IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Giorgia Cappelletti - Giorgia Cappelletti - Erickson;

Giorgia Cappelletti

Da piccola pensava che l’archeologia fosse un mestiere polveroso. Da grande ha scoperto che non è solo polveroso, ma anche fangoso, sabbioso o sassoso... Però è anche molto divertente. Come archeologa ha viaggiato in Paesi lontani, ha imparato ad arrotolarsi il turbante sulla...

Da piccola pensava che l’archeologia fosse un mestiere polveroso. Da grande ha scoperto che non è solo polveroso, ma anche fangoso, sabbioso o sassoso... Però è anche molto divertente. Come archeologa ha viaggiato in Paesi lontani, ha imparato ad arrotolarsi il turbante sulla testa e a farsi i tatuaggi con l’henné, ha dormito sotto le stelle e dentro edifici in rovina, si è commossa davanti a una nidiata di tartarughine appena uscite dall’uovo. Ha visto il mare che luccica di notte e l’aria che trema nel deserto. Alla fine ha deciso che le avventure non valgono niente se non vengono raccontate. Oggi fa la cantastorie.

Da piccola pensava che l’archeologia fosse un mestiere polveroso. Da grande ha scoperto che non è solo polveroso, ma anche fangoso, sabbioso o sassoso... Però è anche molto divertente. Come archeologa ha viaggiato in Paesi lontani, ha imparato ad arrotolarsi il turbante sulla...

Da piccola pensava che l’archeologia fosse un mestiere polveroso. Da grande ha scoperto che non è solo polveroso, ma anche fangoso, sabbioso o sassoso... Però è anche molto divertente. Come archeologa ha viaggiato in Paesi lontani, ha imparato ad arrotolarsi il turbante sulla testa e a farsi i tatuaggi con l’henné, ha dormito sotto le stelle e dentro edifici in rovina, si è commossa davanti a una nidiata di tartarughine appena uscite dall’uovo. Ha visto il mare che luccica di notte e l’aria che trema nel deserto. Alla fine ha deciso che le avventure non valgono niente se non vengono raccontate. Oggi fa la cantastorie.

Da piccola pensava che l’archeologia fosse un mestiere polveroso. Da grande ha scoperto che non è solo polveroso, ma anche fangoso, sabbioso o sassoso... Però è anche molto divertente. Come archeologa ha viaggiato in Paesi lontani, ha imparato ad arrotolarsi il turbante sulla...

Da piccola pensava che l’archeologia fosse un mestiere polveroso. Da grande ha scoperto che non è solo polveroso, ma anche fangoso, sabbioso o sassoso... Però è anche molto divertente. Come archeologa ha viaggiato in Paesi lontani, ha imparato ad arrotolarsi il turbante sulla testa e a farsi i tatuaggi con l’henné, ha dormito sotto le stelle e dentro edifici in rovina, si è commossa davanti a una nidiata di tartarughine appena uscite dall’uovo. Ha visto il mare che luccica di notte e l’aria che trema nel deserto. Alla fine ha deciso che le avventure non valgono niente se non vengono raccontate. Oggi fa la cantastorie.

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."