IT
I mini gialli dei dettati 2
Carrello
Spedizioni veloci
Pagamenti sicuri
Totale:

Il tuo carrello è vuoto

|*** Libro Quantità:
Disponibile nel formato

Libri

Libro
€ 16,58 -15% € 19,50
-15%
Vale 16 punti Erickson
Libri

110 giochi per ridurre l'handicap

Attività di gruppo per l'integrazione

Il volume propone giochi inclusivi per tutti, da adattare alla situazione e al tipo di deficit dei partecipanti.

Adattare i giochi
Non possiamo dividere i giochi per categorie di deficit, anzi essi si devono adattare a ogni tipologia. Non esistono...

Il volume propone giochi inclusivi per tutti, da adattare alla situazione e al tipo di deficit dei partecipanti.

Adattare i giochi
Non possiamo dividere i giochi per categorie di deficit, anzi essi si devono adattare a ogni tipologia. Non esistono giochi per bambini ciechi, sordi o con altri deficit. Esistono soltanto giochi. Dipende poi dall’abilità e dalla creatività dell’educatore, del coordinatore, del ludotecario o dell’insegnante saperli modificare, adattandoli al contesto e ai partecipanti.
In questo processo non è importante tanto il gioco come puro e semplice mezzo tecnico di espressione, quanto l’atteggiamento ludico che permette al bambino disabile di risolvere situazioni.

Le proposte di gioco contenute in questo libro devono essere interpretate soprattutto alla luce della funzione e del ruolo determinante dell’adulto nel gioco, in termini di supporto e di facilitazione, per rendere il bambino cosciente e artefice delle proprie potenzialità.

Consigliato a
Un prezioso strumento per educatori e riabilitatori, ma anche per genitori e insegnanti, da utilizzare con bambini della scuola dell’infanzia, primaria e, nel caso di disabilità più gravi, della scuola primaria di primo grado.

Il volume propone giochi inclusivi per tutti, da adattare alla situazione e al tipo di deficit dei partecipanti.

Adattare i giochi
Non possiamo dividere i giochi per categorie di deficit, anzi essi si devono adattare a ogni tipologia. Non esistono...

Il volume propone giochi inclusivi per tutti, da adattare alla situazione e al tipo di deficit dei partecipanti.

Adattare i giochi
Non possiamo dividere i giochi per categorie di deficit, anzi essi si devono adattare a ogni tipologia. Non esistono giochi per bambini ciechi, sordi o con altri deficit. Esistono soltanto giochi. Dipende poi dall’abilità e dalla creatività dell’educatore, del coordinatore, del ludotecario o dell’insegnante saperli modificare, adattandoli al contesto e ai partecipanti.
In questo processo non è importante tanto il gioco come puro e semplice mezzo tecnico di espressione, quanto l’atteggiamento ludico che permette al bambino disabile di risolvere situazioni.

Le proposte di gioco contenute in questo libro devono essere interpretate soprattutto alla luce della funzione e del ruolo determinante dell’adulto nel gioco, in termini di supporto e di facilitazione, per rendere il bambino cosciente e artefice delle proprie potenzialità.

Consigliato a
Un prezioso strumento per educatori e riabilitatori, ma anche per genitori e insegnanti, da utilizzare con bambini della scuola dell’infanzia, primaria e, nel caso di disabilità più gravi, della scuola primaria di primo grado.

Il volume propone giochi inclusivi per tutti, da adattare alla situazione e al tipo di deficit dei partecipanti.

Adattare i giochi
Non possiamo dividere i giochi per categorie di deficit, anzi essi si devono adattare a ogni tipologia. Non esistono...

Il volume propone giochi inclusivi per tutti, da adattare alla situazione e al tipo di deficit dei partecipanti.

Adattare i giochi
Non possiamo dividere i giochi per categorie di deficit, anzi essi si devono adattare a ogni tipologia. Non esistono giochi per bambini ciechi, sordi o con altri deficit. Esistono soltanto giochi. Dipende poi dall’abilità e dalla creatività dell’educatore, del coordinatore, del ludotecario o dell’insegnante saperli modificare, adattandoli al contesto e ai partecipanti.
In questo processo non è importante tanto il gioco come puro e semplice mezzo tecnico di espressione, quanto l’atteggiamento ludico che permette al bambino disabile di risolvere situazioni.

Le proposte di gioco contenute in questo libro devono essere interpretate soprattutto alla luce della funzione e del ruolo determinante dell’adulto nel gioco, in termini di supporto e di facilitazione, per rendere il bambino cosciente e artefice delle proprie potenzialità.

Consigliato a
Un prezioso strumento per educatori e riabilitatori, ma anche per genitori e insegnanti, da utilizzare con bambini della scuola dell’infanzia, primaria e, nel caso di disabilità più gravi, della scuola primaria di primo grado.

Disponibile nel formato

Libri

Libro
€ 16,58 -15% € 19,50
-15%
Vale 16 punti Erickson

Descrizione

Libro

110 giochi per ridurre l'handicap organizza i giochi adattandoli ai diversi tipi di deficit e handicap conseguenti. I suggerimenti hanno lo scopo di fungere da stimolo nella ricerca di soluzioni nuove di integrazione , non solo nel gioco. Alla base...

110 giochi per ridurre l'handicap organizza i giochi adattandoli ai diversi tipi di deficit e handicap conseguenti. I suggerimenti hanno lo scopo di fungere da stimolo nella ricerca di soluzioni nuove di integrazione, non solo nel gioco. Alla base di questo lavoro c’è l’applicazione dell’attività ludica come supporto terapeutico, seguendo i lineamenti dello sviluppo psicomotorio e psicosensopercettivo, cioè schema corporeo, figura-sfondo, attenzione e memoria, analisi-sintesi, spazio-tempo e pensiero, funzioni che, quando si tratta di bambini e bambine con qualche deficit, possiamo trovare sfasate, ritardate o assenti considerando la loro età cronologica.

