Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Le sette regole del cambiamento per migliorare il proprio benessere personale

 
Tutti desiderano stare meglio, avere relazioni più soddisfacenti, essere più felici. Per fare questo è necessario mettere in atto dei comportamenti che contribuiscano al miglioramento del proprio benessere personale. Mai i cambiamenti non sono facili da attuare, naturalmente: la maggior parte di essi richiede applicazione, impegno e dedizione. Ecco le sette regole che sottostanno a ogni processo costituito dall’imparare, mettere in pratica e mantenere un nuovo comportamento, che ci assicurano che, una volta messo in atto, il cambiamento sia duraturo.
 

Esiste una vasta gamma di comportamenti improntati al miglioramento del proprio benessere personale, da quelli facili e piacevoli da mettere in pratica a quelli più impegnativi. Tali comportamenti possono essere suddivisi in tre categorie: acquisire assertività, capacità di risolvere i conflitti e altre competenze di comunicazione che rendono le interazioni sociali più semplici e gratificanti; intrattenere rapporti sociali, che agiscono come un argine contro lo stress e creano benessere dentro e attorno a noi; avere cura di sé, dormendo a sufficienza, mangiando bene, facendo ginnastica e praticando attività divertenti che aiutino a stare meglio.
Qualunque sia l’aspetto al quale desideriamo lavorare, è importante tener presenti i principi che sottostanno a ogni processo costituito dall’imparare, mettere in pratica e mantenere un nuovo comportamento. Si tratta di sette principi base che possiamo definire come «le sette regole del cambiamento comportamentale». Seguendo queste regole, potete essere sicuri che i cambiamenti saranno durevoli.

Regola 1. Chiedetevi a che cosa vi serve il comportamento indesiderato
Ciascuno di noi assume un determinato comportamento per qualche ragione, anche quando il motivo originario non esiste più e il comportamento continua per abitudine. Capire la causa di un comportamento è importante, perché se soddisfa un bisogno che dopo il cambiamento rimane inappagato, non è facile che il cambiamento attecchisca.

Regola 2. Concepite il cambiamento in termini di aumento degli aspetti positivi piuttosto che di riduzione degli aspetti negativi
Più vi focalizzate sull’aggiunta di un nuovo comportamento o pensiero positivo, meno opportunità avrete di ricadere nel vecchio negativo, finché, con il tempo, quello negativo sparirà o diventerà meno attraente.

Regola 3. Datevi obiettivi SMART
Il fatto stesso di darsi un obiettivo aumenta le probabilità di aderire a un cambiamento.  Un obiettivo, per essere SMART, deve avere le seguenti caratteristiche: essere specifico, misurabile, raggiungibile, rilevante e calibrato sul momento. Ad esempio, un obiettivo vago come “fare più attività fisica” può essere declinato meglio come “andare in palestra una volta alla settimana”.

Regola 4. Aumentate i facilitatori e riducete gli ostacoli
I facilitatori sono situazioni, eventi, persone, momenti e qualunque cosa vi aiuti a realizzare i vostri obiettivi. Gli ostacoli sono il contrario: qualunque cosa remi contro il raggiungimento dei vostri obiettivi. Entrambi sono specifici per ogni singolo individuo.Una volta che avrete identificato i facilitatori e gli ostacoli per il vostro particolare obiettivo, potrete aumentare notevolmente le probabilità di successo basandovi sui primi e riducendo al minimo i secondi.

Regola 5. Rinforzate il comportamento che volete incrementare
Un comportamento perdura perché viene rinforzato, e questo vale sia per i comportamenti positivi sia per quelli negativi, sia per gli adulti sia per i bambini. Inoltre, il rinforzo funziona meglio della punizione. Un approccio potrebbe essere quello di rinforzare la messa in atto del comportamento desiderato con qualcosa che vi fa sentire bene, che può essere un dialogo interiore incoraggiante e positivo o una ricompensa tangibile.

Regola 6. Prendete nota dei vostri progressi
Se state cercando di modificare un comportamento e siete incerti rispetto al primo piccolo passo, uno dei più piccoli che possiate muovere è quello di limitarvi a prestare attenzione al comportamento e registrare ogni volta che si verifica, descrivendo i dettagli della situazione e la vostra reazione. C’è qualcosa di magico nel modo in cui prestare attenzione a un comportamento porta all’auspicata modificazione del comportamento medesimo.

Regola 7. Considerate ogni cambiamento che fate come un esperimento e prevenite gli intoppi
Quando cercate di cambiare, è importante che riconosciate di non poterlo fare alla perfezione e che il vostro ambiente fisico e sociale non potrà rispondere in tutto e per tutto ai cambiamenti che effettuate in voi stessi. Prevedere gli intoppi vi aiuta a non farvi cogliere di sorpresa quando si verificano e a programmare il modo per rimettervi in carreggiata il più rapidamente possibile.


Letture consigliate:
 
 
 
 
Login
Login oppure Registrati
Per aiuto clicca qui
  • Promo Novità
  • Lo Scaffale delle Occasioni