Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale

Come aiutare gli alunni con bisogni linguistici specifici (Bils)

 
Gli alunni con Bisogni Linguistici Specifici (BiLS) rappresentano una categoria eterogenea di studenti caratterizzata da forti difficoltà nelle discipline di area linguistica. Per molti di questi studenti, risulta particolarmente gravoso il lavoro di comprensione del testo scritto, specie se in lingua straniera. Ecco un esempio di esercizi che si possono svolgere con alunni con BiLS nella scuola secondaria di secondo grado, per la comprensione di un testo in lingua inglese, come suggerito nel testo “Inglese plus – comprensione scritta” (Erickson 2017).
 

All’interno del corpo studentesco esiste una categoria di alunni che, a causa di uno sviluppo atipico nell’ambito della comunicazione, del linguaggio e/o dell’apprendimento, incontra forti difficoltà nelle discipline di area linguistica (italiano L1 e L2, lingue straniere, lingue classiche). Si tratta degli alunni con Bisogni Linguistici Specifici (BiLS): una categoria molto eterogenea che può racchiudere ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), altri con disturbo semantico-pragmatico, altri con persistenti difficoltà nella comprensione del testo scritto, soprattutto nell’interpretazione del linguaggio metaforico, ironico e allusivo.

Nonostante la diversa origine delle loro difficoltà, gli alunni BiLS sono spesso accomunati da una fragilità nella comprensione del testo. È perciò importante, nel lavoro con questi ragazzi, aiutarli a sviluppare delle strategie per pianificare la comprensione, interagire con il testo, affrontare gli ostacoli e autovalutare la propria performance.

Il lavoro di decodifica e comprensione può diventare particolarmente impegnativo con testi in lingua straniera, in particolar modo laddove tale lingua si caratterizza per un sistema ortografico in cui le relazioni tra suoni e lettere sono più complesse, come accade per l’inglese.
Una possibile strategia di comprensione si basa sull’analisi degli elementi di contesto
, quali ad esempio le immagini ed altri indizi visivi che possono essere di supporto nel comprendere il tipo di testo che si ha di fronte.

Ecco un esempio di esercizi che si possono svolgere con ragazzi della scuola secondaria di secondo grado, lavorando sulla decodifica e comprensione di un testo in lingua inglese. Gli esercizi sono preceduti dalle “note didattiche” per l’insegnante, che spiegano come svolgere le attività.

 

Su questo argomento puoi leggere:
 
 
 
 
Login
Login oppure Registrati
Per aiuto clicca qui
  • Chiusura aziendale
  • Promo Novità
  • Promo 3x2
  • Lo Scaffale delle Occasioni
  • Carta del Docente: tutto quel che c'è da sapere