Il volume presenta giochi diversi per dare a genitori, insegnanti, educatori, ludotecari, ecc. la possibilità di scegliere, in accordo con le loro necessità, i giochi che ritengono più idonei a un gruppo di bambini, a un bambino singolo, oppure a un progetto educativo di sostegno.

110 giochi per ridurre l'handicap organizza i giochi adattandoli ai diversi tipi di deficit e handicap conseguenti. I suggerimenti hanno lo scopo di fungere da stimolo nella ricerca di soluzioni nuove di integrazione , non solo nel gioco. Alla base...

110 giochi per ridurre l'handicap organizza i giochi adattandoli ai diversi tipi di deficit e handicap conseguenti. I suggerimenti hanno lo scopo di fungere da stimolo nella ricerca di soluzioni nuove di integrazione, non solo nel gioco. Alla base di questo lavoro c’è l’applicazione dell’attività ludica come supporto terapeutico, seguendo i lineamenti dello sviluppo psicomotorio e psicosensopercettivo, cioè schema corporeo, figura-sfondo, attenzione e memoria, analisi-sintesi, spazio-tempo e pensiero, funzioni che, quando si tratta di bambini e bambine con qualche deficit, possiamo trovare sfasate, ritardate o assenti considerando la loro età cronologica.

Il volume presenta giochi diversi per dare a genitori, insegnanti, educatori, ludotecari, ecc. la possibilità di scegliere, in accordo con le loro necessità, i giochi che ritengono più idonei a un gruppo di bambini, a un bambino singolo, oppure a un progetto educativo di sostegno.

110 giochi per ridurre l'handicap organizza i giochi adattandoli ai diversi tipi di deficit e handicap conseguenti. I suggerimenti hanno lo scopo di fungere da stimolo nella ricerca di soluzioni nuove di integrazione , non solo nel gioco. Alla base...

110 giochi per ridurre l'handicap organizza i giochi adattandoli ai diversi tipi di deficit e handicap conseguenti. I suggerimenti hanno lo scopo di fungere da stimolo nella ricerca di soluzioni nuove di integrazione, non solo nel gioco. Alla base di questo lavoro c’è l’applicazione dell’attività ludica come supporto terapeutico, seguendo i lineamenti dello sviluppo psicomotorio e psicosensopercettivo, cioè schema corporeo, figura-sfondo, attenzione e memoria, analisi-sintesi, spazio-tempo e pensiero, funzioni che, quando si tratta di bambini e bambine con qualche deficit, possiamo trovare sfasate, ritardate o assenti considerando la loro età cronologica.

Il volume presenta giochi diversi per dare a genitori, insegnanti, educatori, ludotecari, ecc. la possibilità di scegliere, in accordo con le loro necessità, i giochi che ritengono più idonei a un gruppo di bambini, a un bambino singolo, oppure a un progetto educativo di sostegno.

Aspetti emotivo-motivazionali e affettivo-relazionali Interazione Sociale
Aspetti emotivo-motivazionali e affettivo-relazionali Gestione dello Stress, Autocontrollo e Controllo degli Impulsi
Aspetti emotivo-motivazionali e affettivo-relazionali Motivazione
Area motorio-prassica Motricità Globale
Aspetti emotivo-motivazionali e affettivo-relazionali Interazione Sociale
Aspetti emotivo-motivazionali e affettivo-relazionali Gestione dello Stress, Autocontrollo e Controllo degli Impulsi
Aspetti emotivo-motivazionali e affettivo-relazionali Motivazione
Area motorio-prassica Motricità Globale
  • Presentazione di Andrea Canevaro
  • Introduzione di José Jorge Chade
  • Gruppo 1 (Schede 1-46):
    Giochi socializzanti e rassicuranti con regole semplici per favorire la reciprocità
  • Gruppo 2 (Schede 47-110):
    Giochi di gruppo e giochi di squadra per favorire le funzioni psicosensopercettive e psicomotorie e le relazioni interpersonali
Libro
ISBN: 9788879463386
Numero Pagine: 188
Formato: 21x29,7cm

 

Educatore Professionale Ambito scolastico
Educatore Professionale Disabilità
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Ambito scolastico
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Disabilità
Insegnante di sostegno Scuola dell'infanzia
Insegnante di sostegno Scuola primaria
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di primo grado
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di secondo grado
Contenuti
  • Presentazione di Andrea Canevaro
  • Introduzione di José Jorge Chade
  • Gruppo 1 (Schede 1-46):
    Giochi socializzanti e rassicuranti con regole semplici per favorire la reciprocità
  • Gruppo 2 (Schede 47-110):
    Giochi di gruppo e giochi di squadra per favorire le funzioni psicosensopercettive e psicomotorie e le relazioni interpersonali
Libro
ISBN: 9788879463386
Numero Pagine: 188
Formato: 21x29,7cm
Educatore Professionale Ambito scolastico
Educatore Professionale Disabilità
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Ambito scolastico
Operatore socio-assistenziale / socio sanitario Disabilità
Insegnante di sostegno Scuola dell'infanzia
Insegnante di sostegno Scuola primaria
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di primo grado
Insegnante di sostegno Scuola secondaria di secondo grado

Autori

Ti potrebbero interessare

"Questo sito utilizza cookie analitici, anche di terze parti, ed installa cookie di profilazione, propri e di terze parti, per inviarti messaggi in linea con le tue preferenze. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie."