IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Ebook - ePub2
€ 8,49 -15% € 9,99
-15%
Vale 8 punti Erickson

Con occhi di padre

Viaggio intorno a quel che resta del mondo

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima». 
E disabile.
...

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima». 
E disabile.
Una storia tra un padre e una figlia che parla dell’esser padre di ogni figlio, quando i figli sono quello che sono e chiedono ai padri di inventarsi e diventare. Parole che parlano di padri ai padri. E alle madri, e ai figli, e agli uomini e alle donne che di padri vogliono sentir parlare.
Un libro nato in forma di diario, divenuto sin dalla prima edizione un motore di incontri, dibattiti, letture, esperienze teatrali.
Un’opera in crescita continua, grazie agli sguardi che ha incontrato e continua a incontrare, sostenendoli.

Dal libro
I padri sono una specie in declino, muoiono a milioni in tempi di guerra, spariscono a milioni in cerca di libertà se hanno la pancia piena e ancora a milioni in cerca di lavoro se la pancia è vuota; di quelli che restano, diversi milioni sono assenti dalla mattina alla sera, altrettanti per l’intera settimana, e in numero di poco inferiore per mesi interi. Quando ci sono non sanno cosa fare e se fanno qualcosa, di solito e nel migliore dei casi, lo fanno in modo maldestro. Nei ritagli di tempo, infine, si dedicano a fantasie ingenue sul futuro loro e dei figli che i manuali consigliano di tollerare bonariamente, almeno fino a quando non sfiorino il morboso e sempre che nel frattempo non se ne stiano con le mani in mano. 
È così che nella cultura contemporanea il compito paterno fondamentale, presidiare il futuro, si è trasformato in un passatempo per maschi adulti psicolabili. Eppure è la possibilità di pensare un figlio che ha inventato il Futuro.

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima». 
E disabile.
...

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima». 
E disabile.
Una storia tra un padre e una figlia che parla dell’esser padre di ogni figlio, quando i figli sono quello che sono e chiedono ai padri di inventarsi e diventare. Parole che parlano di padri ai padri. E alle madri, e ai figli, e agli uomini e alle donne che di padri vogliono sentir parlare.
Un libro nato in forma di diario, divenuto sin dalla prima edizione un motore di incontri, dibattiti, letture, esperienze teatrali.
Un’opera in crescita continua, grazie agli sguardi che ha incontrato e continua a incontrare, sostenendoli.

Dal libro
I padri sono una specie in declino, muoiono a milioni in tempi di guerra, spariscono a milioni in cerca di libertà se hanno la pancia piena e ancora a milioni in cerca di lavoro se la pancia è vuota; di quelli che restano, diversi milioni sono assenti dalla mattina alla sera, altrettanti per l’intera settimana, e in numero di poco inferiore per mesi interi. Quando ci sono non sanno cosa fare e se fanno qualcosa, di solito e nel migliore dei casi, lo fanno in modo maldestro. Nei ritagli di tempo, infine, si dedicano a fantasie ingenue sul futuro loro e dei figli che i manuali consigliano di tollerare bonariamente, almeno fino a quando non sfiorino il morboso e sempre che nel frattempo non se ne stiano con le mani in mano. 
È così che nella cultura contemporanea il compito paterno fondamentale, presidiare il futuro, si è trasformato in un passatempo per maschi adulti psicolabili. Eppure è la possibilità di pensare un figlio che ha inventato il Futuro.

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima». 
E disabile.
...

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima». 
E disabile.
Una storia tra un padre e una figlia che parla dell’esser padre di ogni figlio, quando i figli sono quello che sono e chiedono ai padri di inventarsi e diventare. Parole che parlano di padri ai padri. E alle madri, e ai figli, e agli uomini e alle donne che di padri vogliono sentir parlare.
Un libro nato in forma di diario, divenuto sin dalla prima edizione un motore di incontri, dibattiti, letture, esperienze teatrali.
Un’opera in crescita continua, grazie agli sguardi che ha incontrato e continua a incontrare, sostenendoli.

Dal libro
I padri sono una specie in declino, muoiono a milioni in tempi di guerra, spariscono a milioni in cerca di libertà se hanno la pancia piena e ancora a milioni in cerca di lavoro se la pancia è vuota; di quelli che restano, diversi milioni sono assenti dalla mattina alla sera, altrettanti per l’intera settimana, e in numero di poco inferiore per mesi interi. Quando ci sono non sanno cosa fare e se fanno qualcosa, di solito e nel migliore dei casi, lo fanno in modo maldestro. Nei ritagli di tempo, infine, si dedicano a fantasie ingenue sul futuro loro e dei figli che i manuali consigliano di tollerare bonariamente, almeno fino a quando non sfiorino il morboso e sempre che nel frattempo non se ne stiano con le mani in mano. 
È così che nella cultura contemporanea il compito paterno fondamentale, presidiare il futuro, si è trasformato in un passatempo per maschi adulti psicolabili. Eppure è la possibilità di pensare un figlio che ha inventato il Futuro.

