IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Libro
€ 12,75 -15% € 15,00
-15%
Vale 12 punti Erickson

Counseling in acqua

-

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o...

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o dall’acqua), possa sollecitarci ad approfondire quanto accade nei nostri studi professionali all’asciutto.
L’acqua ci sembra talvolta ambiente estraneo e minaccioso, oggetto del desiderio e strega pronta a ghermirci e questo non è affatto ovvio se ricordiamo il dato, di comune dominio, che noi siamo costituiti al 70% d’acqua. Padulazzi e Pisano non eludono però la dimensione simbolica dell’acqua e la sua precisa funzione di rivelatrice della qualità dei rapporti primari con le figure genitoriali. L’amore dato e ricevuto dalla madre avrà così molto a che fare col nostro amore per l’acqua, spesso dichiarato a parole ma smentito dai fatti. Il corpo, calato nella relazione con l’acqua, rivelerà la realtà della relazione d’amore con la madre, con l’acqua e con noi stessi in modo diretto e autoevidente, magari con un piccolo aiuto da parte del counselor.

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o...

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o dall’acqua), possa sollecitarci ad approfondire quanto accade nei nostri studi professionali all’asciutto.
L’acqua ci sembra talvolta ambiente estraneo e minaccioso, oggetto del desiderio e strega pronta a ghermirci e questo non è affatto ovvio se ricordiamo il dato, di comune dominio, che noi siamo costituiti al 70% d’acqua. Padulazzi e Pisano non eludono però la dimensione simbolica dell’acqua e la sua precisa funzione di rivelatrice della qualità dei rapporti primari con le figure genitoriali. L’amore dato e ricevuto dalla madre avrà così molto a che fare col nostro amore per l’acqua, spesso dichiarato a parole ma smentito dai fatti. Il corpo, calato nella relazione con l’acqua, rivelerà la realtà della relazione d’amore con la madre, con l’acqua e con noi stessi in modo diretto e autoevidente, magari con un piccolo aiuto da parte del counselor.

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o...

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o dall’acqua), possa sollecitarci ad approfondire quanto accade nei nostri studi professionali all’asciutto.
L’acqua ci sembra talvolta ambiente estraneo e minaccioso, oggetto del desiderio e strega pronta a ghermirci e questo non è affatto ovvio se ricordiamo il dato, di comune dominio, che noi siamo costituiti al 70% d’acqua. Padulazzi e Pisano non eludono però la dimensione simbolica dell’acqua e la sua precisa funzione di rivelatrice della qualità dei rapporti primari con le figure genitoriali. L’amore dato e ricevuto dalla madre avrà così molto a che fare col nostro amore per l’acqua, spesso dichiarato a parole ma smentito dai fatti. Il corpo, calato nella relazione con l’acqua, rivelerà la realtà della relazione d’amore con la madre, con l’acqua e con noi stessi in modo diretto e autoevidente, magari con un piccolo aiuto da parte del counselor.

Libro
€ 12,75 -15% € 15,00
-15%
Vale 12 punti Erickson

Descrizione

Libro

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o...

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o dall’acqua), possa sollecitarci ad approfondire quanto accade nei nostri studi professionali all’asciutto.
L’acqua ci sembra talvolta ambiente estraneo e minaccioso, oggetto del desiderio e strega pronta a ghermirci e questo non è affatto ovvio se ricordiamo il dato, di comune dominio, che noi siamo costituiti al 70% d’acqua. Padulazzi e Pisano non eludono però la dimensione simbolica dell’acqua e la sua precisa funzione di rivelatrice della qualità dei rapporti primari con le figure genitoriali. L’amore dato e ricevuto dalla madre avrà così molto a che fare col nostro amore per l’acqua, spesso dichiarato a parole ma smentito dai fatti. Il corpo, calato nella relazione con l’acqua, rivelerà la realtà della relazione d’amore con la madre, con l’acqua e con noi stessi in modo diretto e autoevidente, magari con un piccolo aiuto da parte del counselor.

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o...

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o dall’acqua), possa sollecitarci ad approfondire quanto accade nei nostri studi professionali all’asciutto.
L’acqua ci sembra talvolta ambiente estraneo e minaccioso, oggetto del desiderio e strega pronta a ghermirci e questo non è affatto ovvio se ricordiamo il dato, di comune dominio, che noi siamo costituiti al 70% d’acqua. Padulazzi e Pisano non eludono però la dimensione simbolica dell’acqua e la sua precisa funzione di rivelatrice della qualità dei rapporti primari con le figure genitoriali. L’amore dato e ricevuto dalla madre avrà così molto a che fare col nostro amore per l’acqua, spesso dichiarato a parole ma smentito dai fatti. Il corpo, calato nella relazione con l’acqua, rivelerà la realtà della relazione d’amore con la madre, con l’acqua e con noi stessi in modo diretto e autoevidente, magari con un piccolo aiuto da parte del counselor.

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o...

Un libro bello e intenso, che solo queste autrici potevano immaginare. È sorprendente quanto poca riflessione si spenda di solito attorno al concetto di setting ambientale e quanto uno stimolo inusuale, come quello fornito dalle autrici (o dall’acqua), possa sollecitarci ad approfondire quanto accade nei nostri studi professionali all’asciutto.
L’acqua ci sembra talvolta ambiente estraneo e minaccioso, oggetto del desiderio e strega pronta a ghermirci e questo non è affatto ovvio se ricordiamo il dato, di comune dominio, che noi siamo costituiti al 70% d’acqua. Padulazzi e Pisano non eludono però la dimensione simbolica dell’acqua e la sua precisa funzione di rivelatrice della qualità dei rapporti primari con le figure genitoriali. L’amore dato e ricevuto dalla madre avrà così molto a che fare col nostro amore per l’acqua, spesso dichiarato a parole ma smentito dai fatti. Il corpo, calato nella relazione con l’acqua, rivelerà la realtà della relazione d’amore con la madre, con l’acqua e con noi stessi in modo diretto e autoevidente, magari con un piccolo aiuto da parte del counselor.

Libro
ISBN: 9788859010289
Data di pubblicazione: 06/2016
Numero Pagine: 109
Formato: 15x21cm
Libro

Prefazione (Luciano Marchino)
Introduzione

Capitolo primo - Di che acqua parliamo
Capitolo secondo - Incongruenze e difficoltà
Capitolo terzo - Sensazioni, emozioni, pensieri, parole
Capitolo quarto - Il cambiamento e la mappa per leggerlo
Capitolo quinto - Regressione in acqua
Capitolo sesto - Stili di nuoto ed esercizi di acquaticità: potenziale motorio e simbolico
Capitolo settimo - Il counseling somato-relazionale in acqua
Capitolo ottavo - Alcuni casi

Conclusioni
Bibliografia

Psicologia Counseling
Libro
ISBN: 9788859010289
Data di pubblicazione: 06/2016
Numero Pagine: 109
Formato: 15x21cm
Libro

Prefazione (Luciano Marchino)
Introduzione

Capitolo primo - Di che acqua parliamo
Capitolo secondo - Incongruenze e difficoltà
Capitolo terzo - Sensazioni, emozioni, pensieri, parole
Capitolo quarto - Il cambiamento e la mappa per leggerlo
Capitolo quinto - Regressione in acqua
Capitolo sesto - Stili di nuoto ed esercizi di acquaticità: potenziale motorio e simbolico
Capitolo settimo - Il counseling somato-relazionale in acqua
Capitolo ottavo - Alcuni casi

Conclusioni
Bibliografia

Psicologia Counseling

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."