ADHD e compiti a casa

Strumenti e strategie per bambini con difficoltà di pianificazione, di organizzazione e fragilità di attenzione

Erickson Advantages

Il volume propone strumenti e strategie per bambini dai 7 ai 14 anni in difficoltà con i compiti a casa.

Questo libro propone un percorso di affiancamento nello svolgimento delle consegne scolastiche per casa da parte dell’homework tutor, ruolo che in molte circostanze può essere svolto da un familiare adulto, con l'obiettivo di rendere tutti gli studenti progressivamente autonomi nello studio.

Leggi di più
Scegli
Non Disponibile
Solo %1 rimasto/i
Acquistabile con Carta del Docente
19,00 € -5% di sconto 20,00 €
Ricevi punti Erickson Per ogni prodotto acquistato ricevi punti Erickson che puoi utilizzare per ottenere sconti sui tuoi prossimi acquisti.
Aggiungi alla lista desideri

A casa tua in 24/48 ore

Spedizione gratuita per ordini superiori a 50€

In questo libro

Contenuti e indice

PRIMA PARTE - Introduzione teorica

  • Perché si può imparare a fare i compiti
  • L’influenza delle fragilità di attenzione, organizzazione e pianificazione nello svolgimento dei compiti
  • Il contributo dell’adulto: l’attività di tutoring
  • Il protocollo START: fondamenti teorici e indicazioni operative

SECONDA PARTE - Strategie e strumenti per l'intervento

  • Organizzare lo spazio
  • Organizzare il tempo
  • Concentrasi sull’attività
  • Verificare
  • Suggerimenti sempre utili

TERZA PARTE - Materiali e scheda di verifica

  • Competenze professionali dell'homework tutor
Continua a leggere

Tematiche

L’obiettivo del libro è aiutare l’alunno a sviluppare competenze esecutive che possano renderlo progressivamente autonomo nello studio, fornendo indicazioni e strumenti originali e motivanti, inclusi, in allegato, materiali a colori da ritagliare, per:

  • allestire lo spazio fisico di lavoro, organizzando in modo funzionale il materiale necessario;
  • valutare e gestire correttamente i tempi, anche rispettando le date di scadenza per la consegna;
  • valutare e gestire correttamente le proprie risorse, fruendo di pause appropriate;
  • suddividere un compito complesso in più parti e portare a termine correttamente ognuna di esse;
  • verificare gli errori e correggerli.

I compiti a casa

I compiti a casa hanno lo scopo di permettere all’alunno di rielaborare e approfondire ciò che l’insegnante ha proposto in classe, attraverso un tempo e uno spazio di riflessione personale utile a potenziare le competenze apprese o in via di consolidamento. L’esperienza reale di molti bambini, e in particolare di quelli con disturbo da deficit di attenzione/iperattività, è tuttavia profondamente diversa: dopo aver sperimentato la fatica di una mattinata di intense attività cognitive, rischiano di avvertire come un sopruso il dover rimandare attività più piacevoli perché obbligati a un ulteriore carico di lavoro. Il tempo dei compiti in questi casi può generare nei bambini e nei loro genitori un profondo senso di inadeguatezza, con momenti di tensione e contrasto tali da compromettere talora la serenità familiare.

Specifiche prodotto

Livello scolastico

Primaria

Autori e autrici

Gianluca Daffi

Gianluca Daffi

Autore

Laureato in psicologia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano è docente a contratto nello stesso ateneo nelle sedi di Milano e Brescia e in passato presso la Libera Università di Bolzano. Collabora con gli Spedali Civili di Brescia per i quali ha coordinato il gruppo di lavoro informazione e formazione sul disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività composto dalle 18 NPI Lombarde centri di rifermento per l'ADHD e attualmente il gruppo di lavoro che ha come obiettivo consolidare gli interventi di supporto agli operatori scolastici a livello regionale​.

Collabora con il centro studi Erickson con il quale ha pubblicato diversi testi su tematiche psicoeducative. E' ideatore del metodo START e della figura dell'ADHD Homework Tutor ®, è responsabile scientifico del percorso formativo per ADHD HT® e del Campus START per famiglie e bambini ADHD/DOP. Ideatore della figura del GAME TRAINER® è responsabile scientifico del relativo percorso formativo, ha dato vita alla collana di giochi "GIOCARE PER CRESCERE" per promuovere le competenze esecutive.

Coordina diversi gruppi di lavoro relativamente alla formazione e aggiornamento dei docenti in materia di BES, valutazione delle competenze e gestione dei disturbi del comportamento in classe. E' ideatore e coordinatore di diversi percorsi di alta formazione in ambito universitario relativamente alla gestione degli alunni con BES. Collabora in qualità di formatore con l'equipe Psi.Pe di Brescia per la formazione e l'aggiornamento dei docenti.

E' soprattutto papà e curioso.

Scopri di più
Cristina Prandolini

Cristina Prandolini

Autrice

Insegnante, laureata in Psicologia dello Sviluppo ed esperta in Psicopatologia dell'Apprendimento, si occupa di educazione e di Disturbi Specifici dell'Apprendimento in età evolutiva. Collabora con la cattedra di Pedaggoia Speciale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Scopri di più

Recensioni e domande