Ebook - ePub2
€ 8,49 -15% € 9,99
-15%
Vale 8 punti Erickson

Descrizione

Ebook - ePub2

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima».
E disabile.
...

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima».
E disabile.
Una storia tra un padre e una figlia che parla dell’esser padre di ogni figlio, quando i figli sono quello che sono e chiedono ai padri di inventarsi e diventare. Parole che parlano di padri ai padri. E alle madri, e ai figli, e agli uomini e alle donne che di padri vogliono sentir parlare.
Un libro nato in forma di diario, divenuto sin dalla prima edizione un motore di incontri, dibattiti, letture, esperienze teatrali.
Un’opera in crescita continua, grazie agli sguardi che ha incontrato e continua a incontrare, sostenendoli.

Dal libro
I padri sono una specie in declino, muoiono a milioni in tempi di guerra, spariscono a milioni in cerca di libertà se hanno la pancia piena e ancora a milioni in cerca di lavoro se la pancia è vuota; di quelli che restano, diversi milioni sono assenti dalla mattina alla sera, altrettanti per l’intera settimana, e in numero di poco inferiore per mesi interi. Quando ci sono non sanno cosa fare e se fanno qualcosa, di solito e nel migliore dei casi, lo fanno in modo maldestro. Nei ritagli di tempo, infine, si dedicano a fantasie ingenue sul futuro loro e dei figli che i manuali consigliano di tollerare bonariamente, almeno fino a quando non sfiorino il morboso e sempre che nel frattempo non se ne stiano con le mani in mano.
È così che nella cultura contemporanea il compito paterno fondamentale, presidiare il futuro, si è trasformato in un passatempo per maschi adulti psicolabili. Eppure è la possibilità di pensare un figlio che ha inventato il Futuro.

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima».
E disabile.
...

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima».
E disabile.
Una storia tra un padre e una figlia che parla dell’esser padre di ogni figlio, quando i figli sono quello che sono e chiedono ai padri di inventarsi e diventare. Parole che parlano di padri ai padri. E alle madri, e ai figli, e agli uomini e alle donne che di padri vogliono sentir parlare.
Un libro nato in forma di diario, divenuto sin dalla prima edizione un motore di incontri, dibattiti, letture, esperienze teatrali.
Un’opera in crescita continua, grazie agli sguardi che ha incontrato e continua a incontrare, sostenendoli.

Dal libro
I padri sono una specie in declino, muoiono a milioni in tempi di guerra, spariscono a milioni in cerca di libertà se hanno la pancia piena e ancora a milioni in cerca di lavoro se la pancia è vuota; di quelli che restano, diversi milioni sono assenti dalla mattina alla sera, altrettanti per l’intera settimana, e in numero di poco inferiore per mesi interi. Quando ci sono non sanno cosa fare e se fanno qualcosa, di solito e nel migliore dei casi, lo fanno in modo maldestro. Nei ritagli di tempo, infine, si dedicano a fantasie ingenue sul futuro loro e dei figli che i manuali consigliano di tollerare bonariamente, almeno fino a quando non sfiorino il morboso e sempre che nel frattempo non se ne stiano con le mani in mano.
È così che nella cultura contemporanea il compito paterno fondamentale, presidiare il futuro, si è trasformato in un passatempo per maschi adulti psicolabili. Eppure è la possibilità di pensare un figlio che ha inventato il Futuro.

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima».
E disabile.
...

Un uomo alle prese con uno dei ruoli più difficili che possano toccare a un uomo oggi. Un professionista dell’educazione minacciato dai terremoti della vita. Una figlia «simpatica, testarda, buffa, insopportabile, bella e dolcissima».
E disabile.
Una storia tra un padre e una figlia che parla dell’esser padre di ogni figlio, quando i figli sono quello che sono e chiedono ai padri di inventarsi e diventare. Parole che parlano di padri ai padri. E alle madri, e ai figli, e agli uomini e alle donne che di padri vogliono sentir parlare.
Un libro nato in forma di diario, divenuto sin dalla prima edizione un motore di incontri, dibattiti, letture, esperienze teatrali.
Un’opera in crescita continua, grazie agli sguardi che ha incontrato e continua a incontrare, sostenendoli.

