IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Disponibile nel formato

Corsi online

Iscrizione Corso online
€ 195,20
Vale 78 punti Erickson

Apprendimento della letto-scrittura e difficoltà di linguaggio - corso

Dal 17 settembre 2019 50 ore

Il corso è strutturato in quattro moduli all’interno dei quali si approfondiranno: la continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare nel processo evolutivo normale (ritardi...

Il corso è strutturato in quattro moduli all’interno dei quali si approfondiranno: la continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare nel processo evolutivo normale (ritardi evolutivi/disturbi specifici del linguaggio); la valutazione che compete all’insegnante prima di intraprendere un percorso di apprendimento della letto-scrittura con un soggetto che presenta difficoltà del linguaggio (metodologie e strumenti per la valutazione); le metodiche didattiche che possono favorire l’apprendimento nei soggetti che presentano differenti espressioni del disturbo di linguaggio (interventi per l’apprendimento strumentale); l’uso autonomo della lettura e della scrittura nei soggetti con pregresso/presente disturbo del linguaggio (dalla parola alla frase).
Il corso prevede lo studio di materiali teorici accanto a esercitazioni con casi pratici. In queste ultime i partecipanti potranno verificare le conoscenze concettuali acquisite e la capacità di usare nei contesti corretti gli strumenti e le modalità di lavoro suggerite.
I corsisti potranno appropriarsi di conoscenze teoriche relative allo sviluppo normale/deviante del linguaggio nel passaggio tra l’ultimo anno della scuola dell’infanzia e l’apprendimento della lingua scritta.
Il corso mira soprattutto a fornire un bagaglio di conoscenze, modalità e strumenti per intervenire, consentendo di intraprendere un percorso didattico che rispetti le differenze individuali degli alunni rispondendo nel contempo ai bisogni rilevati.

Il corso è strutturato in quattro moduli all’interno dei quali si approfondiranno: la continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare nel processo evolutivo normale (ritardi...

Il corso è strutturato in quattro moduli all’interno dei quali si approfondiranno: la continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare nel processo evolutivo normale (ritardi evolutivi/disturbi specifici del linguaggio); la valutazione che compete all’insegnante prima di intraprendere un percorso di apprendimento della letto-scrittura con un soggetto che presenta difficoltà del linguaggio (metodologie e strumenti per la valutazione); le metodiche didattiche che possono favorire l’apprendimento nei soggetti che presentano differenti espressioni del disturbo di linguaggio (interventi per l’apprendimento strumentale); l’uso autonomo della lettura e della scrittura nei soggetti con pregresso/presente disturbo del linguaggio (dalla parola alla frase).
Il corso prevede lo studio di materiali teorici accanto a esercitazioni con casi pratici. In queste ultime i partecipanti potranno verificare le conoscenze concettuali acquisite e la capacità di usare nei contesti corretti gli strumenti e le modalità di lavoro suggerite.
I corsisti potranno appropriarsi di conoscenze teoriche relative allo sviluppo normale/deviante del linguaggio nel passaggio tra l’ultimo anno della scuola dell’infanzia e l’apprendimento della lingua scritta.
Il corso mira soprattutto a fornire un bagaglio di conoscenze, modalità e strumenti per intervenire, consentendo di intraprendere un percorso didattico che rispetti le differenze individuali degli alunni rispondendo nel contempo ai bisogni rilevati.

Il corso è strutturato in quattro moduli all’interno dei quali si approfondiranno: la continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare nel processo evolutivo normale (ritardi...

