola/lavoro: buone prassi nella Provincia di Ravenna (Sauro Calderoni)

Bibliografia
Appendice

Libro
ISBN: 9788859028352
Data di pubblicazione: 01/2022
Fotocopiabile: Si
Numero Pagine: 184
Formato: 17x24cm
Libro

Presentazione
E se Pinocchio, cresciuto, facesse l’alternanza scuola/lavoro? (Andrea Canevaro)

PARTE PRIMA – COSA FARE A SCUOLA
Indicatori e strumenti per scuola e istituzioni: capire la qualità (Andrea Canevaro)
Come preparare lo studente con disabilità al domani (Cristina Maria Cibin)

PARTE SECONDA – COSA FARE AL LAVORO
Quale lavoro? (Marino Bottà)
Alternanza scuola/lavoro: buone prassi nella Provincia di Ravenna (Sauro Calderoni)

Bibliografia
Appendice

Autori

Articoli correlati