Dal libro
I padri sono una specie in declino, muoiono a milioni in tempi di guerra, spariscono a milioni in cerca di libertà se hanno la pancia piena e ancora a milioni in cerca di lavoro se la pancia è vuota; di quelli che restano, diversi milioni sono assenti dalla mattina alla sera, altrettanti per l’intera settimana, e in numero di poco inferiore per mesi interi. Quando ci sono non sanno cosa fare e se fanno qualcosa, di solito e nel migliore dei casi, lo fanno in modo maldestro. Nei ritagli di tempo, infine, si dedicano a fantasie ingenue sul futuro loro e dei figli che i manuali consigliano di tollerare bonariamente, almeno fino a quando non sfiorino il morboso e sempre che nel frattempo non se ne stiano con le mani in mano.
È così che nella cultura contemporanea il compito paterno fondamentale, presidiare il futuro, si è trasformato in un passatempo per maschi adulti psicolabili. Eppure è la possibilità di pensare un figlio che ha inventato il Futuro.

Ebook - ePub2
ISBN: 9788859003625
Data di pubblicazione: 06/2013
Requisiti di sistema:

Requisiti di sistema:

Gli e-book Erickson sono realizzati in formato .epub, protetti con social watermarking. Possono essere letti su tutti i dispositivi Ios, Android, Kobo e Sony purché sia installato un applicativo in grado di leggere i file .epub.

Per maggiori informazioni vedi la Guida alla lettura degli E-BOOK.

Ebook - ePub2

Prefazione in forma di lettera (Andrea Canevaro) 

Prima   Parte  Diario di un amore ai confini del possibile
Capitolo primo
    Ieri pomeriggio 
Capitolo secondo
    Copiare e imparare 
Capitolo terzo
    Dalle parti dell’autonomia  
Capitolo quarto
    La cura ritrovata 
Capitolo quinto
    La rabbia e lo stupore 
Capitolo sesto
    Matteo o della fortuna 
Capitolo settimo
    Che amore è 
Capitolo ottavo
    Ci sto pensando domani 

Seconda   Parte  Di padre in padre
Capitolo nono
    Quale padre? L’inizio del viaggio 
Capitolo decimo
    Parole oltre il tempo. Lettera a mio padre 

Terza   Parte  Quel che resta del mondo
Capitolo undicesimo
    Dalla panchina 
Capitolo dodicesimo
    Distanze stellari 
Capitolo tredicesimo
    Miracoli 
Capitolo quattordicesimo
    Libertà? 
Capitolo quindicesimo
    Volontà e prigionie 
Capitolo sedicesimo
    Performances 
Capitolo diciassettesimo
    Elogio della mediocrità 
Capitolo diciottesimo
    Futuro

Ebook - ePub2
ISBN: 9788859003625
Data di pubblicazione: 06/2013
Requisiti di sistema:

Requisiti di sistema:

Gli e-book Erickson sono realizzati in formato .epub, protetti con social watermarking. Possono essere letti su tutti i dispositivi Ios, Android, Kobo e Sony purché sia installato un applicativo in grado di leggere i file .epub.

Per maggiori informazioni vedi la Guida alla lettura degli E-BOOK.

Ebook - ePub2

Prefazione in forma di lettera (Andrea Canevaro) 

Prima   Parte  Diario di un amore ai confini del possibile
Capitolo primo
    Ieri pomeriggio 
Capitolo secondo
    Copiare e imparare 
Capitolo terzo
    Dalle parti dell’autonomia  
Capitolo quarto
    La cura ritrovata 
Capitolo quinto
    La rabbia e lo stupore 
Capitolo sesto
    Matteo o della fortuna 
Capitolo settimo
    Che amore è 
Capitolo ottavo
    Ci sto pensando domani 

Seconda   Parte  Di padre in padre
Capitolo nono
    Quale padre? L’inizio del viaggio 
Capitolo decimo
    Parole oltre il tempo. Lettera a mio padre 

Terza   Parte  Quel che resta del mondo
Capitolo undicesimo
    Dalla panchina 
Capitolo dodicesimo
    Distanze stellari 
Capitolo tredicesimo
    Miracoli 
Capitolo quattordicesimo
    Libertà? 
Capitolo quindicesimo
    Volontà e prigionie 
Capitolo sedicesimo
    Performances 
Capitolo diciassettesimo
    Elogio della mediocrità 
Capitolo diciottesimo
    Futuro

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."