Belli fuori

Storie rivoluzionarie di bellezza e disabilità

Erickson Advantages

Il volume presenta un’acuta e al tempo stesso ironica e divertita riflessione sulla bellezza e sulla disabilità, di quel che si discosta dalla «norma», e che, per questo motivo, solitamente non viene considerato bello. Una nuova visione e un recupero della bellezza.

Leggi di più
Scegli
Non Disponibile
Solo %1 rimasto/i
Acquistabile con Carta del Docente
17,10 € -5% di sconto 18,00 €
Ricevi punti Erickson Per ogni prodotto acquistato ricevi punti Erickson che puoi utilizzare per ottenere sconti sui tuoi prossimi acquisti.
Aggiungi alla lista desideri

A casa tua in 24/48 ore

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

In questo libro

Contenuti e indice

Prefazione (Andrea Canevaro)
Introduzione

Prima parte – Il quadrato, il cerchio e il triangolo
Inquadrare la questione
Esperienze. Il calcio in carrozzina
Alla ricerca di un’identità
Esperienze. Il bello che esce dalla danza ti fa diventare bello
Parole, parole, parole
Esperienze. La diversità è di moda

Seconda parte – Estetica in pillole
La bellezza della imperfezione
Bello e sublime
Ridere con e ridere di
La retorica dei luoghi comuni
Il racconto della diversità 
Il superamento del Bello

Terza parte – Prospettive
Terra terra. Amore, sesso e proverbi 
Creatività
Stili di vita
Esperienze. L’insostenibile bellezza dell’essere

Conclusioni
Esperienzografia

Continua a leggere

Tematiche

Cos’è davvero bello? E perché la disabilità stessa non potrebbe essere, sotto certi aspetti, «bella»?

Per rispondere a queste domande, l’autore ricorre al racconto di esperienze personali legate alla sua professione di educatore, ma cita anche film, canzoni, libri… Perché tutto, in qualche modo, ci suggerisce, può parlarci di disabilità. E così, viceversa, parlare di disabilità può essere, in realtà, un modo per parlare di tutto.

«Il senso del mio lavoro e della mia esistenza “nei pressi” della disabilità un po’ l’ho cercato e un po’ l’ho trovato, un po’ mi è venuto incontro. Il suggerimento implicito, contenuto in queste pagine, a chi ha una disabilità, a chi la vive o le lavora accanto, a chi la incontra sulla propria strada, è il seguente: cercare la bellezza e trovarla, o semplicemente accoglierla quando viene incontro, è una cosa che fa bene. A tutti».

Specifiche prodotto

Autori e autrici

Roberto Ghezzo

Roberto Ghezzo

Autore

Attualmente docente di sostegno presso l’Istituto Agrario Stefani Bentegodi in provincia di Verona. Dopo la laurea in Filosofia, ha vissuto 15 anni a Bologna facendo l’animatore del Progetto Calamaio e il formatore di insegnanti per il Centro Documentazione Handicap e la Cooperativa Accaparlante.
Assieme a Marcello Anastasio, è coautore di Animare l’azione.
L’alchimista del tempo in educazione (Trento, Erickson, 2012); è uno degli autori del libro Progetto Calamaio (Torino, Utet, 1997); assieme a Roberta Giacobino, è coautore di La signora locomotiva (Bologna, Accaparlante, 1999); è, inoltre, uno degli autori di Storie di Calamai e di altre creature straordinarie (Trento, Erickson, 2008). È tra i curatori del libro di Claudio Imprudente, Una vita Imprudente (Trento, Erickson, 2003).
Ha collaborato con la rivista «HP-Accaparlante» di Bologna.
Suona chitarra e pianoforte. Ha pubblicato un CD di canzoni per bambini, Le canzoni del Calamaio, arrangiate da Luca Cremonini (Accaparlante Edizioni, 2009).
Ha praticato a Bologna lo sport del calcio in carrozzina nella società sportiva SP.Q.R. (Sportivi a Quattro Ruote).

Scopri di più

Recensioni e domande