Il corso è strutturato in quattro moduli all’interno dei quali si approfondiranno: la continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare nel processo evolutivo normale (ritardi evolutivi/disturbi specifici del linguaggio); la valutazione che compete all’insegnante prima di intraprendere un percorso di apprendimento della letto-scrittura con un soggetto che presenta difficoltà del linguaggio (metodologie e strumenti per la valutazione); le metodiche didattiche che possono favorire l’apprendimento nei soggetti che presentano differenti espressioni del disturbo di linguaggio (interventi per l’apprendimento strumentale); l’uso autonomo della lettura e della scrittura nei soggetti con pregresso/presente disturbo del linguaggio (dalla parola alla frase).
Il corso prevede lo studio di materiali teorici accanto a esercitazioni con casi pratici. In queste ultime i partecipanti potranno verificare le conoscenze concettuali acquisite e la capacità di usare nei contesti corretti gli strumenti e le modalità di lavoro suggerite.
I corsisti potranno appropriarsi di conoscenze teoriche relative allo sviluppo normale/deviante del linguaggio nel passaggio tra l’ultimo anno della scuola dell’infanzia e l’apprendimento della lingua scritta.
Il corso mira soprattutto a fornire un bagaglio di conoscenze, modalità e strumenti per intervenire, consentendo di intraprendere un percorso didattico che rispetti le differenze individuali degli alunni rispondendo nel contempo ai bisogni rilevati.

Disponibile nel formato

Corsi online

Iscrizione Corso online
€ 195,20
Vale 78 punti Erickson

contenuti

MODULO 1 – La continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare
Obiettivi:
il corsista a fine modulo conoscerà le TEORIE DELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO, gli aspetti legati alla normale...

MODULO 1 – La continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare
Obiettivi:
il corsista a fine modulo conoscerà le TEORIE DELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO, gli aspetti legati alla normale evoluzione e alla patologia, quali discriminanti distinguono il ritardo dal disturbo del linguaggio.
Contenuti:
– Teorie dello sviluppo del linguaggi (introduzione)
– Le regole che governano il linguaggio
– Fonologia e fonetica
– Morfologia e sintassi
– Lo sviluppo lessicale
– Lo sviluppo pragmatico
– NORMALITA’ E PATOLOGIA NELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO
– Tappe dello sviluppo comunicativo
– Elementi che caratterizzano lo sviluppo linguistico atipico
– Diagnosi precoce dei disturbi del linguaggio
– I disturbi del linguaggio
– Disturbo Specifico del Linguaggio (DSL) o disfasia
– Profilo linguistico nel DSL
– Il disordine fonologico
– Quale intervento in caso di DSL
– RITARDO O DISTURBO DEL LINGUAGGIO
– Sviluppo normale del linguaggio
– Definiamo il ritardo o disturbo del linguaggio

MODULO 2 – La valutazione che compete all’insegnante prima di intraprendere un percorso di apprendimento della letto-scrittura con un soggetto che presenta difficoltà del linguaggio (metodologie e strumenti per la valutazione)
Obiettivi:
si forniranno elementi per effettuare un’osservazione sull’evoluzione del linguaggio in età prescolare e per potenziare le competenze di tipo meta fonologico.
Contenuti:
– Il linguaggio a 3 anni. Ingresso alla scuola dell’infanzia
– Il linguaggio a 4 anni
– La metafonologia
– Il ruolo dell’insegnante: cosa fare
– I bambini con difficoltà di linguaggio
– Il linguaggio a 5 anni
– Gli antecedenti cognitivi dal punto di vista del linguaggio
– Gli indici di rischio

MODULO 3 – Le metodiche didattiche che possono favorire l’apprendimento nei soggetti che presentano differenti espressioni del disturbo di linguaggio (interventi per l’apprendimento strumentale)
Obiettivi:
conoscere la differenza tra disturbi aspecifici e specifici del linguaggio e quali strategie didattiche adottare per favorire l’apprendimento delle strumentalità di letto-scrittura.
Contenuti:
– Disturbo aspecifico: caratteristiche
– Le strategie di apprendimento
– Disturbo specifico del linguaggio: caratteristiche e strategie di apprendimento
– L’azione dell’insegnante all’inizio della scuola primaria
– Interventi validi
– Come favorire l’apprendimento

MODULO 4 – l’uso autonomo della lettura e della scrittura nei soggetti con pregresso/presente disturbo del linguaggio (dalla parola alla frase)
Obiettivi:
conoscere e saper individuare le fasi di apprendimento della letto-scrittura; conoscere e saper applicare le strategie didattiche per favorire l’acquisizione delle strumentalità e il loro uso funzionale.
Contenuti:
– L’apprendimento della letto–scrittura: un percorso lineare?
– Gli apprendimenti strumentali: i processi coinvolti
– Gli apprendimenti concettuali: i processi coinvolti
– L’automatizzazione
– Interventi per l’apprendimento funzionale
– Dall’apprendimento strumentale all’uso funzionale della scrittura
– Dall’apprendimento strumentale all’uso funzionale della lettura
– Disturbi aspecifici di linguaggio
– Disturbi specifici di linguaggio
– Qualche indicazione operativa

MODULO 1 – La continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare
Obiettivi:
il corsista a fine modulo conoscerà le TEORIE DELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO, gli aspetti legati alla normale...

MODULO 1 – La continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare
Obiettivi:
il corsista a fine modulo conoscerà le TEORIE DELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO, gli aspetti legati alla normale evoluzione e alla patologia, quali discriminanti distinguono il ritardo dal disturbo del linguaggio.
Contenuti:
– Teorie dello sviluppo del linguaggi (introduzione)
– Le regole che governano il linguaggio
– Fonologia e fonetica
– Morfologia e sintassi
– Lo sviluppo lessicale
– Lo sviluppo pragmatico
– NORMALITA’ E PATOLOGIA NELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO
– Tappe dello sviluppo comunicativo
– Elementi che caratterizzano lo sviluppo linguistico atipico
– Diagnosi precoce dei disturbi del linguaggio
– I disturbi del linguaggio
– Disturbo Specifico del Linguaggio (DSL) o disfasia
– Profilo linguistico nel DSL
– Il disordine fonologico
– Quale intervento in caso di DSL
– RITARDO O DISTURBO DEL LINGUAGGIO
– Sviluppo normale del linguaggio
– Definiamo il ritardo o disturbo del linguaggio

MODULO 2 – La valutazione che compete all’insegnante prima di intraprendere un percorso di apprendimento della letto-scrittura con un soggetto che presenta difficoltà del linguaggio (metodologie e strumenti per la valutazione)
Obiettivi:
si forniranno elementi per effettuare un’osservazione sull’evoluzione del linguaggio in età prescolare e per potenziare le competenze di tipo meta fonologico.
Contenuti:
– Il linguaggio a 3 anni. Ingresso alla scuola dell’infanzia
– Il linguaggio a 4 anni
– La metafonologia
– Il ruolo dell’insegnante: cosa fare
– I bambini con difficoltà di linguaggio
– Il linguaggio a 5 anni
– Gli antecedenti cognitivi dal punto di vista del linguaggio
– Gli indici di rischio

MODULO 3 – Le metodiche didattiche che possono favorire l’apprendimento nei soggetti che presentano differenti espressioni del disturbo di linguaggio (interventi per l’apprendimento strumentale)
Obiettivi:
conoscere la differenza tra disturbi aspecifici e specifici del linguaggio e quali strategie didattiche adottare per favorire l’apprendimento delle strumentalità di letto-scrittura.
Contenuti:
– Disturbo aspecifico: caratteristiche
– Le strategie di apprendimento
– Disturbo specifico del linguaggio: caratteristiche e strategie di apprendimento
– L’azione dell’insegnante all’inizio della scuola primaria
– Interventi validi
– Come favorire l’apprendimento

MODULO 4 – l’uso autonomo della lettura e della scrittura nei soggetti con pregresso/presente disturbo del linguaggio (dalla parola alla frase)
Obiettivi:
conoscere e saper individuare le fasi di apprendimento della letto-scrittura; conoscere e saper applicare le strategie didattiche per favorire l’acquisizione delle strumentalità e il loro uso funzionale.
Contenuti:
– L’apprendimento della letto–scrittura: un percorso lineare?
– Gli apprendimenti strumentali: i processi coinvolti
– Gli apprendimenti concettuali: i processi coinvolti
– L’automatizzazione
– Interventi per l’apprendimento funzionale
– Dall’apprendimento strumentale all’uso funzionale della scrittura
– Dall’apprendimento strumentale all’uso funzionale della lettura
– Disturbi aspecifici di linguaggio
– Disturbi specifici di linguaggio
– Qualche indicazione operativa

MODULO 1 – La continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare
Obiettivi:
il corsista a fine modulo conoscerà le TEORIE DELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO, gli aspetti legati alla normale...

MODULO 1 – La continuità tra linguaggio parlato, letto e scritto e le “interruzioni” di percorso che si possono verificare
Obiettivi:
il corsista a fine modulo conoscerà le TEORIE DELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO, gli aspetti legati alla normale evoluzione e alla patologia, quali discriminanti distinguono il ritardo dal disturbo del linguaggio.
Contenuti:
– Teorie dello sviluppo del linguaggi (introduzione)
– Le regole che governano il linguaggio
– Fonologia e fonetica
– Morfologia e sintassi
– Lo sviluppo lessicale
– Lo sviluppo pragmatico
– NORMALITA’ E PATOLOGIA NELLO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO
– Tappe dello sviluppo comunicativo
– Elementi che caratterizzano lo sviluppo linguistico atipico
– Diagnosi precoce dei disturbi del linguaggio
– I disturbi del linguaggio
– Disturbo Specifico del Linguaggio (DSL) o disfasia
– Profilo linguistico nel DSL
– Il disordine fonologico
– Quale intervento in caso di DSL
– RITARDO O DISTURBO DEL LINGUAGGIO
– Sviluppo normale del linguaggio
– Definiamo il ritardo o disturbo del linguaggio

MODULO 2 – La valutazione che compete all’insegnante prima di intraprendere un percorso di apprendimento della letto-scrittura con un soggetto che presenta difficoltà del linguaggio (metodologie e strumenti per la valutazione)
Obiettivi:
si forniranno elementi per effettuare un’osservazione sull’evoluzione del linguaggio in età prescolare e per potenziare le competenze di tipo meta fonologico.
Contenuti:
– Il linguaggio a 3 anni. Ingresso alla scuola dell’infanzia
– Il linguaggio a 4 anni
– La metafonologia
– Il ruolo dell’insegnante: cosa fare
– I bambini con difficoltà di linguaggio
– Il linguaggio a 5 anni
– Gli antecedenti cognitivi dal punto di vista del linguaggio
– Gli indici di rischio

MODULO 3 – Le metodiche didattiche che possono favorire l’apprendimento nei soggetti che presentano differenti espressioni del disturbo di linguaggio (interventi per l’apprendimento strumentale)
Obiettivi:
conoscere la differenza tra disturbi aspecifici e specifici del linguaggio e quali strategie didattiche adottare per favorire l’apprendimento delle strumentalità di letto-scrittura.
Contenuti:
– Disturbo aspecifico: caratteristiche
– Le strategie di apprendimento
– Disturbo specifico del linguaggio: caratteristiche e strategie di apprendimento
– L’azione dell’insegnante all’inizio della scuola primaria
– Interventi validi
– Come favorire l’apprendimento

MODULO 4 – l’uso autonomo della lettura e della scrittura nei soggetti con pregresso/presente disturbo del linguaggio (dalla parola alla frase)
Obiettivi:
conoscere e saper individuare le fasi di apprendimento della letto-scrittura; conoscere e saper applicare le strategie didattiche per favorire l’acquisizione delle strumentalità e il loro uso funzionale.
Contenuti:
– L’apprendimento della letto–scrittura: un percorso lineare?
– Gli apprendimenti strumentali: i processi coinvolti
– Gli apprendimenti concettuali: i processi coinvolti
– L’automatizzazione
– Interventi per l’apprendimento funzionale
– Dall’apprendimento strumentale all’uso funzionale della scrittura
– Dall’apprendimento strumentale all’uso funzionale della lettura
– Disturbi aspecifici di linguaggio
– Disturbi specifici di linguaggio
– Qualche indicazione operativa


Educatore Professionale Ambito scolastico
Insegnante Curricolare Scuola dell'infanzia
Insegnante Curricolare Scuola primaria
Insegnante Curricolare Scuola secondaria di primo grado Altro
Insegnante Curricolare Scuola secondaria di secondo grado Altro
Insegnante di sostegno Scuola dell'infanzia
Insegnante di sostegno Scuola primaria
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di primo grado
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di secondo grado
Insegnanti, logopedisti, educatori.

Raccolta di materiale bibliografico, materiale esperienziale ed applicativo, esercitazioni su casi.

