Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

La valigetta di italiano della maestra Larissa

Con la valigetta della Maestra Larissa l’apprendimento dell’italiano si trasforma in un gioco!
 

Siamo abituati a considerare il gioco come un momento di svago, poco strutturato, libero e autogestito. Ma ha davvero senso, per degli insegnanti, dividere nettamente apprendimento, lavoro e gioco?
È dimostrato che quando l’apprendimento ha un impatto emotivo positivo sullo studente, esso ha più possibilità di consolidarsi.

Gli 11 giochi e le oltre 20 attività che si possono svolgere con le 550 carte della Maestra Larissa rispondono a molti obiettivi didattici contemplati nelle prime classi della scuola primaria:

  • gli studenti imparano concetti nuovi giocando;
  • ripassano e consolidano gli apprendimenti in maniera coinvolgente e non strutturata;
  • acquisiscono abilità indispensabili per una serena vita di classe (rispettare il proprio turno, non imbrogliare, collaborare, ecc.).

Le diverse attività proposte offrono un approccio divertente e stimolante al mondo della lettura e della scrittura, coprendo alcuni tra i principali obiettivi didattici dell’ambito linguistico delle classi prima e seconda della scuola primaria.
La varietà dei mazzi e delle attività proposte consente all’insegnante di predisporre contemporaneamente più gruppi di gioco: un’opportunità da non sottovalutare per differenziare la propria didattica. Inoltre, i singoli giochi possono essere svolti in autonomia grazie al sistema di autocorrezione.

 
TUTTI I GIOCHI DELLA VALIGETTA
 
 
RIMA, RIMANI!
INDOVINA CHI?
• Riconoscere e produrre rime
• Sviluppare la competenza lessicale
• Leggere e comprendere semplici frasi
• Abbinare ciascuna frase al disegno corrispondente
 
 
OPS!
SCARTASUONO
• Leggere e comprendere brevi parole
• Discriminare visivamente le immagini
• Sviluppare e potenziare le abilità mnemoniche
• Leggere e comprendere parole contenenti difficoltà ortografiche
• Leggere e scrivere i principali gruppi consonantici della lingua italiana
 
 
LA CONSONANTE INIZIALE
PRIMA E DOPO
• Conoscere e riconoscere le consonanti
• Associare grafemi e fonemi
• Sviluppare la competenza lessicale
• Riconoscere le principali categorie lessicali della lingua italiana
• Riconoscere l’organizzazione temporale e ordinare in successione le sequenze di una storia
• Comprendere e riconoscere la struttura narrativa di un testo
• Individuare i rapporti logici causa-effetto
 
 
MAIUSCOLE E MINUSCOLE
LA SILLABA INIZIALE
• Riconoscere i grafemi (stampato maiuscolo e minuscolo)
• Sviluppare e potenziare le abilità mnemoniche
• Abbinare suono a sillaba
• Mettere in relazione parole e immagini
• Identificare la sillaba iniziale di parola
 
 
LUCIA E FABRIZIO
MEMORY ORTOGRAFICO
• Leggere e comprendere semplici frasi
• Abbinare le frasi scritte alla corretta rappresentazione grafica
• Sviluppare abilità mnemoniche
• Produrre frasi articolate
• Riconoscere le principali difficoltà ortografiche contenute nelle parole
• Utilizzare parole con difficoltà ortografiche
• Allenare e potenziare le abilità mnemoniche
 

Tutti questi mazzi sono stati pensati per essere usati dai bambini autonomamente o in gruppo, per consolidare, rivedere e ripassare le conoscenze acquisite e, in alcuni casi, per migliorare le proprie prestazioni in alcuni compiti.

La proposta prevede giochi differenti tra loro, con un numero di giocatori variabile per assicurare un’ampiezza e una diversità che rendono unico ciascun mazzo. Allo stesso tempo alcuni dei mazzi sono utilizzabili in più modi, il che aumenta il numero dei giochi possibili.

IL GIOCO DELLE DOPPIE
• Riconoscere le parole che contengono le doppie
• Pronunciare correttamente il suono doppio delle consonanti
• Potenziare abilità mnemoniche e attentive
 
 
COME USARE I MAZZI?

L’insegnante che propone alla classe il gioco con i mazzi di carte ha numerose possibilità per organizzare l’attività. Ad esempio può:
• prevedere un’ora alla settimana di «ludoteca didattica», in cui i bambini possono scegliere liberamente i giochi da fare, suddividersi in gruppi autonomi e giocare. In questo caso i mazzi vengono utilizzati più come strumento di revisione e consolidamento, che di apprendimento.
Inserire i giochi di carte all’interno della classe, affiancandoli ad altre attività con gli stessi obiettivi, che i bambini possono scegliere in maniera indipendente.
• Utilizzare la valigetta con i mazzi come un utile «riempitempo», per coinvolgere in una revisione giocosa quei bambini che finiscono le altre attività didattiche prima degli altri. Alcuni giochi sono concepiti, proprio per questo motivo, come dei solitari dotati di autocorrezione che ciascun bambino può utilizzare in autonomia.
• Proporre i giochi nei momenti liberi non strutturati, come l’intervallo e il post-mensa, lasciando però sempre ai bambini la scelta se giocare o meno. L’autocorrezione è un elemento essenziale nei giochi che coinvolgono una sola persona: poiché non sempre si è in grado di valutare se si è agito correttamente, deve essere il materiale stesso a dare al giocatore la conferma. In questo i giochi proposti seguono un principio già affermato e portato avanti dalla Montessori che, nella progettazione dei suoi materiali, teneva in grande considerazione il fatto che non fosse necessario un adulto o una terza persona perché il bambino si accorgesse della correttezza o meno del suo operato.

 
In classe, a casa, in gita…tante occasioni per giocare e divertirsi insieme!

I mazzi di carte presenti nella valigetta non sono da considerarsi solo come strumenti didattici da usare in classe. Sono prima di tutto giochi, e come tali possono benissimo essere utilizzati a casa come esercizio di consolidamento degli apprendimenti o semplicemente per svago e piacere.
L’idea fondamentale che si intende promuovere è che gli apprendimenti scolastici e la conoscenza non vanno confinati all’interno delle mura dell’aula, ma che imparare è piacevole, divertente, un’esperienza positiva condivisibile che non ha confini. Si può giocare in cameretta, dopo cena con tutta la famiglia o si può mettere un mazzo nello zaino e portarselo in gita per giocare.

In definitiva, riappropriarsi del piacere del gioco e cominciare a vivere l’esperienza di apprendimento come gradevole, divertente e coinvolgente.
 
 
 
SCOPRI ANCHE:
La valigetta di matematica della Maestra Larissa

 

Una valigetta con 550 carte, due tabelloni con dadi e pedine per realizzare oltre 30 attività che coprono gli obiettivi didattici più importanti dell'ambito matematico per le classi prima e seconda della scuola primaria..

Età: 5-8 | 1-5 giocatori
Ideata da Lara Carnovali “La maestra Larissa”

Scopri di più »

 
Login
Login oppure Registrati
Per aiuto clicca qui
  • Promo Novità
  • Lo Scaffale delle Occasioni
  • Carta del Docente: tutto quel che c'è da sapere