Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Come stimolare l'apprendimento in bambini e ragazzi con disabilità intellettiva

 
Bambini e ragazzi con disabilità intellettiva sono caratterizzati da un deficit nei meccanismi di generalizzazione delle informazioni e di autoregolazione durante l’esecuzione di un compito. Per aiutarli nell’apprendimento, sono state messe a punto alcune strategie di tipo metacognitivo mirate a promuovere anche il senso di autoefficacia e motivazione di questi alunni. Vediamo quali sono queste strategie con il supporto di Silvia Celentano e Alessandro Antonietti, autori di “Training metacognitivo per la disabilità intellettiva
 

In generale, i bambini con deficit intellettivi si caratterizzano per l’inefficienza dei loro meccanismi di generalizzazione delle informazioni e di autoregolazione durante l’esecuzione di un compito, soprattutto in ambienti diversi da quello in cui è avvenuto il primo apprendimento.
Inoltre, l’incapacità di soggetti disabili intellettivi di mettere in atto spontaneamente una strategia orientata all’esecuzione di un compito deriva anche da un’insufficiente comprensione del significato, dell’utilità e, persino, della necessità di applicazione delle procedure apprese: ne consegue una consapevolezza metacognitiva dell’azione da compiere impoverita di schemi interpretativi che le diano un senso.

Per ridurre le difficoltà di apprendimento di soggetti con deficit intellettivi, sono stati messi a punto vari modelli di intervento. Tali modelli hanno in comune i seguenti elementi:

  1. la convinzione di base che l’intelligenza sia educabile a partire dal concetto di «modificabilità cognitiva» di Feuerstein sulla base del quale l’organismo può essere reso più recettivo alle fonti esterne e interne di stimolazione;
  2. la necessità dell’imparare ad apprendere autonomamente;
  3. la presenza di un esperto (insegnante o psicologo) il quale funge da mediatore fra soggetto e ambiente e da agente del cambiamento che favorisce il pensiero critico, l’autovalutazione e l’autoregolazione del soggetto.

Numerosi studi hanno cercato di definire le strategie più adatte per promuovere l’apprendimento metacognitivo in bambini con disabilità intellettiva.
Gli interventi metacognitivi
esistenti non si limitano a favorire lo sviluppo dell’autoconsapevolezza e del controllo cognitivo-esecutivo, ma stimolano anche il senso di autoefficacia e la motivazione, che risultano carenti negli individui affetti da disabilità intellettiva. Infatti spesso i bambini con deficit cognitivi attribuiscono un ruolo marginale al proprio impegno, associando tendenzialmente i successi personali a cause esterne e i fallimenti a cause interne e, quindi, alla mancanza di abilità.

In generale, i programmi che seguono questi criteri guida sono caratterizzati dallo strumento della mediazione linguistica dell’insegnante/educatore che (attraverso costanti verbalizzazioni legate all’esposizione di ogni singolo passaggio procedurale) insegna al soggetto l’autoistruzione verbale, ossia come «parlare con se stessi» per arrivare ad assumere una padronanza operativa sempre maggiore: in tal modo l’eteroregolazione diviene autoregolazione tramite l’internalizzazione delle direttive esterne.
Lo spostamento del locus of control dall’esterno all’interno avviene tramite precise fasi di lavoro: inizialmente l’insegnante/educatore mostra alla persona come svolgere il compito, poi la persona con disabilità svolge il compito mentre l’insegnante continua a verbalizzare i vari passaggi esecutivi, successivamente è il soggetto che deve accompagnare con il linguaggio le tappe operative e infine è sempre la persona disabile a doversi autodirigere, ma in maniera nascosta, ossia tramite autoistruzioni verbali a bassa voce oppure tramite verbalizzazioni interne. Questa procedura permette al soggetto con disabilità intellettiva di esperire un controllo attivo sul compito che sta eseguendo, quindi agisce indirettamente sulle credenze metacognitive pregresse, ridefinendole in un’ottica positiva.


Letture consigliate:
 
 
 
 
Login
Login oppure Registrati
Per aiuto clicca qui
  • Promo Novità
  • Promo 3x2
  • Lo Scaffale delle Occasioni
  • Carta del Docente: tutto quel che c'è da sapere