Discussione tramite forum con tutor disciplinare sulle tematiche affrontate nei moduli: dubbi, richieste di ulteriori chiarimenti, esperienze e casi presentati dai corsisti.
Esercitazioni a partire da uno stimolo di lavoro definito dal tutor in relazione al grado scolastico all’interno del quale il corsista vuole esercitarsi: applicazione a un testo scritto della griglia di valutazione realizzata nel modulo precedente, e creazione di un percorso di potenziamento della comprensione del testo sulla base delle valutazioni effettuate nell’esercitazione precedente.

Destinatari
Educatore Professionale Ambito scolastico
Insegnante Curricolare Scuola dell'infanzia
Insegnante Curricolare Scuola primaria
Insegnante Curricolare Scuola secondaria di primo grado Altro
Insegnante Curricolare Scuola secondaria di secondo grado Altro
Insegnante di sostegno Scuola dell'infanzia
Insegnante di sostegno Scuola primaria
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di primo grado
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di secondo grado
Insegnanti, logopedisti, educatori.

Raccolta di materiale bibliografico, materiale esperienziale ed applicativo, esercitazioni su casi.

Discussione tramite forum con tutor disciplinare sulle tematiche affrontate nei moduli: dubbi, richieste di ulteriori chiarimenti, esperienze e casi presentati dai corsisti.
Esercitazioni a partire da uno stimolo di lavoro definito dal tutor in relazione al grado scolastico all’interno del quale il corsista vuole esercitarsi: applicazione a un testo scritto della griglia di valutazione realizzata nel modulo precedente, e creazione di un percorso di potenziamento della comprensione del testo sulla base delle valutazioni effettuate nell’esercitazione precedente.

Autore: Graziella Tarter
Tutor: Monja Tait

Autore: Graziella Tarter
Tutor: Monja Tait

Modalità d'iscrizione

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le...

A seguito dell’iscrizione invieremo la relativa fattura all’indirizzo e-mail indicato in fase d’iscrizione. Per ricevere le credenziali di accesso al corso il giorno di partenza dello stesso, sarà necessario effettuare il pagamento secondo le seguenti modalità:

  • carta di credito/PayPal/carta del docente pagando contestualmente all’iscrizione
  • bonifico bancario da effettuare entro i 3 giorni successivi alla data d’iscrizione online e comunque almeno 3 giorni prima dalla data d’inizio del corso.

Si consiglia di non attendere i giorni in prossimità dell’inizio per svolgere l’iscrizione e il pagamento.

accreditamento



Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Con decreto del 31 marzo 2003, rinnovato in data 12 giugno 2006, il Centro Studi Erickson è stato incluso nell’elenco definitivo degli enti accreditati per la formazione del personale della...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Con decreto del 31 marzo 2003, rinnovato in data 12 giugno 2006, il Centro Studi Erickson è stato incluso nell’elenco definitivo degli enti accreditati per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

L'ID del corso è: 49242

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Con decreto del 31 marzo 2003, rinnovato in data 12 giugno 2006, il Centro Studi Erickson è stato incluso nell’elenco definitivo degli enti accreditati per la formazione del personale della...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Con decreto del 31 marzo 2003, rinnovato in data 12 giugno 2006, il Centro Studi Erickson è stato incluso nell’elenco definitivo degli enti accreditati per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

L'ID del corso è: 49242

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Con decreto del 31 marzo 2003, rinnovato in data 12 giugno 2006, il Centro Studi Erickson è stato incluso nell’elenco definitivo degli enti accreditati per la formazione del personale della...

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Con decreto del 31 marzo 2003, rinnovato in data 12 giugno 2006, il Centro Studi Erickson è stato incluso nell’elenco definitivo degli enti accreditati per la formazione del personale della scuola.
Questo corso è presente sulla piattaforma S.o.f.i.a. del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca http://www.istruzione.it/pdgf/index.html

L'ID del corso è: 49242

Attestato

Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.
Al termine del corso e previo superamento di tutte le esercitazioni previste dai vari moduli formativi, sarà possibile scaricare l’attestato di partecipazione al corso direttamente dalla piattaforma online.

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."